Home / 2020 / Settembre (Pagina 30)

Poteva finire in tragedia ciò che si è verificato stamattina in pieno centro a Raffadali dove insiste la Chiesa Madre da sempre frequentata per le messe. Un pezzo di cornicione si è staccato a seguito, probabilmente di una lesione, finendo sulla piazza sottostante. Fortuna ha voluto che in quel momento non fosse presente alcun passante.

Sul posto si sono recati i Vigili del Fuoco che hanno preso momentaneamente contezza della situazione, in attesa di ulteriori verifiche, ed hanno transennato il tratto interessato.

 

“La mia vita e il mio impegno politico sono sempre stati guidati da una convinta ispirazione cristiana. Servono realismo e buon senso per affrontare e avviare a soluzione la triste questione dei migranti che perdura da anni e che non ammette più distrazioni da parte di alcuno, a cominciare dall’Unione europea. Compito del presidente della Regione è quello di garantire la salute di tutti, nel rispetto delle leggi e della dignità umana”.

Lo dichiara il presidente della Regione Nello Musumeci dopo avere incontrato a Palazzo d’Orleans il Vescovo della Diocesi di Cefalù Marciante.

Continuano indisturbati i viaggi africani verso l’Isola di Lampedusa di migranti a bordo di barchini.

Nella giornata di ieri ci sono stati 5 sbarchi per complessivi un centinaio di migranti i quali hanno toccato terra dopo essere stati avvistati dalle motovedette della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera.

Tutti sono stati trasferito all’hotspot di contrada Imbriacola dove adesso la capienza ha ricominciato a salire. Presenti nel centro quasi trecento migranti.

 

 

Volevamo evitare di intervenire, ma adesso non è più possibile. Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto diverse lamentele, diverse foto dell’intera settimana  a testimoniare e rafforzare quanto lamentato dai cittadini(vedi allegati).

Nonostante il tentativo di far credere che tutto vada bene o la corsa per “sistemare” qua e là, o ancora attribuirsi meriti che non spettano, Agrigento risulta essere sempre più sporca, sommersa da spazzatura in ogni dove. Non ci sono giustificazioni a riguardo, la spazzatura davanti le abitazioni va sempre tolta poiché il cittadino non ha colpe…

Per non parlare delle tante discariche in giro. Ma spesso è avvenuto il contrario. E così è stato per tutto il tempo sfidiamo a dire il contrario! Un’ultima osservazione riguarda le strade asfaltate in questi giorni…vogliamo dire Un solo grazie : “Grazie giro d’Italia”

Nel tardo pomeriggio di ieri, presso il comitato elettorale della candidata Sindaco Daniela Catalano, al Viale della Vittoria, ha avuto luogo la presentazione dei candidati al consiglio comunale delle liste di Fratelli d’Italia, Lega e La nuova Agrigento.

All’evento hanno partecipato, oltre alla candidata Sindaco, Daniela Catalano, anche il Commissario di FdI per Agrigento, Calogero Pisano, e l’europarlamentare della Lega, Annalisa Tardino.

Nel corso dell’evento, alle numerose persone intervenute, è stata anche presentata la squadra di assessori designati, Lillo Pisano, Annalisa Tardino, Maria Rosa Marano, Giovanni Castorina ed Alberto Parla, e sono stati illustrati alcuni punti del programma elettorale.

“La caratteristica marna bianca di un tratto di costa tra i più suggestivi della Sicilia imbrattata da qualche imbecille. Non si riesce a comprendere il senso di un simile gesto.  Ci costituiremo parte civile contro il responsabile o i responsabili del danno e auspichiamo che siano puniti in modo esemplare affinché a nessun altro venga in mente di reiterare un simile gesto. Punta Bianca offre uno dei paesaggi costieri più belli al mondo. Per questa ragione deve essere tutelata istituendo la riserva naturale  per preservarne bellezza ed ecosistema”.Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, sull’atto vandalico compiuto a Punta Bianca.

Un vergognoso atto vandalico ha sfregiato la marna di Punta Bianca. Nelle scorse ore qualche imbecille ha danneggiato la bianca marna con della vernice. Questo è un atto gravissimo e penalmente rilevante, poichè compiuto in un bene tutelato paesaggisticamente e con un vincolo di immodificabilità, già dal lontano 2001.
Mareamico ha presentato ai Carabinieri una denuncia per danneggiamento e inoltrato un esposto alla Regione, alla Soprintendenza, alla Capitaneria, al Sindaco ed alla Procura di Agrigento.

Maria pia Indelicato nominata per vox Italia  responsabile sicilia dipartimento  internazionalizzazione con particolare riferimento agli affari socio-economico politici e culturali

La professoressa Maria Pia Indelicato è stata nominata per Vox Italia responsabile Sicilia dipartimento internazionalizzazione con particolare attenzione per gli affari socio- economici, politici e culturali. Là indelicato si aggiunge al folto gruppo di Vox Italia che ha visto in questi giorni altre nomine e che sarà protagonista alle prossime amministrative ad Agrigento. Vox Italia nato dalle idee del filosofo Diego Fusaro sta raccogliendo ogni giorno nuove adesioni e aumento in tutta Italia di nuovi circoli aderenti.

“La notizia che un dipendente del centro regionale per l’impiego di Palermo sia positivo al Covid-19 desta grande preoccupazione, ma conferma i timori che già lo scorso agosto avevamo segnalato al Dipartimento della Funzione pubblica di Roma: la decisione del Governo Musumeci di far rientrare tutti i lavoratori in servizio, senza adottare ogni misura necessaria a evitare i contagi, espone i siciliani a enormi rischi.

Ci auguriamo che adesso il presidente Musumeci cambi rotta e torni a confrontarsi con i sindacati, a tutela della salute di migliaia di dipendenti”. Lo dicono Giuseppe Badagliacca e Angelo Lo Curto del Siad-Cisal, commentando la notizia di un dipendente regionale risultato positivo al Covid-19.

“La sanificazione dei locali di Palermo arriva tardi ed è solo una goccia nel mare – continuano Badagliacca e Lo Curto – I centri per l’impiego di tutta la Sicilia a breve saranno presi d’assalto per Garanzia Giovani, vogliamo sapere se in questi mesi sono state fatte le sanificazioni, se sono stati redatti tutti i Documenti di valutazioni rischi, se in tutte gli uffici regionali, dai centrali ai periferici, sono rispettate le distanze e ci sono barriere di protezione, mascherine e gel. I lavoratori regionali, offesi a più riprese da questo Governo, hanno il diritto di non essere esposti al contagio”.