Home / Secondo Piano  / Battuta d’arresto dei 5 Stelle ma la Lega non sfonda
   

Battuta d’arresto dei 5 Stelle ma la Lega non sfonda

 

Le elezioni Amministrative in Sicilia di domenica 28 aprile testimoniano una battuta d’arresto del Movimento 5 Stelle nei Comuni dove i 5 Stelle hanno vinto alle scorse Amministrative, Bagheria e Gela. Il risultato elettorale della Lega è positivo ma non esaltante, a fronte delle piazze stracolme di cittadini che hanno accolto Matteo Salvini in Sicilia nei giorni scorsi.

Nel 7 Comuni tra i 34 in Sicilia dove si è votato con il doppio turno, vince al primo turno solo Filippo Tripoli a Bagheria, candidato sindaco di un’alleanza trasversale tra centrosinistra e una parte del centrodestra.

Caltanissetta, unico capoluogo di provincia al voto, domenica 12 maggio si scontreranno al ballottaggio Michele Giarratana (37% circa), appoggiato dal centrodestra, e Roberto Gambino (20%) del Movimento 5 Stelle. Oscar Aiello della Lega è quarto, dietro a Salvatore Messana del centrosinistra.

Gela sarà ballottaggio tra Lucio Greco (37%) e Giuseppe Spata (31%). Greco è sostenuto da una parte di Forza Italia e il Partito Democratico. Spata è il candidato della Lega, appoggiato dal centrodestra e dai dissidenti di Forza Italia. Il candidato del Movimento 5 Stelle, Simone Morgana, è quarto con il 14%.

Castelvetrano al ballottaggio Calogero Martire (29%) del centrodestra (senza Lega e FdI) ed Enzo Alfano (28%) del M5s.

Mazara del Vallo al ballottaggio Salvatore Quinci (33%) sostenuto da liste civiche e Giorgio Randazzo (21,1%), il candidato della Lega.

Monreale al ballottaggio Alberto Arcidiacono (24%), Autonomisti e Diventeràbellissima, e l’uscente Pietro Capizzi (23%), appoggiato da una parte del Pd e da parti del centrodestra.

Ad Aci Castello ballottaggio tra Carmelo Scandurra (liste civiche), e Clara Carbone (centrodestra).

Motta Sant’Anastasia ballottaggio tra il sindaco uscente Anastasio Carrà della Lega e Danilo Festa.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO