Home / Secondo Piano  / Capodicasa, condizioni stazionarie, oggi pomeriggio una nuova tac

Capodicasa, condizioni stazionarie, oggi pomeriggio una nuova tac

Siamo felici se qualche volta rispetto agli altri quotidiani nel dare una notizia arriviamo leggermente in ritardo. Del resto questo giornale non si trova sul circuto di Montecarlo per una corsa dove si fa di tutto per arrivare primi ma diversamente “corre” per informare in modo corretto i proprio lettori.

C’è un giornalista nel nostro territorio che evidentemente quando si trova ad informare i suoi lettori per fatti che riguardano la cittadina di Joppolo Giancaxio viene colpito da un’immaginazione totolmente volontaria fino a riferire persino l’indicibile, il falso, l’incredibile. Però arriva primo. Questo giornalista qualche mese fa si era reso protagonista assieme ad una signorina del luogo (che lancia l’allarme e poi organizza festini paesani) a dipingere due comuni distanti 20 km come Joppolo Giancaxio e Agrigento quali “Terre dei fuochi”  a causa di un impianto di compostaggio sito in territorio di Joppolo che rendeva l’aria irrespirabile e malata non solo a Joppolo ma anche a pochi passi dalla Valle dei Templi.

Per una mera coincidenza lo stesso giornalista, arrivando primo nella NON notizia, ieri ha sognato di scrivere che l’Onorevole Angelo Capodicasa, attualmente ricoverato in rianimazione dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta (che casualmente è originario di Joppolo Giancaxio), aveva subito un lungo e delicato intervento chirurgico alla testa, perfettamente riuscito.

Noi arriveremo secondi, terzi o anche quarti ma per una corretta informazione assicuriamo qai nostri lettori che l’Onorevole Angelo Capodicasa (di Joppolo Giancaxio) non ha subito alcun intervento chirurgico alla testa, che le sue condizioni rimangono stazionarie e che si è in attesa di un’altra importante tomografia assiale computerizzata che è stata programmata per il primo pomeriggio di oggi.

Non è detto, ma può accadere, che l’esito della tac di domani possa dare risultati tanto speranzosi circa il riassorbimento dell’emorragia causata dopo una caduta nella quale l’Onorevole Capodicasa ha battuto la testa violentemente sul selciato. Così come può accadere che dal giorno del ricovero nulla sia cambiato.

Non confidiamo sul fatto di poter arrivare primi, secondi, o terzi nel comunicare ai nostri lettori lo stato di salute dell’Onorevole Angelo Capodicasa. L’unica certezza che abbiamo è quella di tenere i nostri lettori correttamente informati.

2 COMMENTI
  • Avatar
    Giuggiu 28 Maggio 2019

    Beh…non so sullo stato di salute del Capodicasa, cui ovviamente tutti auguriamo il meglio, ma il giornalista sui rifiuti credo l’avesse detta scomodamente giusta…

    • Avatar
      Lelio Castaldo 28 Maggio 2019

      In effetti l’impianto di compostaggio è a due passi dalla Valle dei Templi…

POSTA UN COMMENTO