Home / In evidenza  / Porto Empedocle, accusata di far prostituire la figlia: cambia il collegio di giudici

Porto Empedocle, accusata di far prostituire la figlia: cambia il collegio di giudici

Nuovo rinvio del processo a carico di una 48enne empedoclina accusata di sfruttamento aggravato della prostituzione. Cambia il collegio di giudici e l’udienza viene rinviata al 12 marzo.  

Secondo l’accusa la donna avrebbe fatto prostituire la figlia, all’epoca dei fatti minorenne, prendendo accordi con i vari clienti, contattandoli per fissare appuntamenti stabilendo anche una specie di listino dei prezzi che – secondo gli inquirenti – andavano dai 30 ai 50 euro per prestazione.

La 48enne è difesa dall’avvocato Daniele Re.

 

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO