Home / Attualità  / Cara Giusy ti scrivo. E poi quel dirigente Asp…

Cara Giusy ti scrivo. E poi quel dirigente Asp…

Non è un pesce d’aprile.

Nel tardo pomeriggio di oggi il giornale che mi onoro di dirigere ha pubblicato un articolo attraverso il quale pone alcuni quesiti sulla discutibile sicurezza dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, essendo questo trasformato in un vero e proprio blocco Covid 19.

Non sono passati che alcuni minuti dopo l’uscita dell’articolo che l’onorevole Giusy Savarino ha scritto un post nella sua pagina di fb attraverso il quale si viene a scoprire che davvero lei è un manager sanitario di tutto rispetto; tale e quale come i manager (che lei conosce molto, molto bene) che attualmente stanno dirigendo l’Asp più ammutolita d’Italia, che fa incazzare sindaci, giornalisti, sindacati e tutto il mondo intero.

Proprio oggi tutti i sindaci della provincia di Agrigento sono infuriati proprio contro l’Asp di Agrigento perché non è capace di comunicare con la stampa e, quindi, con la popolazione che in questo momento tutto vuole sentire tranne che l’assordante silenzio da parte dei vertici della sanità agrigentina.

E siccome si è scoperto che l’on. Guisi Savarino, eletta a sua insaputa, è davvero un manager straordinario della sanità, ha criticato, per una singolare coincidenza (?) chi scrive e pone domande assolutamente pertinenti, visto che nessuno, ripetiamo nessuno, oggi è in grado di dare risposte certe, sia sullo stato d’arte sia relative al Covid 19 sia a quanto accadrà all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

Chiediamo all’on. Savarino, detentore del verbo sanitario, quali certezze possa avere lei in merito a quello che sta accadendo all’ospedale di Agrigento?

Ci dica, l’on. Savarino, quante volte ha visitato il nosocomio agrigentino e se ne conosce la sua ubicazione?

Ci dica l’on. Savarino, che parla di “procurare allarme”, quale indicazione la accredita per sputare tanto livore contro chi pone problemi realmente esistenti e che lei (ne è convinta) sembra dare le risposte a tutto?

Ci dica l’on. Savarino, invece di prendere le vesti del capo dell’Istituto Superiore della Sanità, quali titoli abbia per dare risposte a chi pone dei quesiti che in questo momento il mondo intero si chiede?

Ci dica l’on. Savarino dove sia stata fino ad oggi per difendere, proteggere e curare la gravissima malattia cronica che avvolge la sanità agrigentina?

Ci dica, l’on. Savarino, cosa ha fatto per tranciare quel nettissimo taglio economico alla sanità che oggi, vedi caso, stiamo scoprendo essere stato assolutamente deleterio, pericoloso e drammatico?

Ci dica l’on. Savarino, cosa ha fatto fino ad oggi, per evitare che nel 2020 si possa morire ancora di malaria, visto e considerato che l’ospedale di Agrigento, da lei oggi dipinto come il San Raffaele di Milano, è privo di un reparto di malattie infettive? Loredana Guida le dice qualcosa? Cosa ha fatto lei, dove è stata, cosa ha proposto? Dove sono i risultati da lei proposti?

Concludo, on. Savarino, ascolti questo suggerimento. Faccia assieme a me un giro all’ospedale di Agrigento, con una telecamera, e tranquillizzi tutta la popolazione grazie al suo sapere in merito alla sanità nazionale, internazionale e planetaria.

E dopo questo viaggio all’interno dell’ospedale e poi magari ci sediamo dinnanzi ad una telecamera, ospite della mia trasmissione che si chiama OPINIONI (purchè non venga bloccata); almeno, grazie alla sua straordinaria conoscenza in materia, potrà tranquillizzare diecimila, centomila, trecentomila, quattrocentomila persone che potenzialmente gravitano attorno all’ospedale San Giovanni di Dio (che non l’hanno votata e, quindi non scelta). Venga, onorevole, venga, si sieda e parli. Dovrà soltanto rispondere alle mie domande. Nulla più.

Risponda a questo mio invito; qualsiasi sarà la sua risposta, renderò edotti i nostri lettori. Anche, eventualmente, del suo silenzio.

Fa specie, assolutamente specie, il comportamento di un (a) dirigente dell’Asp di Agrigento, entrato nella discussione posta in essere dalla sapiente Giuseppina. Ha raccolto le parole dell’onorevole come il Verbo, la Sacra Scrittura, il vero Sapere.

Pensate, amici lettori, questo dirigente dell’Asp di Agrigento, che dovrebbe occuparsi di sanità, aspetta le “divin parole” della Savarino non solo per tranquillizzarsi ma anche per attaccare la stampa che, lo ribadiamo, pone domande legittime, i cui scritti vengono definiti “cretinate che devo leggere”. Ed ancora continua così: “Finalmente una voce autorevole che fa chiarezza” (quella della Savarino). E con assoluta adorazione continua: “Cose scritte dolosamente per fomentare l’allarme sociale. Da galera!!!”

Incommentabile ciò che i nostri occhi hanno avuto la sfortuna di leggere su facebook.

Più avanti, ma non molto avanti, scriveremo il perché di questo di questo “innocuo interesse” per l’onorevole saraceno.

9 COMMENTI
  • Avatar
    MANLIO OTTAVIANO 1 Aprile 2020

    Direttore Castaldo,
    nel tuo filo di nota ,se non ho sbagliato i miei conti,poni all’onorevole Savarino 8 domande….
    Nemmeno ai tempi di Rischiatutto….!

    Davvero credi che SIA in grado di rispondere ……?

  • Avatar
    Angela maria 1 Aprile 2020

    Grande direttore! Grazie di dire quello che in molti pensiamo e non sappiamo esprimere

    • Avatar
      Sebastiano 1 Aprile 2020

      Direttore Castaldo,
      grazie per le sollecitazioni alla deputazione regionale “sordi!” per la sostituzione dei vertici f. f. dell’Asp. I dirigenti medici che parlano sono quelli che non rispettano il giuramento di Ippocrate. Buon lavoro

  • Avatar
    Amedeo Fuliano 1 Aprile 2020

    Direttore, ma Lei non può lasciare, in una sorta di coitus interruptus, i Suoi lettori. Vogliamo conoscere nome e cognome del / della dirigente che si è convertita sulla via di Ravanusa!! Magari cercheremo di comprenderne le ragioni. Attendo, perciò, con ansia, il Suo annunciato intervento.

    • Avatar
      Angela maria 2 Aprile 2020

      Basa dare un’occhiata verso epidemiologia secondo me…

  • Avatar
    Fabio 1 Aprile 2020

    Grande manager la Savarino come il suo nominato che passa dall’ATO a direttore sanitario aziendale e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

  • Avatar
    Dario 1 Aprile 2020

    Ma è mai possibile che si debba sopportare l’arroganza di questa gente, che tra l’altro non è stata neanche eletta?
    E purtroppo subire anche le decisioni inadeguate dei loro adepti, in un momento emergenziale?

  • Avatar
    Salvo 1 Aprile 2020

    Complimenti direttore per il suo articolo ,andiamo hai fatti vi prego di andare sul sito asp Agrigento delibere direttore generale e vi prego di andarvi a leggere le sotto elencate delibere con tutti gli allegati.delibera n 447 del 17/03/2020, delibera n 411 del 12/03/2020 ,delibera 449 del 17/03/2020,al sindacalista fulminano dico ,:quanti tamponi ad oggi l’asp di Agrigento ha in dotazioni?i tamponi che si dovevano fare a tutte le professioni sanitarie sono stati fatti ad oggi? Si spendono centinaia di Mila euro per cara igienica ecc e non per comprare tamponi e mascherine e reagenti per i laboratori di analisi .

  • Avatar
    Maria 27 Aprile 2020

    Caro Direttore , ma tu pensi veramente che la Signora ti risponda? Io credo proprio di no.Anche perché cosa dovrebbe dirti di una cosa di cui non sa assolutamente nulla.? Ha fatto sempre i suoi comodi. Non so come, è da anni, specie dopo aver subito qualche problema di ordine politico giudiziario a carico della Sua famiglia,, che passa da un incarico ad un sltro, senza sosta, sempre più prestigiosi e finanziariamente corposi.Ma che io sappia non ha mai risolto NULLA, se non “pro domo sua”! Direttore ricordera’ quando era tutti i giorni , tutto il giorno nei nostri uffici? Perché ? Nessuno lo sa , certo non era il suo lavoro, certo non veniva per prendere un caffè….!!!! Ma pazienza in Sicilia ” NON SIAMO CERTO INFERIOTI” , ma qualche problemino di gestione ce lo abbiamo di sicuro. Ciao dir.E ora aspettati che qualcuno mi ripeta che sono ” Veterostalinista”..Ciao e bravo, continua cosi’!

POSTA UN COMMENTO