Home / Secondo Piano  / All’Ars il taglio dei vitalizi, e si lavora per eliminare il voto segreto

All’Ars il taglio dei vitalizi, e si lavora per eliminare il voto segreto

Martedì prossimo, 19 novembre, si riunisce l’Assemblea Regionale Siciliana e all’ordine del giorno vi sarà il taglio dei vitalizi. La Commissione Regolamento dell’Ars è a lavoro, nel frattempo, per esaminare preliminarmente le proposte per superare il voto segreto. Emergono già divergenze: Nicola D’Agostino, componente della Commissione Regolamento e presidente del neonato gruppo Italia viva all’Ars, ha manifestato la sua contrarietà all’eliminazione della modalità di voto segreto in quanto – ha affermato – “garantisce la libertà di scelta dei singoli deputati”. Il Movimento 5 Stelle ha ribadito la sua proposta, già presentata. Stefano Zito spiega: “Già nell’aprile scorso abbiamo presentato una proposta che prevede l’inversione fra voto segreto e voto palese. Abbiamo cioè previsto che se qualcuno chiede il voto segreto e poi qualcuno chiede il voto palese si dà preferenza al voto palese. Inoltre, occorre prevedere un sistema sanzionatorio per i deputati che si assentano dai lavori parlamentari senza giustificati motivi”. Riguardo il disegno di legge per il taglio ai vitalizi, all’esame da martedì prossimo, il presidente di Sala d’Ercole, Gianfranco Miccichè, ha affermato: “Dobbiamo esaminarlo in aula perché sia esitato entro il 31 novembre, così da non essere soggetti alle sanzioni del legislatore statale”. Entro lunedì scade infine il termine per presentare gli emendamenti anche ad altri tre disegni di legge: quello sulle lobby, uno sull’osservatorio sulla sicurezza degli operatori sanitari e un altro di riordino dell’assistenza delle aree pediatriche.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO