Home / Secondo Piano  / Investita da un “pirata” della strada, Sofia Tedesco, oggi I funerali

Investita da un “pirata” della strada, Sofia Tedesco, oggi I funerali

Sofia Tedesco, la ragazza di 16 anni rimasta gravemente ferita in un incidente stradale che si era verificato lo scorso 11 agosto in contrada Crocca, poco prima dell’ingresso per l’abitato di Favara, non ce l’ha fatta.

La ragazza a bordo di uno scooter condotto da una diciassettenne era stato travolto da un’auto pirata, probabilmente una Fiat Punto.

Trasferita in Rianimazione dell’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta ed arrivata al nosocomio nisseno, l’equipe medica della Neurochirurgia l’aveva sottoposta ad un delicatissimo intervento chirurgico alla testa. Ma ieri sera è deceduta.

 La famiglia ha deciso di donare gli organi. 

Numerosi i messaggi sono stati lasciati dai suoi amici su facebook.

Amore mio – scrive Francesca Pedalino – è un’ingiustizia , non doveva finire così, ti aspettavamo a sorridere di nuovo assieme come facevamo prima. Ora chi è che balla in mezzo ai corridoi o chi canta durante la ricreazione, se tu non ci sei più. Vita mia non ti dimenticherò mai e poi mai. Resterai per sempre nel mio cuore, da oggi in poi sei la stella più bella che brilla nel cielo. Proteggimi sempre vita mia, e anche da lassù non lasciarmi mai. Mi mancherai tantissimo, riposa in pace anima mia”.

Riposa in pace piccolo Angelo andato in cielo – aggiunge Maria Palumbo– la vita è stata molto crudele. Avevi ancora tutta una vita da vivere. Ormai trovare questo balordo che non si è neanche fermato non ha più importanza, Sofia non tornerà più, ma auguro che il rimorso di coscienza lo tormenterà per la vita! Troppo giovane per morire”.

Un’altra sua amica, Desiree Taormina posta un messaggio: “È innaturale morire a 16 anni. Non posso credere come sia stato possibile. Tutt’ora non voglio ammetterlo a me stessa. So che hai lottato fino alla fine, con tutte le tue forze! Non sempre si può vincere le battaglie ma tu rimarrai la guerriera più bella e forte di sempre. Oggi va via una parte del mio cuore che resterà segnato per sempre. Non voglio scrivere poemi ma voglio concludere con questa frase che poco fa mi ha fatto pensare a te ed alla nostra amicizia: “Ciò che nella vita rimane, non sono i doni materiali, ma i ricordi dei momenti che hai vissuto e ti hanno fatto felice. La tua ricchezza non è chiusa in una cassaforte, ma nella tua mente. È nelle emozioni che hai provato dentro la tua anima”. Le stesse emozioni e risate che ho vissuto con te! Ti porterò sempre dentro me, stella! Mi mancheranno i tuoi abbracci, mi mancherà sentirti, mancherai immensamente, guardami da lassù amore, non lasciarmi, dammi la forza”.

 

Ad Agrigento si svolgono nel pomeriggio di oggi giovedì 23 agosto, dalle ore 17:30 in poi, nella chiesa di San Gregorio, a Cannatello, dove ha abitato, i funerali di Sofia Tedesco. Alla messa partecipano il sindaco, Calogero Firetto, e altri componenti dell’amministrazione. Lo stesso Firetto commenta: “La tragedia di Sofia, i cui organi sono stati espiantati per volere della famiglia, ha colpito e profondamente commosso l’animo di tutti gli agrigentini. La città si stringe intorno alla famiglia di Sofia. E’ un dolore immenso”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO