Home / In evidenza  / Uil su caserma Vigili del Fuoco di Lampedusa: “Inspiegabili ritardi per realizzare l’opera”
   

Uil su caserma Vigili del Fuoco di Lampedusa: “Inspiegabili ritardi per realizzare l’opera”

 

“La Segreteria Confederale Territoriale UIL, da mesi, si è interessata e ha sostenuto la proposta da parte del Dipartimento dei Vigili del Fuoco per la realizzazione di una nuova sede del Distaccamento VV.F. Terrestre di Lampedusa, considerato che da diverso tempo, oltre al servizio di sicurezza antincendio assicurato all’aeroporto, il Corpo espleta con decreto del 2011 il soccorso tecnico urgente Terrestre alla popolazione con competenza territoriale anche sull’isola di Linosa oltre importanti  interventi sul fronte dell’immigrazione .

Oggi, in uno stato di pandemia mondiale, i servizi resi dai Vigili del Fuoco a Lampedusa si sono moltiplicati, tanto da rendere la proposta una richiesta condivisa da tutti gli Enti interessati (Prefettura di Agrigento, Direzione Regionale VV.F., Agenzia del Demanio Regionale, Ente Nazionale Aviazione Civile ENAC, Aeroservizi S.p.A. A.S.T.).

 Dobbiamo constatare che il Sindaco di Lampedusa non ha colto l’importanza della realizzazione di tale opera, infatti, in diverse occasioni ha dimostrato diffidenza, non collaborando per la realizzazione della stessa, avanzando motivazioni di preclusione di vario genere. E’ interessante, in riferimento alle posizioni che ha assunto il Sindaco Martello, la nota ufficiale del Comandante del Dipartimento dei Vigili del Fuoco – Comando di Agrigento, Ing. Giuseppe Merendino, prot.dipvvf.COM – AG. REGISTRO UFFICIALE.U.0014497.30-09-2020 (allegata alla presente) richiesta da codesta Organizzazione Sindacale in merito all’ultima videoconferenza del 24 settembre u.s., convocata dalla Prefettura di Agrigento.

L’edificazione di nuova caserma VV.F. nell’Isola di Lampedusa, trovata l’intesa sulla indispensabile e non più procrastinabile necessità dell’intervento, nelle diverse fasi di richiesta ed interlocuzioni tra tutti gli Enti coinvolti, ha riscontrato anche lo stanziamento delle risorse finanziarie per la realizzazione della struttura.

Oggi, nostro malgrado e con inflessibile amarezza, abbiamo dovuto registrare che lo stato di progettazione/realizzazione dell’opera vive una condizione di preoccupante ed inconcepibile fase di arresto, a causa del parere negativo espresso dal Sindaco del Comune di Lampedusa relativamente all’individuazione ed acquisizione di un terreno comunale con caratteristiche tecniche necessarie, dove allocare la nuova caserma.

Da parte della Prefettura di Agrigento e di .S. E. il Prefetto abbiamo potuto appurare, invece, grande sinergia, lungimiranza e collaborazione ai fini di un’intesa collettiva che possa portare alla realizzazione dell’opera nei tempi più brevi.

 On. Ministra, è alla Sua sensibilità politica e al Suo alto senso delle Istituzioni e del Ministero dell’Interno che con dedizione rappresenta, ci appelliamo affinché il nostro grido di allarme, che sottolinea la necessità di sicurezza, di rispetto della professionalità e abnegazione dei nostri Vigili del Fuoco arrivi forte.

 Con l’auspicio che un Suo autorevole intervento possa determinare il superamento delle problematiche che si frappongono alla realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco dell’Isola di Lampedusa”.

Lo dichiarano Calogero Acquisto – Segretario Generale UIL della Camera Sindacale Territoriale di Agrigento, Linda Bellia – Segretario Territoriale UILPA di Agrigento e Antonello Di Malta – Segretario Territoriale UILPA-VV.F di Agrigento.

 

 

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO