Home / 2019 / Ottobre (Pagina 13)

Un controllo nelle celle dei detenuti, da parte della polizia penitenziaria dell’istituto penitenziario di Augusta ha portato alla luce un bizzarro risultato. Sono stati rinvenuti apparecchi telefonici, taluni di dimensioni ridotte – abilmente occultati in pacchetti di sigarette e in un panino – ed una scheda sim, nascosta  all’interno di un evidenziatore.
In totale sono stati rinvenuti e sequestrati: una sim card – attiva e funzionante; uno smartphone di ultima generazione e 13 cellulari di dimensioni ridotte.

Le indagini sono in corso per fare luce su come siano arrivati lì gli strumenti di comunicazione e al loro utilizzo finale.

Alle prime luce dell’alba di oggi gli agenti della Polizia di Ragusa su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, ha eseguito numerose custodie cautelari e  il sequestro preventivo di aziende operanti nel settore del riciclo del materiale plastico.
Le indagini eseguite hanno dato luce ad una organizzazione criminale dedita al traffico illecito di rifiuti e che la stessa associazione è riconducibile alla stidda.
Ai soggetti destinatari della custodia cautelare, vengono contestati i reati di estorsione pluriaggravata, l’illecita concorrenza con minaccia, lesioni aggravate, ricettazione,  detenzione e porto di armi da fuoco e  danneggiamento seguito da incendio.

Ecco i nomi dei 15 destinatari delle misure cautelari: sono finiti in carcere Claudio Carbonaro 60 anni di Vittoria, Salvatore D’Agosta di 53 anni, Giuseppe Ingala di 36 anni, Antonino Minardi di 45 anni, Crocifisso Minardi di 53 anni, Emanuele Minardi di 49 anni, Salvatore Minardi di 45 anni, Giovanni Tonghi di 38 anni, Giovanni Donzelli di 71 anni e Raffaele Donzelli di 46 anni, tutti di Vittoria. Agli arresti domiciliari sono finiti Gaetano Tonghi di 37 anni, Giovanni Longo di 55 anni, Andrea Marcellino di 35 anni, Salvatore Minardi di 25 anni e Francesco Farruggia di 42 anni.

Assieme ai 15 destinatari delle misure cautelari sono stati arrestati anche due imprenditori. Imprenditori divenuti assest economico della costa.

Le aziende sottoposte a sequestro preventivo sono 5 per un valore economico di oltre 5 miliardi.

Spicca tra i nomi dei destinatari della misura cautelare in carcere quello di Claudio Carbonaro, già collaboratore di giustizia dal 1992, reo confesso di 60 omicidi.

Dopo essere uscito dal programma di protezione testimoni Carbonaro è rientrato in terra Sicula, chiedendo aiuto allo stato essendo rimasto sul lastrico, ma la realtà scoperta dagli agenti della Polizia era diversa, il Carbonaro era già in procinto di riorganizzare la sua banda, era rientrato nella sua veste di boss svestendosi di quella da collaboratore.

L’operazione degli agenti della Polizia di Ragusa è stata ribattezzata “Plastic Free”

Il sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Chiara Bisso ha avanzato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di
Pasquale Di Stefano, Umberto Nocito e Annamaria Stagno sono stati rinviati a giudizio. Richiesta avanzata dal sostituto procuratore di Agrigento Chiara Bisso.
A presiedere l’udienza prelinare, che si svolgerà il 14 novembre, sarà il gup Francesco Provenzano.
Pasquale Di Stefano, viene arrestato in Germania dopo un periodo di latitanza.  È accusato di furto ai danni di Poste Italiane di cui era un impiegato. Umberto Nocito e Annamaria Stagno – una coppia Favarese sono accusati di estorsione ai danni del Di Stefano.

Un uomo extracomunitario è stato colpito dal divieto di avvicinento e frequenza di luoghi frequentati da una donna canicattinese – rea di essere l’ex amante dell’uomo.
La misura è stata emessa dal Tribunale di Agrigento ed eseguita dagli agenti del commissariati di Canicattì.
La vicenda: l’uomo e la donna, hanno intrattenuto un rapporto  extraconiugale. Dopo che la donna decide di troncare il rapporto clandestino, l’uomo da inizio agli atti persecutori.
Minacce, offese, vessazioni, pedimenti e continue telefonate sono i comportamenti persecutori tenuti dall’uomo.
A far scattare la denuncia da parte della donna, a quanto pare, sia stata la minaccia di pubblicazione di alcune foto e video hard che riprendevano la donna.

La Corte Costituzione ha sciolto il nodo, dichiarando incostituzionale, l’ordinamento penitenziario che disciplina l’ergastolo ostativo, nella parte in cui non prevede i permessi premio in assenza di collaborazione con la giustizia.
Per usufruire dei permessi premio il condannato, deve dare dimostrazione di seguire il percorso rieducativo, e di escludere collegamenti con la criminalità organizzata.
La valutazione, finale, della concessione dei permessi premio, in virtù della pronuncia della Corte Costituzionale, viene demandata al
Magistrato di sorveglianza il quale valuterà ogni singolo caso, supportando la sua decisione con  la relazioni dei carceri unita ai pareri della Procura e del Comitato di Sicurezza di Pubblica.

Il mondo sociale e  politico scuote la testa alla decisione presa.

Dal pomeriggio di domani, giovedì 24 Ottobre 2019, e per le successive 24-30 ore, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, sulla Sicilia, specie sui settori centro occidentali.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento.

Localmente le cumulare di precipitazioni potranno risultare abbondanti.

Nell’amministrazione comunale di Porto Empedocle, è stato nominato un nuovo membro nella Giunta.

Si tratta di Calogero Conigliaro,  ricercatore e Presidente dell’Associazione Culturale SicilStoria.  

Conigliaro è anche un giornalista e cercherà di costruire un lavoro di sinergia tra turismo e associazionismo.

“La nomina di questo assessore va nella direzione di aprire l’Amministrazione da me presieduta alla società civile – ha spiegato la Carmina – vogliamo una città che possa mettere insieme le migliori energie lavorando con umiltà, ma nel rispetto delle regole democratiche”.

Inoltre, nei prossimi giorni è prevista una ridistribuzione delle deleghe.  

L’attore empedoclino, Giugiu Gramaglia, ancora sul set televisivo di un’opera tratta da un romanzo storico di Andrea Cammilleri. Sono iniziate nel Ragusano, tra Ispica e Scicli, le riprese della nuova fiction tv di Rai 1 “La concessione del telefono”, prodotta dalla Palomar, che produce il “Commissario Montalbano” e tutti i romanzi di Camilleri in tv.

Giugiu Gramaglia, nella nuova fiction, ambientata nella Sicilia di fine ‘800 tra Palermo, Montelusa e Vigata, interpreta il personaggio del dottore Antonio Tamburello, direttore dell’Ufficio Postale di Vigata. Gramaglia, inoltre, sarà prossimamente in televisione, su Rai 2, con la fiction “Il Cacciatore”, diretto da Davide Marengo, ispirato alla storia vera del giudice Sabella, membro del pool antimafia negli anni ’90.

Agrigento vanta un prestigioso secondo posto ottenuto nella classifica delle migliori destinazioni al mondo per il 2020 stilata dall’agenzia Ovation Travel Group’s per Forbes.com. La lista è stata redatta sulla base delle vendite e delle aspirazioni dei turisti americani.

In proposito interviene a commento il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che afferma: “Agrigento 2020 è più che una grande opportunità. La città intera deve comprendere che questo brand è forte e che le condizioni create per attrarre visitatori sono pari a quelle per trattenere i turisti. Tutti sono chiamati a condividere la portata di quanto sta per accadere, senza riserve mentali”.

Agrigento vanta un prestigioso secondo posto ottenuto nella classifica delle migliori destinazioni al mondo per il 2020 stilata dall’agenzia Ovation Travel Group’s per Forbes.com. La lista è stata redatta sulla base delle vendite e delle aspirazioni dei turisti americani. In proposito interviene il presidente di ConfCommercio Sicilia, Francesco Picarella, che afferma: “La Sicilia è un bellissimo museo diffuso che va valorizzato tutto. Per farlo occorre investire su infrastrutture e servizi connessi. Occorre favorire azioni per incentivare lo sviluppo turistico, mettere in condizione gli operatori di accogliere al meglio i turisti e generare in loro quello che considero il fattore principe delle recensioni mondiali, ovvero il passaparola positivo. Impensabile, ad esempio, che i turisti arrivino in Sicilia e debbano ancora confrontarsi con servizi scadenti, strade impraticabili e collegamenti approssimativi. Troppo distanti Palermo e Agrigento, arduo raggiungere la Città dei templi dai principali aeroporti. Migliorare la viabilità e la sostenibilità del turismo sono solo alcune delle priorità da mettere in agenda”.