Home / In evidenza  / L’artista di Aragona Filippo Chiappara al decimo contest del Movimento Pentastrattista

L’artista di Aragona Filippo Chiappara al decimo contest del Movimento Pentastrattista

Altro impegno per l’artista Filippo Chiappara selezionato tra i 20 artisti che esporranno al decimo Contest del Movimento Pentastrattista dal titolo “Arte, cibo per lo spirito”, dal 14 al 21 Settembre 2020 presso il Museo Diocesano e Capitolare di Terni. Curatore dell’evento Massimo Picchiami. Filippo Chiappara nasce ad Aragona (AG) nel 1962 ma vive ed opera a San Cataldo (CL). Frequenta l’Istituto Statale d’Arte “F.Juvara” di San Cataldo e dopo l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, nel 1987 consegue il Titolo Accademico quadriennale sez. pittura. Moltissime le collettive a cui ha partecipato. E’ stato recensito su cataloghi nazionali. Le sue opere sono presenti in collezioni private. Ha partecipato ad importanti concorsi Nazionali e Case d’Asta, quest’ultime fondamentali per le quotazioni ufficiali dei suoi lavori.

Dopo un anno di fermo ritorna ad esporre il Movimento Pentastrattista Italiano. Per questo “X Contest” è stata scelta una location d’eccezione, elegante sede del Museo Diocesano di Terni, uno dei Diocesani più importanti della storia della cristianità. Ad esporre 20 artisti Pentastrattisti adeguatamente selezionati dal loro curatore (Massimo Picchiami). La mostra inizierà il 14 di settembre alle 18.30 nel rispetto delle normative anticovid e terminerà il 21 di settembre e sarà visitabile nel pomeriggio seguendo l’orario 16:00/20:00 tutti i giorni, domenica compresa, ingresso libero con possibilità di visitare anche la zona degli ornamenti religiosi del Museo stesso. Per questo “X Contest” si vedranno esposte le opere di: Alessandro Priolo, Giuseppe Latella, Silvia Palori Ruiz, Ivana Urso, Renzo Eusebi, Barbara Giummo, Mumari, Nicoletta Marra, Moreno Ovani, Monica Steliana Cirtita, Silvia Montanari, Mario Giovanni Urbano, Miriam Vitiello, Armando Tordoni, Donatella Tomassoni, Dario Insabella, Giovanni Santarelli, Kamila Kerimova e Aldo Torri.

Filippo Chiappara dal 2015 fa parte del Movimento Artistico Pentastrattismo fondatore il Dottore Massimo Picchiami  prende spunto dalla parola Penta (cinque) perchè cinque sono considerate le sottofamiglie dell’arte astratta in generale: l’arte informale, la materica, la pittura segnica, quella analitica e quella concettuale; lo scopo degli artisti fondatori è quello di far conoscere al grande pubblico la loro arte, la loro tecnica e la loro creatività.

“La mia passione più forte rimane l’astrattismo, pittura che mi permette una espressione artistica visuale e non figurativa, dove viene rappresentata la realtà e lo stato d’animo percepito in quel momento. Le mie opere devono far vibrare le mie emozioni attraverso il linguaggio delle forme e dei colori, solo successivamente, nasce il none del dipinto”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO