Home / Secondo Piano  / Nuovo allerta meteo Codice Arancione in provincia dalla mezzanotte di oggi
   

Nuovo allerta meteo Codice Arancione in provincia dalla mezzanotte di oggi

 

2018_004298_20181027_000

Bollettino del Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana. 

Dalla mezzanotte di oggi e fino alla mezzanotte di domani, domenica  28 ottobre 2018, sono previste nel nostro territorio condizioni meteorologiche con criticità “ARANCIONE” per “RISCHIO METEO-IDROGEOLOGICO E IDRAULICO”.

 

 

 

I codici di criticità meteo, si ricorda, sono 4: verde (vigilanza), gialla (attenzione), arancione (preallarme) e rosso (allarme).     

ALLERTA METEO, criticità “arancione”

Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile (Centro Funzionale Decentrato Multirischio integrato – Settore Idro) ha diramato questo pomeriggio l’avviso n. 18300 per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico valido sino alla mezzanotte di domani 28 ottobre. Tutta la regione sarà interessata da una forte perturbazione, con venti di burrasca provenienti dai quadranti meridionali, precipitazioni diffuse sin dalle prime ore del mattino di domani anche a carattere temporalesco (localmente anche con rischio di grandinate) ed intensa attività elettrica. Il livello di allerta per il rischio meteo idrogeologico e idraulico è arancione, e interesserà nello specifico tutta la nostra provincia.
Il Gruppo di Protezione Civile del Libero Consorzio di Agrigento, tra i destinatari dell’avviso, ha attivato le procedure di intervento per eventuali situazioni di criticità, in accordo con gli uffici di Protezione Civile dei singoli Comuni, coinvolgendo tutti gli operatori del Gruppo stesso.
Le precipitazioni potrebbero dar luogo a fenomeni di piena di fiumi e torrenti e loro valloni tributari, con rischi di esondazione che potrebbero interessare anche i tracciati di alcune strade interne. Possibile anche il rilascio in alveo di consistenti volumi d’acqua da alcune dighe che interessano il nostro territorio, aumentando così il rischio di esondazione, con riferimento in particolare alle dighe Gammauta e Prizzi sull’asta del fiume Sosio-Verdura, e della diga Villarosa sull’Imera meridionale. Si raccomanda pertanto la massima prudenza nel percorrere le strade adiacenti queste aste fluviali, e in generale di spostarsi in auto solo se strettamente necessario, prestando comunque attenzione alle condizioni dei tracciati per la possibile presenza di fango e detriti.

 

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO