Home / Cronaca  / Palermo, la Massoneria apre le porte del castello
   

Palermo, la Massoneria apre le porte del castello

 

E dal 1723 che tutti sapevano e nessuno poteva. Solo pochi eletti avevano il potere di entrare a far parte della consorteria di persone legate da comuni interessi e protette da un geloso riserbo definito “Massoneria”!

Certo la storia, di questa loggia segreta, a rigor di cronaca, non è stata delle migliori  e indubbiamente ha favorito i suoi iscritti con benefici di qualsivoglia entità e piano, talvolta anche in barba alle regole più comuni.

Nonostante ciò, per entrare a far parte della consorteria non basta essere persone normali; forse si dive rasentare di essere persone speciali, persone con il potere a monte da donare e favorire ai propri “fratelli”!

Di recente la regione Sicilia ha approvato un disegno di legge che impone ai politici deputati di comunicare l’appartenenza o meno a tale congregazione. Ed è proprio in quel momento  che loro, di tutto punto, decidono di aprire le porte del loro castello incantato, forse con l’intento di voler rinascere di verginità?

Vanessa Miceli

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO