Home / Secondo Piano  / Tentato omicidio a Raffadali, un arresto
   

Tentato omicidio a Raffadali, un arresto

 

A Raffadali i Carabinieri hanno arrestato un uomo di 58 anni, già noto alle forze dell’ordine, per tentato omicidio della moglie. Una vicina di casa ha telefonato nottetempo al 112: “Correte. Urla e lamenti provengono dall’appartamento accanto al mio”. I Carabinieri si precipitano sul posto, nel centro cittadino, bussano più volte alla porta finchè un uomo apre, agitato, con una penna a sfera macchiata di sangue. Le sue parole: “Ho litigato con mia moglie, e l’ho colpita alla testa con la penna”. La donna è colta in cucina, seduta su una sedia, che piange reggendosi la testa, dove ha un’ampia ferita alla tempia sinistra, troppo ampia per essere stata causata da una penna. Senza indugiare, i Carabinieri controllano in maniera accurata le stanze di casa, fino a trovare un coltello di 20 centimetri ancora intriso di sangue. Dunque, la lite in famiglia è degenerata in una violenta aggressione con il coltello. Nel frattempo un’ambulanza trasporta la donna in ospedale, in osservazione per trauma cranico, non in pericolo di vita. Il 58enne, come disposto dalla sostituto procuratore Alessandra Russo, è stato trasferito in carcere.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO