Home / In evidenza  / Conclusa la tornata di tre gare per la manutenzione degli edifici scolastici del Libero Consorzio

Conclusa la tornata di tre gare per la manutenzione degli edifici scolastici del Libero Consorzio

L’Ufficio Gare del Libero Consorzio Comunale di Agrigento ha completato la tornata di tre gare relativa all’accordo quadro annuale con un solo operatore economico per lavori di manutenzione straordinaria degli immobili scolastici in proprietà al Libero Consorzio. La gara n. 1 era stata aggiudicata provvisoriamente all’impresa G.O.M. EDILGENERAL SRL (avvalente) – SAN MICHELE COSTRUZIONI (ausiliaria) con sede a Favara (AG) ( ribasso del 21,178%, sui prezzi unitari per un importo contrattuale di 295.557,03).

Ieri invece sono state aggiudicate le rimanenti due gare. La prima, alla quale hanno preso parte 211 imprese, è stata  aggiudicata alla GESAF SRL (avvalente) – TERRANOVA COSTRUZIONI (ausiliaria), con sede a  Mazara del Vallo (TP), che ha offerto il ribasso sui prezzi unitari del 20,213% per un importo di 199.410,81 euro più Iva. Seconda in graduatoria la SA COSTRUZIONI SRL di Agrigento (ribasso del 20,199%) L’ultima gara della tornata è stata invece aggiudicata all’impresa F.G. APPALTI DI GIOVANNA MARIA PIRRONE (avvalente) – CONSORZIO STABILE  LM GROUP  (ausiliaria) di Agrigento, che ha offerto il ribasso sui prezzi unitari del 21,012% per un importo contrattuale di 286.500,00 euro più Iva. Seconda in graduatoria la CISELT GROUP di Mascalucia (CT), con il ribasso del 20,963%

Alla gara hanno preso parte 216 imprese.

Questa importante tornata di gare consentirà, dopo la verifica dei requisiti degli aggiudicatari e gli adempimenti contrattuali, gli interventi di manutenzione sugli immobili scolastici di proprietà del Libero Consorzio. L’attività dell’Ufficio Gare, nonostante le difficoltà legate al prosieguo del lavoro agile in seguito all’emergenza Covd-19, non si ferma, con altre procedure di gara in corso e la riapertura di altre dopo lo stop provvisorio imposto dalle norme per il contenimento dell’epidemia da coronavirus e l’attuazione delle norme di tutela sanitaria dei dipendenti.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO