Home / Secondo Piano  / Faida Liegi-Favara: disposti nuovi accertamenti biologici

Faida Liegi-Favara: disposti nuovi accertamenti biologici

La Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, nelle persone dei sostituti procuratori Claudio Camilleri e Alessia Sinatra, ha disposto nuovi accertamenti irripetibili di tipo biologico su alcuni reperti sequestrati durante il tentato omicidio avvenuto nel maggio 2016 nei confronti di Carmelo Nicotra, panettiere scampato miracolosamente ad una pioggia di proiettili in via Torino.

Gli accertamenti si svolgeranno il prossimo 21 ottobre negli uffici del Gabinetto Regionale della Polizia di Stato. In particolare verranno analizzati un paio di jeans ed un crocifisso.

Una faida cominciata nel settembre 2015 con l’uccisione di Mario Jakelich ed il ferimento di Maurizio Di Stefano a Liegi; scia di sangue che è proseguita poi con gli omicidi dell’empedoclino Carmelo Ciffa e del ristoratore favarese Carmelo Sorce, a Liegi. Poi fu la volta del tentato omicidio di Carmelo Nicotra e, ultimo in ordine di tempo, l’uccisione in piazza a Favara di Carmelo Ferraro.

In tutto sono nove gli indagati in quella che è comunemente chiamata faida Belgio-Favara.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO