Home / Agrigento  / Agrigento, dopo le pioggie spuntano i cassonetti nella zona di Agrigento Est (ex Favara ovest), ed è già problema igienico sanitario (foto)

Agrigento, dopo le pioggie spuntano i cassonetti nella zona di Agrigento Est (ex Favara ovest), ed è già problema igienico sanitario (foto)

Il 1 ottobre 2019, il servizio di raccolta dei rifiuti nella nuova zona di Agrigento est (ex Favara ovest) è mutato. Sono ricomparsi i cassonetti!
Nella popolosa zona, sotto la gestione agrigentina, non vi è mai stato il servizio porta a porta come nel resto della città, ma c’era – fino al 30 settembre – un servizio, offerto dalla RTI Iseda,  che alla fine tutti invidiavano: un centro di conferimento dei rifiuti presidiato, composto da due operatori ed un mezzo o due (dipende dal calendario di conferimento), i quali oltre a garantire la qualità e il controllo del conferimento, hanno garantito anche la pulizia delle aree – per quello che potevano, servizio lodevole e di qualità!
Ma adesso qualcosa si è rotto. Il centro di conferimento presidiato e stato sostituito dai cassonetti in area comunale non presidiata. Area aperta H24, facilmente  raggiungibile a tutte le ore del giorno, ove conferiscono oltre ai cittadini agrigentini anche i cittadini  del vicino comune di Favara i quali combattono con il mancato ritiro dell’umido. Non esiste più un calendario, ognuno conferisce quello che vuole a qualsiasi ora del giorno. La differenziata ormai non esiste più. Solo indifferenziato, una montagna!
Abbiamo monitorato il centro di raccolta, nelle ultime giornate,  la situazione igienica è in costante declino, i sanitari del ASL sono già in preallarme.
Questa sera l’epilogo, qualche “buon tempone” avrà pensato di dare fuoco ai cassonetti e alla montagna di rifiuti per ritornare alla normalità o per intimidire chissa chi! L’intervento degli uomini del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Agrigento ha riportato la situazione alla normalità!?!
Chiediamo al sindaco e all’assessore all’ecologia  di rivedere l’attuale modalità di raccolta dei rifiuti, e di attuare tutte le procedure atte ad evitare il ri-verificarsi di casi simili.

Fino al 31 dicembre 2018 il servizio di igiene ambientale della zona era servita dal comune di Favara in forza a una delibera del 1994. Il 31 dicembre dello stesso anno con un messaggio il primo cittadino della città dell’agnello pasquale con un messaggio sul social web  Facebook comunica la sospensione del servizio e il passaggio della competenza al comune di Agrigento con decorrenza 1 gennaio 2019. Dopo un paio di giorni di confusione e spiazzamento veniva istituito un punto di raccolta a servizio dei cittadini agrigentini.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO