Home / Secondo Piano  / Furci Siculo, strangolata 27enne di Favara, ad ucciderla il fidanzato

Furci Siculo, strangolata 27enne di Favara, ad ucciderla il fidanzato

Tragedia stamani a Furci Siculo. In una villetta di via delle Mimose, un giovane avrebbe strangolato e ucciso la fidanzata convivente. Poi avrebbe tentato il suicidio, procurandosi tagli ai polsi e al collo con un coltello, senza riuscirci. Sembra che lo stesso presunto assassino avrebbe tentato anche i Carabinieri. Il giovane è stato trasportato al Policlinico di Messina, dove è piantonato dai carabinieri.

A perdere la vita Lorena Quaranta, una giovane della provincia di Agrigento. Era studentessa alla Facoltà di Medicina dell’Università di Messina. Il convivente, Antonio De Pace, è un giovane calabrese di Vibo Valentia.

Sul posto l’ambulanza del 118, ma per la donna non c’è stato niente da fare. Primi rilievi ad opera dei carabinieri della stazione di Santa Teresa Riva (al comando del luogotenente Maurizio La Monica) e della compagnia di Taormina, guidata dal capitano Arcangelo Maiello.

Sulla triste vicenda è intervenuto il sindaco del piccolo Comune del messinese Matteo Francilia che ha dichiarato: “E un dramma nel dramma. Stamattina ci siamo svegliati con la notizia di questa tragedia. Siamo sconvolti”.

“Non conoscevo né la vittima né l’assassino – spiega il primo cittadino che si è recato immediatamente sul posto -. Dalle poche notizie che ho potuto raccogliere pare che entrambi non fossero originari di Furci Siculo. Confidiamo nel lavoro dei carabinieri e della magistratura per fare luce su quanto accaduto, ma ogni forma di violenza, ancora di più se commessa ai danni di una donna – precisa il sindaco leghista -, va condannata senza se e senza ma. Chi si macchia di simili gesti deve marcire in galera”.

16 COMMENTI
  • Avatar
    Antonio 31 Marzo 2020

    E’ inconcepibile che vi siano uomini che considerino le proprie donne come cose…Sono ”uomini” malati e socialmente pericolosi che non sanno amare,che non hanno mai conosciuto l’amore e che calpestano il sentimento e i sentimenti.Amare non vuol dire possedere,nessun essere umano può e deve essere considerato ”proprietà”.

  • Avatar
    Elio 31 Marzo 2020

    Che tristezza

  • Avatar
    Gabriella 31 Marzo 2020

    Ergastolo

  • Avatar
    Giuseppe 31 Marzo 2020

    Cosa lorda

  • Avatar
    Paolo 31 Marzo 2020

    Non so cosa dire

  • Avatar
    Antonina 31 Marzo 2020

    Sedia elettrica

  • Avatar
    Paolo 31 Marzo 2020

    no (in una camera solo per tutto il resto della sua vita)

  • Avatar
    Danilo 31 Marzo 2020

    Si stava per suicidare….ora consegnatelo ai familiari della povera ragazza…!!! Bastardo..!!

  • Avatar
    Diego 31 Marzo 2020

    Pezzo di m….

  • Avatar
    Giuseppe 31 Marzo 2020

    Consegnatelo al padre. R.i.p. povera ragazza.

  • Avatar
    Giovanni 31 Marzo 2020

    Uomo inutile fate decidere ai familiari la pena.

  • Avatar
    Antonio 31 Marzo 2020

    Che rabbia… Che rabbia…
    Io saro’ estremista….. Ma non voglio il processo… Per questi atti cosi’ atroci.. Ci vuole la pena capitale…
    Andate dai familiari di Loredana…….. E dategli la possibilita’ di farsi giustizia da sé… Mi dispiace io queste cose non le perdono… Non posso e non voglio😡😡

  • Avatar
    Maria 31 Marzo 2020

    Scioccata …. malati di cervello

  • Avatar
    Antonio 31 Marzo 2020

    Innocente fino al terzo grado di giudizio??? Ma quale processo, in carcere a vita immediatamente, sol perché in Italia non esiste la pena di morte che, in casi simili, dovrebbe essere prevista.

  • Avatar
    Antonio 31 Marzo 2020

    L’acido… quello ci vorrebbe, ma non per deturparti ma per squagliarti così che di te, essere spregevole, non rimanga traccia

  • Avatar
    gerlando piparo 31 Marzo 2020

    Una donna non dovrebbe mai difendersi da chi ama. Questa è la prima e unica regola che un vero uomo conosce.

POSTA UN COMMENTO