Home / 2019 / Settembre (Pagina 7)

L’Ufficio risorse umane del Comune di Licata ha autorizzato l’assegnazione alla Commissione straordinaria del Comune di San Cataldo, sciolto dal Consiglio dei Ministri per infiltrazioni mafiose, dell’ingegnere Vincenzo Ortega, da tempo sotto scorta a seguito della sua intensa attività di lotta all’abusivismo edilizio a Licata. Vincenzo Ortega è stato costretto a rinunciare alla dirigenza del settore Urbanistica del Comune di Licata perché il sindaco, sollevando non poche critiche, ha deciso di abolire tutte le figure dirigenziali.

Un incendio è divampato la scorsa giornata in un terreno in contrada Borsellino, a Joppolo Giancaxio, avvolgendo in breve tempo un casolare di proprietà di un imprenditore agricolo residente a Joppolo.

Le fiamme hanno avvolto il casolare danneggiandolo seriamente. Sul posto due squadre di Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Agrigento che hanno domato il rogo. Da capire la natura dell’incendio.

 Non sono state trovate tracce di liquido infiammabile anche se la pista privilegiata resta quella dolosa. Appare improbabile che tale rogo si sia sviluppato autonomamente magari con la combustione di sterpaglie.

 

Ad Agrigento, su iniziativa di Legambiente, nell’ambito della campagna “Ripuliamo le spiagge”, è stata pulita la spiaggia di Maddalusa. Le interviste a Giuseppe Ragusa, responsabile Legambiente per “Ripuliamo le spiagge”, Pierluigi Scozzari, docente all’Istituto Rita Levi Montalcini, Raffaella Giambra, referente Legambiente Scuola e Formazione Sicilia, e gli alunni Ida Ciranna e Alessio Pisciotto a breve

Dopo la riscrittura senza impegni di spesa, l’Assemblea approva parte del collegato. Stralciato l’articolo sui precari Asu. I dettagli sulle altre norme approvate.

La mancanza di coperture finanziarie, lo stop al collegato, il blocco della spesa, la riscrittura del collegato alla Finanziaria senza impegno di denaro e adesso l’ok da parte dell’Assemblea Regionale a parte degli articolo del maxi – emendamento, ovvero il collegato dei collegati alla Finanziaria che ha concluso la “saga” dei collegati che si trascina dal gennaio scorso quando, su iniziativa del Governo, è stato deciso di approvare subito la Finanziaria a gennaio per scongiurare l’esercizio provvisorio, trasferendo tutto ciò che non sarebbe stato approvabile a gennaio nei collegati. E’ stata un’esperienza disastrosa, come ha ammesso lo stesso presidente Musumeci che ha assicurato: “Non riproporremo più i collegati”. Dunque, il maxi – emendamento è privo di impegni di spesa, e quindi zero contributi per associazioni, fondazioni, musei e altro compreso nella ex tabella H. Si tratta di 36 articoli. L’articolo sui lavoratori socialmente utili, che avrebbe consentito la stabilizzazione di 5.300 precari Asu, sarebbe costato, e quindi è stato stralciato. Sono state invece approvate alcune norme che prorogano i contratti degli ex lavoratori Pumex e Almaviva. E poi ok agli articoli per utilizzare la blockchain al fine della tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti agro-alimentari siciliani e la promozione del Made in Sicily. Approvati anche l’articolo 8 sulla regolarizzazione degli oneri previdenziali e assistenziali per i lavoratori delle società e i consorzi d’ambito del settore dei rifiuti, e l’articolo 9 con norme per le Autorità d’Ambito ottimali poste in liquidazione. Poi il governo ha proposto all’articolo 7 l’istituzione dell’Osservatorio del Floro-vivaismo e del paesaggio rurale del Mediterraneo, ma l’Assemblea lo ha soppresso ritenendo che la normativa contenesse un capitolo di spesa. E poi è stato approvato l’articolo che dovrebbe rimediare a una delle vergogne della storia della Regione Siciliana: 10 anni addietro, all’Istituto per l’incremento ippico, i 30 palafrenieri, ovvero i custodi dei cavalli, sono stati tutti promossi come amministrativi, e da allora nessuno si è occupato del mangiare ai cavalli. Ebbene, adesso è stata approvata una nuova pianta organica che prevede il ripristino delle mansioni necessarie. E il presidente della Regione, Nello Musumeci, da sempre appassionato di cavalli, in Aula ha commentato così: “All’istituto per l’incremento ippico lavoravano una trentina di palafrenieri che sono stati promossi a istruttori. Ma cosa ha da fare l’istituto di 30 amministrativi? Con questa norma mandiamo questa gente a fare un lavoro adatto alla mansione. Mi sembra un’ingiustizia non metterli a fare un lavoro commisurato e mi sembra un’ingiustizia per i cavalli che hanno bisogno delle opportune cure”. L’esame degli altri articoli del maxi-emendamento è stato rinviato a martedì prossimo primo ottobre. Alla prossima settimana è rinviata anche la discussione a Sala d’Ercole sul dissesto finanziario.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

Lungo lo scorrimento veloce Palermo – Sciacca, statale 624, i Carabinieri della Compagnia di Sciacca hanno arrestato due palermitani, uno di 26 e l’altro di 32 anni, che in prossimità di un posto di blocco hanno lanciato fuori dal finestrino dell’auto una busta. Dopo il recupero, all’interno sono stati rivenuti 4 panetti di hashish. Nel corso della perquisizione veicolare e personale sono stati sequestrati, inoltre, 10 grammi di cocaina, nascosti a bordo dell’auto. L’autista dell’auto tra l’altro è stato denunciato anche per guida senza patente. La droga sequestrata, probabilmente destinata al consumo saccense, avrebbe fruttato al dettaglio quasi 7mila euro.