Home / Secondo Piano  / Tre tunisini scappano dal centro di accoglienza di Villa Sikania. Ancora polemiche a Siculiana

Tre tunisini scappano dal centro di accoglienza di Villa Sikania. Ancora polemiche a Siculiana

Villa Sikania, il posto ideale per fuggire.

Il popolo di Siculiana non ne può più e il sindaco Lauricella continua a protestare accompagnato dalla gente, dalla Giunta e dai consiglieri comunali.

Scappano ancora una volta i migranti che già vivono agitatamente a Villa Sikania. Sono tre tunisini che per protesta (non si capisce ancora bene il perchè della loro protesta) sono scappati dal centro di accoglienza siculianese. Due sono stati presi e riportati al centro di accoglienza. Non si comprende bene perchè, invece, non siano stati tradotti in carcere. Il terzo si sarebbe ferito durante la fuga ed è ricoverato in pronto soccorso ad Agrigento.

“Ci risiamo, sono amareggiato, dichiara il Sindaco Lauricella. La cittadinanza è preoccupata. Un gruppo di migranti è scappato dal centro, ancora una volta, e pare che tra le altre cose, si tratta di tunisini posti agli arresti domiciliari. Continuiamo a ribadire, aggiunge Lauricella, che anche altri Comuni si facciano carico di ospitare i migranti, non è possibile che solo noi da molti anni dobbiamo continuare ad ospitare. Chiediamo inoltre che vengano trasferiti presso altre strutture, al di fuori del centro abitato, perchè è un pericolo per la cittadinanza”.

Il sindaco, unitamente alla consigliera comunale Mazza, si sono recati presso la caserma dei Carabinieri per presentare una denuncia. “Più che una denuncia abbiamo presentato una segnalazione,dichiara la consigliera Mazza, per segnalare lo stato di allarme sociale che c’è a Siculiana. C’è un problema di fondo, continua Mazza, giorno e notte le forze dell’ordine presidiano la struttura, ma nonostante tutto i migranti continuano a fuggire. Bisogna verificare la regolarità del centro”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO