Home / In evidenza  / Genio Civile Agrigento, le opere pubbliche nella programmazione triennale della Regione Siciliana
   

Genio Civile Agrigento, le opere pubbliche nella programmazione triennale della Regione Siciliana

 

La messa in sicurezza e la valorizzazione degli Ipogei dell’Acqua Amara e del Purgatorio, i lavori di riparazione dei danni causati dalle mareggiate invernali al porticciolo di San Leone, il restauro della Villa Genuardi, diciotto interventi di pulizia su altrettanti alvei fluviali, i lavori di ripristino delle condotte fognarie tra le contrade San Calogero e Isabella di Sciacca, la ristrutturazione di una serie di edifici
demaniali, i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale di cento chilometri di strade provinciali; il monitoraggio sull’efficienza strutturale di 156 ponti ricadenti sulla rete stradale provinciale.

Sono questi, insieme a tanti altri, i principali lavori inseriti dal Genio Civile di Agrigento nella programmazione triennale 2020-2022 delle opere pubbliche della Regione Siciliana. “La programmazione, afferma La Mendola, a seguito di un accordo di programma tra il Libero Consorzio dei Comuni agrigentini e l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture ed alla Mobilità, potrebbe presto arricchirsi anche dei lavori di ammodernamento della strada Mare Monti; un’importante arteria di collegamento alla viabilità regionale dei comuni ricadenti nella fascia centrale dei Monti Sicani della provincia ed in particolare di Alessandria Della Rocca, Bivona, Burgio, Cammarata, Cianciana, Lucca Sicula, San Giovanni Gemini, Santo Stefano di Quisquina e Villafranca Sicula.”

La programmazione triennale prevista dal Genio Civile per la provincia di Agrigento, impegnerebbe risorse regionali, statali e comunitarie per un importo complessivo di circa €.110 milioni di euro. “Per la prima volta nella storia, conclude il Capo del Genio Civile Rino La Mendola, il Genio Civile contribuisce alla programmazione della Regione, inserendo una serie di lavori strategici per la provincia di
Agrigento, da realizzare con le risorse che saranno stanziate dal Governo Musumeci, attingendo anche a fondi comunitari e statali”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO