Home / 2020 / Luglio (Pagina 8)

Sono oltre trecento i migranti sbarcati nell’Isola di Lampedusa da quando ieri sera è stato avvistato il primo di tredici sbarchi, intorno alle 23,00 nell’Isola di Lampedusa. L’arrivo dei barchini è terminato, al momento, questa mattina alle sette.

Impossibile trasportare i nuovi arrivati all’hotspot in quanto all’interno della struttura sono presenti più di 1.100 migranti a fronte di una capienza massima di 95. Le Forze dell’Ordine li hanno trattenuti al molo Favarolo.

Ad arrivare sull’Isola non solo barchini ma anche un grosso peschereccio con a bordo 160 tunisini.

 

 

 

“Il caso riguardante la signora rumena residente nel Comune di Ravanusa, risultata positiva al Covid 19 e trasferita all’ospedale di Caltanissetta, ci preoccupa e non poco”. Lo scrive il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura che ha inviato una lettera al prefetto di Agrigento.

“Il campanello d’allarme – scrive il sindaco – è risuonato anche nel nostro territorio. In queste ore ho raccolto le preoccupazioni di tanti cittadini e, con la presente, mi faccio portavoce dell’intera comunità. Come lei già sa, Canicattì è un territorio di rilievo per le attività agricole, particolarmente interessato dai numerosissimi trasferimenti di braccianti provenienti dall’estero, prevalentemente dall’ Europa Orientale. La maggior parte degli arrivi di persone provenienti dall’estero avvengono tramite autobus, quindi sarebbe necessario effettuare degli accertamenti al terminal, affinché si possano monitorare i flussi in arrivo di tutti gli stranieri che transitano per Canicattì”.

Di Ventura ritiene necessario coinvolgere tutte le istituzioni presenti sul territorio per la prevenzione e il monitoraggio affinché si possano scongiurare possibili focolai.

“Sembra surreale quel che accade in molte realtà siciliane e nella nostra città, dove la presenza di migranti illegalmente approdati risulta fuori controllo. In una stagione turistica frenata dal coronavirus, la rabberciata tensostruttura  di Porto Empedocle è l’emblema della politica miope del governo nazionale. Capita sovente di vedere strade popolate da migranti spesso irregolari ed in assenza di adeguati controlli da parte delle forze dell’ordine, che pure con generosità e spirito di sacrificio svolgono la propria attività. Senza una politica comune dell’Unione europea sulle politiche migratorie e un governo nazionale lungimirante che,invece,non concede le misure economiche compensative necessarie ai comuni di frontiera esposti al dramma del fenomeno migratorio. Una politica governativa buonista ed approssimativa che riduce le garanzie di sicurezza -conclude Giorgia Iacolino- recando ulteriori danni alla Sicilia ed ai comuni, come Agrigento, che si alimentano di turismo proveniente da ogni parte del mondo”

“Piazza pulita” per davvero. Arrestato l’ultimo coinvolto nell’omonima operazione antidroga recentemente messa a segno dai carabinieri in piazza Ravanusella. Si tratta di un nigeriano 22enne bloccato in via Empedocle. Era l’aprile del 2019 quando scattò l’operazione antidroga; sei i pusher che vennero allora arrestati. I carabinieri li avevano filmati mentre riversavano fiumi di droga – hashish e marijuana – fra i vicoli del centro storico. Di fatto, la banda di gambiani si era, all’epoca, impossessata di piazza Ravanusella e cedevano la “roba” ai giovani all’uscita della scuola o nei pressi delle location della movida. Come emerse dalle registrazioni video dei carabinieri, in più circostanze gli spacciatori non avevano esitato a prendere a bottigliate in testa i loro clienti. Quando scattò il blitz – l’inchiesta era stata avviata nell’ottobre del 2018 dai carabinieri della sezione operativa di Agrigento – vennero arrestati 4 gambiani, un senegalese e una donna, con passaporto italiano, proveniente dal Belgio. Il provvedimento di fermo di indiziato di delitto era stato siglato dal sostituto procuratore Alessandra Russo. Uno dei dati inquietanti che emerse dall’inchiesta fu il numero di 32 segnalati alla Prefettura quali assuntori abituali di stupefacenti, la maggior parte dei quali minorenni. Durante l’attività investigativa, i carabinieri arrestarono, in flagranza di reato, proprio nei pressi di piazza Ravanusella, altri 16 soggetti sorpresi a spacciare droga. Il tutto per un giro di affari complessivo che è stato stimato in totali 150 mila euro: ogni giorno, in media, avveniva 40 scambi di stupefacente per oltre 120 grammi di roba, con un guadagno medio di oltre 600 euro.

Per la prima volta nella storia degli sbarchi di immigrati, sono più gli scafisti che i “traghettati”. Sono infatti 23 i tunisini, tra cui due minori, sottoposti a fermo con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Si tratta dei membri dell’equipaggio del motopesca tunisino Hadj Mhamed di 27 metri, posto sotto sequestro dai militari della sezione operativa navale della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera di Lampedusa. Sono accusati di avere trasportato illegalmente cinque cittadini tunisini, che avevano pagato 4.000 dinari a testa per essere trasportati dalle coste vicino al porto di Mahdia in Tunisia a Lampedusa, col sistema della “nave madre”: a poche miglia dall’isola i migranti sarebbero stati imbarcati su uno dei tre barchini a motore a disposizione del motopesca e indirizzati verso Lampedusa.

Il motopesca è stato intercettato in acque italiane e scortato a Lampedusa dai militari operanti, dopo che due membri dell’equipaggio si erano gettati in acqua, per cause ancora da accertare.

Istanti fatti di immagini, suoni, colori, profumi… che raccontano l’estate, la stagione dei prestigiosi eventi di Castellammare del Golfo. “UN’ESTATE D’ISTANTI” che risuona al ritmo dei GRANDI CONCERTI e, tra lustrini e paillettes, mette in scena LO SPETTACOLO. Istanti immortalati per sempre negli occhi, nelle orecchie e nel cuore del vasto pubblico che, numeroso, continua a prenotare gli spettacoli in calendario.

AVION TRAVEL, DARIA BIANCARDI, ENRICO GUARNERI e SALVO LA ROSA, LIDIA SCHILLACI, MATTHEW LEE, PARIDE BENASSAI, ROBERTO CIUFOLI, ROBERTO LIPARI e… ciliegina sulla torta, la serata-evento firmata DOLCE & GABBANA con il patrocinio della Regione Siciliana. Tra raffinata eleganza e mondanità, un imperdibile appuntamento con il made in Italy famoso nel mondo, nella cornice esclusiva di “UN’ESTATE D’ISTANTI”.

Grazie a un lavoro di collaborazione tra enti, associazioni e privati, è stato possibile costruire un intenso programma di eventi pensato per accontentare tutti i palati: dagli appassionati di musica agli irriducibili festaioli della disco, dagli amanti del teatro a chi vuol farsi una bella risata scacciapensieri. E poi la moda, il fashion, la mondanità.

“UN’ESTATE D’ISTANTI” fino al 31 agosto. Proposte artistiche differenziate e di qualità, promuovendo i luoghi, la cultura, le bellezze di Castellammare del Golfo, nel pieno rispetto delle misure anicovid in vigore. Un cartellone ricco di appuntamenti unici e irripetibili, ulteriormente valorizzati dalle zone che li ospitano: basti pensare alla suggestiva terrazza sul mare antistante il castello arabo normanno, che è piazzale Stenditoio, o l’arena delle Rose dov’è possibile mantenere l’adeguato distanziamento per trascorrere “UN’ESTATE D’ISTANTI”.

UN’ESTATE D’ISTANTI propone un’originale playlist composta dai concerti di Lunette Sax quartet (31 luglio), sassofoniste olandesi da urlo; Paola Russo e i We Man (3 agosto); “SE STASERA SIAMO QUI” con Giuseppe Milici, Pietro Adragna e la dominatrix assoluta di All together now Daria Biancardi (4 agosto); la splendida voce di LIDIA SCHILLACI (20 agosto), il “Privé tour” e la classe superlativa degli AVION TRAVEL (22 agosto), il “Legends Summer tour 2020” nello stile unico di MATTHEW LEE (29 agosto).

UN’ESTATE D’ISTANTI è di scena sotto le stelle di Castellammare del Golfo con la premiata ditta ENRICO GUARNERI e SALVO LA ROSA in “Io sono l’altro 2.0” (1 agosto); il musical “Notre Dame de Paris” a cura della Compagnia teatrale Ananche (10 agosto); i “PALERMITANI A MODONOSTRO” di e con Paride Benassai e con Alessandra Salerno, Marcello Mandreucci e Dario Sulis (18 agosto); “I bislacchi ‐ Omaggio a Federico Fellini” a cura della Compagnia Artemis Danza (28 agosto); Opera RadioTour (dal 28 al 30 agosto). Emma Dante presenta il nuovo progetto artistico “Il coro di Babele” (12); si ride di gusto con “Tipi”, il recital comico antropologico di e con ROBERTO CIUFOLI (12 agosto); Barbe à Papa ne “Il coro di Babele” (23); l’intelligente comicità di ROBERTO LIPARI, reduce dal boom ottenuto con il film “Tuttoapposto” e inviato del telegiornale satirico Striscia la notizia (23 agosto).

UN’ESTATE D’ISTANTI è anche tributi dedicati a Lucio Dalla (2 agosto), “Pink Floyd masters of psychedelic rock” con STEF BURNS e gli Inside Out (7 agosto), Dire Straits (9 agosto), Frank Sinatra (10), Genesis (11 agosto), Vasco Rossi (13 agosto), Renzo Arbore rivisitato dall’Orchestra Made in Sud (14 agosto), Queen (15 agosto), Claudio Baglioni (16 agosto), Toto (17 agosto). E poi ancora folklore, artisti di strada, dj set, spettacoli pirotecnici per trascorrere insieme “UN’ESTATE D’ISTANTI”.

In virtù delle vigenti norme anticovid, al fine di garantire un adeguato distanziamento, si è reso necessario contingentare gli accessi. Pertanto, in sinergia con il presidente Gaetano D’Anna, è stato attivato un servizio di informazioni e prenotazioni presso la pro loco Castellammare del Golfo (www.prolococastellammare.it – info@prolococastellammare.it) ai numeri 0924/35175, 331/7420886 e 388/1173534 dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 19:30. Le prenotazioni telefoniche si renderanno necessarie, sia per gli spettacoli a pagamento, sia per quelli gratuiti.

Inoltre, per l’accesso alle manifestazioni, occorre esibire l’autocertificazione “Coronavirus” che, per quanto concerne la prenotazione degli spettacoli a pagamento, è online al seguente link: www.intespotlight.it; per gli spettacoli che prevedono l’ingresso libero, invece, consigliamo di stampare e consegnare l’autocertificazione già compilata, così da accelerare i tempi di ingresso. L’autocertificazione è disponibile anche all’ingresso delle manifestazioni a cura della Protezione Civile.

Si svolgerà oggi, mercoledì 29 luglio 2020 alle ore 10.00, presso l’Auditorium “ Rosario Livatino” la cerimonia di insediamento che vede l’On. Dott. A. Mangiacavallo alla guida di Empedocle, Consorzio Universitario di Agrigento, insieme al vice dott. Giovanni Di Maida e un rappresentante nominato per l’Università degli Studi di Palermo, prof. Gioacchino Lavanco.

Con Mangiacavallo parte una nuova era per il Consorzio Universitario, forte di tutte le attività già intraprese, che saranno la piattaforma di volo per nuovi ed ambiziosi progetti di là da venire, con unità di intenti tra le parti che fanno già presagire un fertile e proficuo “nuovo Inizio”.

L’evento sarà presenziato da numerose autorità Politiche, Sociali, Istituzionali ed Accademiche e nella fattispecie autorevoli nomi della deputazione Regionale e Nazionale.

L’Assessore alla Istruzione e Formazione Regionale prof. Roberto Lagalla sarà  presente alla cerimonia insieme all’Assessore Regionale all’Economia e vice Presidente Regionale, Gaetano Armao già Presidente di questo Consorzio.  Inoltre parteciperanno alla cerimonia anche il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo prof. Fabrizio Micari ed altri autorevoli nomi del mondo accademico.

In coda alla manifestazione un gruppo di ragazzi che hanno frequentato la scuola di teatro classico e moderno tenutasi al Consorzio universitario, si esibiranno in una breve performance per allietare i numerosi partecipanti.

“Entro pochi giorni sarà garantito l’invio nelle acque della Sicilia di una capiente nave-passeggeri da riservare ai migranti e il ricorso a contingenti delle forze armate, da destinare alle aree più sensibili”.
Lo ha assicurato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, nel corso di un colloquio telefonico con il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che oggi pomeriggio ha evidenziato la situazione sempre più grave determinata nell’Isola dai continui arrivi di migranti e dagli altrettanto continui tentativi di fuga dai centri di accoglienza ad essi dedicati.
“Al capo del Viminale – rivela il governatore – ho denunciato, ancora una volta, la insostenibile situazione nell’Isola e la preoccupazione dei sindaci e delle comunità locali la cui esasperazione rischia di creare, specie in alcune zone, tensione e allarme sociale. Ho ricevuto precise garanzie sulla presenza di navi-quarantena lungo le coste siciliane e in prossimità dell’isola di Lampedusa, oltre la presenza di contingenti militari da affiancare alle poche e stremate unità delle forze dell’ordine per evitare il ripetersi di fughe dai Centri di accoglienza. Ormai appare chiaro come in Sicilia la questione migranti sia diventata anche una questione di ordine pubblico e di salute che non può più essere sottovalutata”.

Dopo mesi e mesi di soppiatto è uscito ufficialmente in campo il deputato regionale autonomista Carmelo Pullara il quale ha annunciato che per le amministrative del 4 e 5 ottobre sarà in campo ad Agrigento.

Il progetto che lancia Pullara si chiama “Onda”, movimento regionalista che vuol dire la propria nei vari territori. Un progetto civico che fomentava da tempo e che vede forma adesso dopo un lavoro certosino fatto dietro le quinte.

Con il suo progetto, Pullara, punta al decoro urbano, ai servizi essenziali e a rendere la città di Agrigento smart e vivace economicamente.

Voci di corridoio indicano presunte vicinanze che potrebbero essere divisi equamente tra Firetto, Miccichè e Zambuto; Pullara rimanda a giorno 8 agosto per le decisioni finali; in quel giorno presenterà ufficialmente il progetto “Onda” e nello stesso tempo metterà nero su bianco su che cosa dovranno impegnarsi i candidati Sindaci e su chi convergerà su questa linea politica che solo allora avrà il semaforo verde.

 

La Prefettura di Agrigento tenta di smaltire le presenze nell’hotspot e ha pianificato per la tarda mattinata il trasferimento, sempre con la motonave di linea, di altre 200 persone. Queste, non appena in serata approderanno a Porto Empedocle verranno messi a bordo dei pullman con destinazione verso alcuni centri d’accoglienza del Molise. Ieri sera 43  migranti sono stati trasferiti con il traghetto di linea per Porto Empedocle (Ag), dall’hotspot di Lampedusa. Il gruppo è già in viaggio per una struttura d’accoglienza di Palermo.

Intanto il sindaco di Porto Empedocle (Ag), Ida Carmina (M5S), dopo l’ annuncio di ieri del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ha detto: “No alla nave quarantena da 1.000 posti ancorata davanti a Porto Empedocle. Venga messa al largo di Lampedusa così si evita il trasbordo con i traghetti di linea che mette in pericolo i viaggiatori e recano danno sia al turismo che agli operatori del mercato del pesce che sono costretti a ritardare l’accesso nei mercati ittici”. “Per smistamenti e trasferimenti, i migranti vengano poi diretti verso le zone dove c’è disponibilità di posti per l’accoglienza – ha aggiunto -. Vorrei sapere dei 12.000 arrivati sino ad ora in Italia quanti ne siano passati dal nostro porto e quanti negli altri porti italiani? Ci vuole una equa ripartizione degli sbarchi”.