Home / 2019 / Agosto (Pagina 12)

A Porto Empedocle, lunedì prossimo, 26 agosto, nei locali della Torre Carlo Quinto, alle ore 18:30 si svolgerà un incontro-dibattito intitolato “Camilleri, un ricordo da Vigata”, organizzato dall’Ancri, l’Associazione nazionale insigniti dell’ordine al merito della Repubblica Italiana, sezione di Agrigento, presieduta dal cavaliere Pietro Sicurelli. Relazioneranno l’attore e regista Enzo Alessi, e il docente e giornalista Michele Rondelli. Inoltre, Renato Terranova, regista del gruppo teatrale “Caos – Città di Porto Empedocle”, leggerà alcuni brani tratti dalle opere di Andrea Camilleri. Allieterà la serata il cantante folk Nino Seviroli I lavori saranno coordinati da Ivana Sicurelli, giurista, economista e giornalista, e delegata nazionale dell’Ancri per le relazioni estere. Introdurranno lo stesso Pietro Sicurelli, Presidente della Sezione Agrigentina dell’ANCRI, e la sindaca di Porto Empedocle, Ida Carmina. Sicurelli commenta: “La scelta della Torre Carlo Quinto ha voluto essere un omaggio ad Andrea Camilleri che proprio a quel monumento ha voluto dedicare il suo romanzo storico ‘La strage dimenticata’, pubblicato nel 1984 dall’editore Sellerio”.

Ad Agrigento, domani, domenica 25 agosto, sarà fruibile dal pubblico il giardino di Villa Aurea, tra il tempio di Ercole e della Concordia, la residenza del capitano e mecenate inglese, Hardcastle, che tanto ha contribuito al recupero, alla difesa e alla valorizzazione del patrimonio archeologico della Valle dei Templi agli inizi del ’900. Il giardino, restaurato e sistemato, offre uno spaccato inedito sull’area archeologica. L’ingresso è gratuito con il biglietto di accesso alla Valle dei Templi.

Il Comune di Agrigento annuncia che è stato finanziato dal ministero dell’Interno per 34.153 euro il “Progetto Scuole sicure”, elaborato dall’amministrazione comunale per l’anno 2019/2020 e finalizzato a iniziative di prevenzione e di contrasto all’uso di sostanze stupefacenti nelle scuole. Il finanziamento ministeriale è frutto del “Fondo per la sicurezza urbana” destinato alla prevenzione e al contrasto all’uso di droghe nelle scuole. Il Comune di Agrigento è stato inserito nell’elenco dei 100 Comuni selezionati per l’accesso alle risorse del Fondo. Il progetto prevede la collaborazione diretta della Polizia Municipale che attiverà una serie di attività di prevenzione e contrasto allo spaccio e all’uso di sostanze stupefacenti nelle scuole. Nei prossimi giorni si procederà alla firma di un apposito Protocollo d’intesa in Prefettura.

L’assessore comunale alle Politiche Sociali di Agrigento, Gerlando Riolo, assicura che il prossimo 29 agosto si procederà al pagamento delle spettanze relative al mese di luglio dei 129 lavoratori dei cantieri di servizio in forza al Comune. “Il ritardo – spiega Riolo – è dovuto ad una confusione ingenerata dalle linee guida della Regione Siciliana per il trattamento fiscale di questi emolumenti”.

Ad Agrigento, a San Leone, all’Hotel Costazzurra, al Viale dei Giardini, si è svolto un secondo incontro letterario dedicato a Enzo Lauretta romanziere, organizzato da Mario Gaziano, direttore del Pirandello Stable Festival. Nel corso del dibattito è stato presentato il volume “Ercole Patti – Tutte le opere”, a cura di Sarah Zappulla Muscarà ed Enzo Zappulla. Ercole Patti è stato molto legato ad Enzo Lauretta.

Dopo l’Open Arms è stato risolto anche il caso della Ocean Viking e dei suoi 356 naufraghi a bordo. Dopo 14 giorni in bilico tra Lampedusa e Malta, la nave delle ong Sos Mediterranée e Medici senza Frontiere è stata accolta dal premier maltese Joseph Muscat, a seguito di un accordo con la Commissione Europea e altri 6 Paesi europei. Lo stesso Muscat spiega: “Malta trasferirà queste persone su navi militari maltesi in acque internazionali e le porterà a terra. Tutti i migranti saranno distribuiti in altri Paesi europei: Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e Romania. Nessuno resterà a Malta”. Il ministro Salvini ha commentato: “La Ocean non verrà in un porto italiano. Detto e fatto, come promesso”.

A Grotte, lunedì prossimo, 26 agosto in Piazza Municipio, alle ore 21:15 si svolgerà una manifestazione intitolata “In viaggio verso la luna. Il racconto di una straordinaria avventura umana”, patrocinata dal Comune di Grotte, e organizzata in occasione del 50esimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla luna, il più importante avvenimento nella storia dell’umanità dopo la nascita di Cristo, e che sarà raccontato da Tommaso Parrinello, dirigente dell’Agenzia Spaziale Europea. Converseranno con Parrinello il giornalista e scrittore Gaetano Savatteri e gli attori Lia Rocco e Angelo Costanza. L’intervento di saluto sarà del sindaco Alfonso Provvidenza.

Impazzano gli interrogativi sulla crisi di governo: le percentuali di consenso se si votasse subito, le soluzioni anche secondo gli elettori di Lega, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle.

La crisi di governo dell’estate 2019 come i mondiali di calcio. L’Italia non partecipa ai prossimi mondiali di calcio perché è stata eliminata, ma almeno adesso, come se fosse una compensazione, gli italiani seguono le consultazioni politiche, le trattative tra i partiti e i sondaggi come se fossero le partite dell’Italia ai mondiali di calcio. E a proposito di sondaggi, uno degli interrogativi che più degli altri impazza è come e quanto la crisi di governo scatenata da Matteo Salvini abbia inciso sulle percentuali del consenso rispetto a come lo sono state alle scorse elezioni Europee del 26 maggio, ultimo riferimento elettorale. Dunque, secondo l’istituto di ricerche e sondaggi Tecnè, se in Italia si votasse alle elezioni Politiche oggi, a quattro giorni dalle dimissioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, la Lega di Salvini sarebbe ancora primo partito ma con 3 punti percentuali in meno: dal 34,3% di maggio al 31,3%. Sono in aumento invece il Partito Democratico dal 22,7 al 24,6, e il Movimento 5 Stelle dal 17,1 al 20,8. In lieve riduzione sarebbe Forza Italia, dall’8,8 di maggio all’8,3. E in lieve aumento sarebbe Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni , dal 6,5% al 6,7%. Precipitano infine gli altri partiti di Centrosinistra: Più Europa al 2,5%, Europa Verde all’1,8%, e La Sinistra all’1,4%.

Poi, ancora, nel merito della crisi di governo, il 38% degli italiani avrebbe mantenuto il governo gialloverde Lega – Movimento 5 Stelle per tutta la durata della legislatura. Il 12% ha risposto “Boh”. Il restante 50% è diviso: il 12% è d’accordo nell’avere innescato la crisi dopo il voto contrario del Movimento 5 Stelle sulla Tav, il 16% è d’accordo nell’avere interrotto il governo Conte ma sarebbe stato meglio interrompere a giugno, dopo il voto alle Europee, e il 22% ritiene che sarebbe stato opportuno approvare la manovra finanziaria prima della crisi.

Poi, altri interrogativi, in casa Lega, tra i leghisti: l’83% sostiene la scelta di Matteo Salvini. E di tale 83%, il 44% condivide la crisi dopo il voto sulla Tav, il 20% avrebbe preferito la crisi dopo il voto per le Europee, il 19% avrebbe atteso la manovra finanziaria, e il 12% avrebbe preferito un governo gialloverde fino alla conclusione naturale della legislatura.

Poi, ancora in casa Lega e tra i leghisti: il 62% ritiene che l’unica soluzione alla crisi di governo sono le elezioni entro novembre, e il 24% del 62 è a favore delle elezioni ma dopo la legge di stabilità, quindi nel 2020.

E così, più o meno, è anche per gli italiani in genere: il 65% intendono votare. E del 65, il 36 subito e il 29% dopo la legge di stabilità. La restante parte del 65% che invoca il voto, si esprime invece sulla formula di governo: il 13% è per un governo tra Movimento 5 Stelle e Centrosinistra. L’8% anziché Liberi e Uguali preferirebbe Forza Italia. Il 4% un secondo governo Lega – Movimento 5 Stelle.

Poi, in casa Movimento 5 Stelle solo il 47% è per il voto, di cui il 12 voto subito, e il 35 dopo la legge di stabilità. Nel restante 53%, che non è per il voto, il 18% è per un governo tra Movimento 5 Stelle e Centrosinistra, il 14 per un governo Movimento 5 Stelle, Centrosinistra e Forza Italia, e l’8% per un secondo governo Movimento 5 Stelle – Lega.


Infine, in casa Partito Democratico, il 69% è per il voto, subito il 24 e dopo la manovra di bilancio il 45. Nel restante 30 per cento circa del Partito Democratico contrario al voto, il 22% è per un governo Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Liberi e Uguali e Più Europa. E solo il 5% accoglierebbe anche Forza Italia.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

Come si ricorderà l’avvocato Filippo Pellitteri, candidato  pentastellato alla carica di sindaco di Casteltermini, non eletto, aveva proposto un ricorso giurisdizionale per la declaratoria di ineleggibilità nei confronti del sindaco eletto Gioacchino Nicastro, e la Corte di Appello di Palermo, sezione prima civile,  aveva dichiarato la ineleggibilità del Nicastro, sostituendo  nella carica di sindaco il Nicastro con Filippo Pellitteri.

Ma Gioacchino Nicastro, assistito dagli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, ha proposto un ricorso davanti la Corte di Cassazione avverso la sentenza della Corte d’Appello, nella parte in cui la Corte ha sostituito nella carica di sindaco di Casteltermini Gioacchino Nicastro con Filippo Pellitteri,  chiedendo altresì la sospensione dell’esecutività della pronunzia impugnata.

In particolare gli avvocati Rubino e Impiduglia hanno sostenuto che nell’ambito della legislazione regionale l’unica conseguenza della decadenza del sindaco è l’indizione di nuove elezioni, e che nelle more delle nuove elezioni deve essere nominato dall’assessorato regionale competente un commissario straordinario in luogo del sindaco e della Giunta decaduti.

La Corte di Appello di Palermo, sezione feriale, condividendo le tesi difensive degli avvocati Rubino e Impiduglia, ha accolto la richiesta di sospensione dell’esecutività della pronuncia gravata d’impugnazione, nella parte in cui ha disposto la sostituzione nella carica di sindaco del Comune di Casteltermini di Gioacchino Nicastro con Filippo Pellitteri.

Pertanto, per effetto dell’ordinanza resa dalla Corte di Appello, sezione feriale, l’assessorato regionale competente dovrà nominare un commissario straordinario che gestisca il Comune di Casteltermini fino alle nuove elezioni

Un grave incidente stradale autonomo si è verificato lungo la strada statale 118 – in territorio di Joppolo Giancaxio – nel primo pomeriggio. Una Volkswagen, per motivi ancora in fase di accertamento, si è ribaltata durante il tragitto.

Nell’impatto sarebbe rimasto gravemente ferito un bambino di 13 anni che è stato immediatamente trasferito con elisoccorso, mentre la donna che era alla guida è rimasta illesa.

Sul posto i carabinieri della locale stazione, Vigili del fuoco e personale medico.