Home / 2019 / Agosto (Pagina 30)

Ad Agrigento l’amministrazione comunale ha costituito l’Urban Center, al fine di coinvolgere la cittadinanza, gli ordini professionali, associazioni e movimenti, nella elaborazione e nel suggerimento di politiche di riqualificazione e valorizzazione del territorio. L’Urban Center si è già riunito sotto il coordinamento di Guido Bissanti. Dopo la pausa estiva sarà inoltre inaugurata la sede ufficiale dell’Urban Center, all’interno del Palazzo Filippini.

Nell’ambito di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione di reati di detenzione di fuochi d’artificio e materiale esplosivo, durante un controllo in un’armeria a Licata, i poliziotti del locale Commissariato, in collaborazione con la Guardia di Finanza, hanno accertato che il titolare ha detenuto all’interno dell’esercizio della polvere da sparo in palese eccedenza rispetto a quanto autorizzato nelle prescritte autorizzazioni. Il titolare, legalmente autorizzato per un quantitativo massimo di 20 chilogrammi, ha detenuto in deposito più del doppio, per un quantitativo complessivo di 47 chili, variamente confezionato, e che è stato posto sotto sequestro penale. Poliziotti e Finanzieri hanno inoltre accertato l’irregolare tenuta del prescritto registro di carico e scarico, e la custodia di alcune armi da sparo senza la dovuta diligenza. Il titolare è stato denunciato all’Autorità giudiziaria in riferimento alle contestazioni a suo carico.

A Sciacca all’ospedale “Giovanni Paolo secondo” un infermiere in servizio al pronto soccorso è stato aggredito con pugni al volto. L’aggressore è stato bloccato e allontanato. Nel corso della colluttazione, un anziano, intervenuto a difesa dell’operatore sanitario, ha subito delle ferite. L’infermiere è stato soccorso con 15 giorni di prognosi. Indagini in corso ad opera dei Carabinieri. A seguito di quanto accaduto a Sciacca interviene il presidente dell’Opi (Ordini professioni infermieristiche) di Agrigento, Salvatore Occhipinti, che commenta: “Nel condannare un atto tanto deplorevole, esprimiamo solidarietà al collega. E l’Ordine professionale degli Infermieri non solo mette a disposizione il proprio ufficio legale, ma è anche pronto a costituirsi parte civile nell’eventuale processo da istruirsi. Non c’è giustificazione per azioni del genere. E’ ora di finirla con queste aggressioni degne di biasimo ai danni di professionisti che svolgono il proprio lavoro e che condanniamo senza dubbio alcuno”.

Il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha finanziato per 40,2 milioni di euro tre interventi sulla rete idrica della Sicilia occidentale, su proposta del ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio, con una decisione che re-distribuisce finanziamenti già stanziati dal Cipe tra il 2002 e il 2012. Le opere comprese sono le reti dello Jato, il serbatoio Garcia e il suo sistema di sollevamento, e anche nuovi canali di irrigazione fra le province di Palermo, Trapani e Agrigento. I fondi, nel dettaglio, saranno spesi per rendere più moderne le reti idriche nella zona dello Jato, il risanamento del sistema di sollevamento nel serbatoio Garcia sul fiume Belice sinistro, e la costruzione di un altro lotto di irrigazione. Il commissario straordinario del Consorzio di bonifica della Sicilia occidentale, Carlo Turriciano, commenta: “E’ un risultato doppiamente importante non solo perché saremo in grado di portare un deciso ammodernamento delle reti di distribuzione irrigua in diverse zone del nostro territorio, e di aumentare la superficie attrezzata, ma anche perché abbiamo evitato che questo finanziamento venisse perso. Con la realizzazione di questi importanti interventi si compie un deciso passo avanti e si apre una nuova fase operativa con l’obiettivo di dotare il Consorzio di infrastrutture di adduzione e distribuzione della risorsa idrica e irrigua, sempre più efficienti per garantire il miglior servizio irriguo al comparto agricolo del territorio”.

Il sindaco di Torretta, in provincia di Palermo, Salvatore Gambino, è stato arrestato in carcere per concorso esterno alla mafia lo scorso 17 luglio. Adesso il Comune di Torretta è stato sciolto per infiltrazioni mafiose dal Consiglio dei ministri: la decisione è giunta al termine della seduta notturna iniziata ieri sera, con una delibera che, tra le altre misure, proroga anche il commissariamento del Comune di Camastra, in provincia di Agrigento, e di altri quattro Comuni in Calabria e Puglia.
Per la Sicilia è il quinto caso di scioglimento di un ente locale per infiltrazioni mafiose in pochi mesi. Il provvedimento a carico di Torretta segue Pachino, Mistretta, San Cataldo e San Cipirello, con altrettante nomine di commissari. Il sindaco di Torretta, Salvatore Gambino, è ritenuto a disposizione della famiglia Zito, il clan locale. Il Comune di Torretta è già stato sciolto per mafia nel 2005.

Semaforo verde a cento milioni di euro per le ex Province siciliane. La Conferenza Regione – Enti Locali ha reso parere positivo alla ripartizione delle somme per il 2019.

Semaforo verde a cento milioni di euro per le ex Province siciliane. La Conferenza Regione – Enti Locali si è riunita sotto la presidenza dell’assessore regionale agli Enti locali, Bernardette Grasso, su delega del presidente della Regione, Nello Musumeci. E ha reso parere positivo alla ripartizione delle somme per il 2019 tra le nove Province siciliane che alcuni si ostinano a definire Liberi Consorzi di Comuni ma che, in verità, non hanno consorziato nulla e sono solo il frutto partorito, anzi abortito, della fallimentare riforma ad opera del governo Crocetta. I cento milioni di euro sono risorse già annunciate nel maggio scorso quando è stato firmato il relativo accordo tra Regione Sicilia e Stato. Adesso saranno subito distribuite: per una quota pari all’80 per cento sono destinate alla ‘spesa corrente’, e il restante 20 per cento sarà pagato all’atto della presentazione dei consuntivi di spesa. E il presidente Musumeci commenta: “Questa boccata di ossigeno non risolve, come tutti sappiamo, il problema legato alla stessa sopravvivenza delle nove ex Province siciliane. Lo Stato ci dica finalmente cosa intende fare degli enti intermedi. E non solo in termini di finanza locale. Ci dica Roma a chi vuole affidare le competenze delle Province (a cominciare dai 17 mila chilometri di strade) e che sorte vuole riservare alle migliaia di dipendenti, costretti a vivere nell’emergenza”. E l’assessore Bernardette Grasso aggiunge: “Sono soddisfatta per il risultato raggiunto. Dopo avere trasferito negli scorsi mesi, con la legge di stabilità, 102 milioni di euro per le nove Province, adesso sblocchiamo ulteriori importanti risorse che le ex Province potranno utilizzare per assicurare ai territori le funzioni essenziali e chiudere i bilanci”. E a proposito di dipendenti, per garantire l’erogazione degli stipendi particolare attenzione è stata riservata alla Provincia di Siracusa, già in dissesto finanziario e che versa nello stato di maggiore necessità, ed a cui sarà trasferita anche un’anticipazione a valere sulle somme destinate al pagamento dei mutui.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

Tutto pronto per l’evento dell’estate empedoclina e del primo Light Blue Festival sea sound fest,la due giorni che si svolgerà nel rinnovato Lido Azzurro con lo splendido Lungomare Nettuno.

Giovedì 8 agosto presentazione della due giorni di musica dove verrà presentata la kermesse.Per l’evento ci saranno Dj ,Trapper nazionali e cantanti che entusiasmeranno la folla che assisterà a un evento di caratura nazionale.

La conferenza stampa  si svolgerà alle 10.30 di giovedì 8 agosto al Riviera Palace a Lido Azzurro di Porto Empedocle,presenteranno la manifestazione il Sindaco Ida Carmina,l’Assessore al turismo Salvatore Di Betta e Salvatore Zoppo,organizzatore di tutti gli eventi  “Estate Empedoclina 2019″e infine  Marco Catalano uno dei protagonisti del Light Blue Festival.

Gli spettacoli avranno inizio nel cuore di Lido Azzurro giorno 9 agosto dalle 18.00 in poi e giorno 10 dalle 22.00 a seguire per una due giorni di grande musica nel cuore del Mediterraneo.

Mancano ormai 4 giorni alla XII edizione del Premio Nazionale “Sipario D’Oro”.

L’evento si terrà sabato prossimo, 10 Agosto, alle ore 21.00 nella piazza di Joppolo Giancaxio.

Per la prima volta, quest anno, la manifestazione si è potuta svolgere grazie alla partecipazione di sponsor privati che, evidentemente, hanno creduto di più rispetto al comune di Joppolo Giancaxio al valore dell’evento.

Si tratta della Omnia Congress, organizzatrice di eventi, della Trattoria da Mimmo di Giardina Gallotti, della Tipografia Maira di Agrigento e dell’autofficina di Angelo Vullo sita al Villaggio Mosè.

La cerimonia di premiazione sarà condotta dai giornalisti Simona Stammelluti e Lelio Castaldo.

Ecco i premiati:

     Ricerca Scientifica: Dott. Massimo Vergari, Regional Business Manager della Pharma Bayer;

       Medicina: Dott. Emerico Ballo, Cardiochirurgo Maria Eleonora Hospital Palermo;            

      Scuola e Istruzione: Prof.ssa Enza Ierna, Dirigente Scolastico;

   Cultura Satirica (Satira Agrigentina), Alfonso Cartannilica;                  

      Narrativa: Prof. Stefano Milioto, scrittore;

    Cultura-“Strada degli Scrittori”: Dott. Felice Cavallaro, Giornalista Corriere Della Sera;

     Medicina: Dott.ssa Rossella Macedonio, Oculista;

       Giornalismo: Franco Pullara, Direttore responsabile Sicilia On Press;

     Promozione Culturale: Avv. Giuseppe Taibi, presidente Fai;  

      Promozione Folkloristica: Quartet Folk, Canto Popolare;

  Impegno Sociale: Dott.ssa Jaana Helena Simpanen, Presidente Soroptimist Club Agrigento.