Home / In evidenza  / Rete idrica Agrigento, appello di Firetto all’Ati per 6 milioni di euro

Rete idrica Agrigento, appello di Firetto all’Ati per 6 milioni di euro

Il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, che, come tutti i sindaci della provincia agrigentina è componente dell’Ati, l’Assemblea territoriale idrica, ha scritto una lettera alla presidente dell’Ati, la sindaca di Sciacca, Francesca Valenti, invitandola ad adottare le iniziative necessarie e urgenti affinchè non siano sottratti ad Agrigento i fondi per la ricostruzione della rete idrica. Firetto spiega: “Bisogna rimodulare lo stralcio del progetto da trasmettere all’assessorato regionale ai Servizi primaria affinchè sia emesso il decreto di finanziamento. E poi l’Ati deve assumere il ruolo di soggetto attuatore inserendo nel proprio piano finanziario circa 6 milioni di euro. Infatti, il progetto ammonta complessivamente a circa 31 milioni di euro, di cui 25 milioni sono fondi europei, e gli altri 6 milioni li avrebbe dovuti anticipare il gestore Girgenti Acque, recuperandoli poi nelle tariffe. Adesso pero la risoluzione del contratto con Girgenti Acque, e il caso “interdittiva antimafia”, impediscono ciò. Ecco perché l’Ati deve assurgere a soggetto attuatore, investendo i 6 milioni di euro mancanti all’appello, altrimenti si rischia di perdere anche i 25 milioni di euro di fondi europei”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO