Home / In evidenza  / Canicattì arresti domiciliari Sferrazza

Canicattì arresti domiciliari Sferrazza

Si comunica che personale del Commissariato, al termine di tempestive indagini scaturite a seguito della rapina avvenuta nel decorso mese di gennaio ai danni di un gestore di rifornimento carburanti, con sede in Canicattì, ha identificato  l’autore della tentata rapina (SFERRAZZA Angelo, di Canicattì, classe 1988)  a cui è stata notificata una ordinanza, emessa dal GIP del Tribunale di Agrigento, che ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.
Giova precisare tuttavia che l’odierno arrestato è in atto sottoposto ad analoga misura cautelare, presso altro centro, per ulteriore procedimento penale. 
Invero, l’autore del delitto, travisato da calzamaglia e puntando un coltello all’esercente, richiedeva l’intero incasso dell’attività commerciale ricevendone un deciso rifiuto che costringeva il giovane rapinatore, coadiuvato da ignota persona (palo), a precipitosa fuga che terminava dopo poco tempo poiché rintracciato e fermato da una pattuglia in servizio di volante. La successiva attività di p.g. permetteva di acclarare la responsabilità penale a carico del soggetto che, pienamente condivisa dall’A.G. procedente, scaturiva nella citata misura cautelare.
Allo SFERRAZZA, oltre il reato di tentata rapina aggravata con recidiva, reiterata, specifica infraquinquennale, sono stati contestati anche i reati di porto illegale in luogo pubblico di coltello (con recidiva  reiterata infraquinquennale) e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, anch’esso commesso con recidiva reiterata infraquinquennale.
        
NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO