Home / costume e società  / Il gioco del calcio, rilevante evento sportivo, culturale, e di costume sociale

Il gioco del calcio, rilevante evento sportivo, culturale, e di costume sociale

Basilio Borgo aggiunge due volumi della sua rivista, “L’Akragas in Bianco e Nero”, da lui ideata e realizzata, alla lunga serie dedicata al gioco del calcio, che sarà pure un gioco, ma porta con se eventi, di storia, di costume sociale, di passione e immagini di gloriosa bellezza.

Dell’Akragas ricorda, con statistiche e risultati, la formazione nell’anno 1970-’71, e con loro le formazioni delle squadre del torneo di Serie D Gironi 1.

In apertura la rivista è dedicata  all’INTER del 1970-’71, Campione d’Italia, ai tempi, per dirne alcuni, di Burgnich e Facchetti, di Mariolino Corso, di Mazzola e di Boninsegna. Nelle altre formazioni: nel Milan 2° Classificato, circolavano campioni come Rivera, Benetti poi la Juve con Bettega, Haller, Anastasi, e tanti altri campioni, in tante altre squadre.

l 28° volume è dedicato all’Akragas del 1975-76, Gioca in serie D, Girone 1, e chiude il campionato al 13° posto, mentre la promozione in serie C è per l’Alcamo,  un grande sogno ,una festa da impazzire, come si vede nelle foto.

Ma il grande evento, in quella stagione 1975-76, è  il TORINO Campione d’Italia.   Lo scudetto ritorna sulle maglie dei granata, dopo Superga, la grande tragedia del calcio italiano, con gli indimenticabili Bacugalupo, Ballarin, Maroso, Grezar, Rigamonti, Castigliano, Menti, Loik, Gabetto, Mazzola, Ossola. Formazione  che ancora molti  ricordano  a memoria.

Basilio Borgo coglie, nel segno grafico delle pregevoli illustrazioni del volume, l’azione  in cui, nel contrasto tra attacco e difesa, scatta il goal. Sintesi di tutto, il momento magico, il grido di gioia, il significato stesso  del gioco del calcio.

 

 

 

 

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO