Home / In evidenza  / Emergenza sanitaria in Via sant’Onofrio a Porto Empedocle. Riceviamo e pubblichiamo!
   

Emergenza sanitaria in Via sant’Onofrio a Porto Empedocle. Riceviamo e pubblichiamo!

 

Mi vergogno della spazzatura vicino casa mia. Da molti mesi la strada vicino casa mia è quella che vedete nelle foto. Pur credendo fortemente nella necessità della raccolta differenziata, devo però concludere che così è organizzata molto male e che il risultato è stato quello di assuefare i cittadini allo sporco. Oramai, nonostante tutti si rendano conto e si lamentino della sporcizia che ci circonda, nessuno reclama. E’ una vergogna.  Mi arriva adesso la salatissima tassa dei rifiuti  e sinceramente, per lo stato in cui è ridotta la mia già molto brutta Via sant’Onofrio  a Porto Empedocle (strada di fronte al bar La Sosta che collega la SS.115 a contrada Pero), non vorrei proprio pagarla. Ma lo devo fare, perché poi oltre che beffato… verrei pure sanzionato-

Mi vergogno a farmi venire a trovare, i miei amici sono stupefatti di tanta immondizia per strada, con cumuli di rifiuti che intralciano la carreggiata. Le multe non le fanno a nessuno, nessuno se ne interessa e io mi vergogno, mi sento umiliato, condannato all’abbrutimento. Ho paura a fare una passeggiata per la presenza di cani randagi e ratti attirati dalla spazzatura. Dal lontano luglio 2018 non è stato effettuato alcun intervento da parte dell’Amministrazione comunale di Porto Empedocle per ripulire e bonificare la zona tranne un sopralluogo da parte dei vigili urbani circa due mesi fà che, non so a cosa sia servito, considerato che la situazione si è soltanto aggravata in quanto a territorio interessato. Da un sindaco che aveva promesso legalità e rispetto delle regole mi sarei aspettato un atteggiamento diverso e invece tutto e come prima se non peggio. 

Gerlando Mandracchia

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO