Home / Secondo Piano  / Arresto Rackete, la Cassazione rigetta il ricorso della Procura di Agrigento

Arresto Rackete, la Cassazione rigetta il ricorso della Procura di Agrigento

La Cassazione ha respinto il ricorso della Procura di Agrigento contro l’ordinanza della giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, che lo scorso 2 luglio ha annullato gli arresti domiciliari, non convalidandoli, e ha restituito la libertà a Carola Rackete, la comandante tedesca della nave umanitaria “Sea Watch” approdata a Lampedusa forzando il blocco della Guardia di Finanza il 29 giugno precedente. Secondo la tesi della giudice Vella, condivisa dalla Cassazione, la resistenza a pubblico ufficiale è stata scriminata dall’adempimento del dovere di salvare vite umane in mare.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO