Home / Secondo Piano  / Coerente la scelta del Comune di Gela di impugnare una deliberazione avversa della Giunta Regionale

Coerente la scelta del Comune di Gela di impugnare una deliberazione avversa della Giunta Regionale

Il vicepresidente della Regione e assessore al Bilancio Gaetano Armao ha criticato la decisione del Sindaco di Gela di conferire un incarico legale volto all’annullamento della deliberazione della Giunta Regionale numero 389 dell’1 novembre 2019 con la quale sono stati esclusi dai finanziamenti previsti dal “Patto Per il Sud” importanti progetti relativi al Comune di Gela.
In particolare, secondo l’assessore Armao, tale ricorso sarebbe stato inutile anche in considerazione del fatto che la deliberazione della Giunta Regionale doveva ritenersi inefficace e sospesa nelle more dell’acquisizione – ai sensi dell’articolo 50, comma 3 bis, della legge regionale 6 agosto 2009, n. 9 – di appositi pareri da parte della Commissione Bilancio e della Commissione per l’esame delle questioni concernenti l’attività dell’Unione europea.
Ebbene, con nota del 13.02.2020, il Vice Segretario Generale Vicario dell’ARS, di fatto smentendo la tesi dell’avvocato Armao, ha rilevato che la deliberazione della Giunta regionale n. 389 dell’1 novembre 2019 “non risulta conforme alla fattispecie normativa di cui all’articolo 50, comma 3 bis, della legge regionale 6 agosto 2009, n. 9, che prevede che le Commissioni parlamentari in materia di bilancio e di attività dell’Unione europea esprimano il parere di competenza sulle proposte di modifica finanziarie, e di merito relative agli strumenti attuativi della programmazione europea prima dell’approvazione della Giunta. E che, come si evince dal tenore letterale della stessa norma, oggetto del parere delle Commissioni deve essere una proposta e non una deliberazione già approvata dalla Giunta regionale. E che, conseguentemente, non si è proceduto alla trasmissione alle Commissioni competenti della citata delibera della Giunta regionale, e le medesime Commissioni non hanno espresso alcun parere” .
Dunque, contrariamente a quanto ritenuto dall’avvocato Armao, nessun ulteriore parere delle Commissioni dell’Assemblea Regionale Siciliana sarà adottato sulla suddetta Deliberazione n. 389/19.
Pertanto, deve ritenersi certamente coerente la scelta del Comune di Gela di impugnare la suddetta Deliberazione della Giunta Regionale.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO