Home / 2018 / Giugno (Pagina 10)

 

E’ stata approvata oggi dall’Assemblea regionale siciliana la nuova legge sugli “interventi a sostegno dei soggetti con disturbi  specifici di apprendimento” a prima firma del presidente della commissione Salute Margherita La Rocca Ruvolo.

“Abbiamo così dato risposte concrete a famiglie e ad associazioni che avevano chiesto di prestare particolare attenzione a un problema che molto spesso si sottovaluta. L’obiettivo  – ha detto Margherita La Rocca Ruvolo illustrando il ddl in aula – è quello di garantire ai dislessici pari opportunità di apprendimento e di successo formativo, rendendo effettivo il loro diritto allo studio e non pregiudicando il loro futuro inserimento sociale e professionale. La legge prevede interventi sia sul piano sociale che scolastico, fornisce risorse specifiche per la scuola e le famiglie creando un apposito capitolo di bilancio. Tutti segnali forti per dare così un sostegno reale a chi, giornalmente, si adopera per contrastare la dislessia”.

“E’ previsto inoltre – ha aggiunto – che la Regione adotti ogni misura necessaria per adeguare i propri servizi sanitari alle problematiche relative alle difficoltà specifiche di apprendimento, fornendo le strutture di neuropsichiatria infantile di appropriati strumenti riabilitativi e di personale qualificato e, in particolare, di neuropsichiatri infantili, psicologi con formazione specifica in valutazione neuropsicologica delle difficoltà di apprendimento, logopedisti, educatori professionali”.

“Altro compito della Regione – ha proseguito la presidente della sesta commissione dell’Ars – sarà quello di predisporre una campagna di screening e monitoraggio su tutto il territorio regionale. L’individuazione delle strutture sanitarie pubbliche e private specializzate accreditate, preposte ad effettuare la diagnosi dei disturbi specifici dell’apprendimento e le ulteriori iniziative volte ad assicurare l’identificazione precoce dei soggetti che ne sono affetti, dovrà avvenire applicando il piano socio sanitario regionale. La nuova legge prevede anche l’istituzione di un comitato tecnico-scientifico sui disturbi specifici dell’apprendimento con scopo formativo del personale scolastico dirigente e docente, degli operatori della formazione e degli operatori sociosanitari, e funzione di promozione di screening, oltre che di documentazione, coordinamento e raccordo degli interventi”.

comune-licata“Il mio interesse è lavorare per la mia città: poco mi importano le polemiche, ancor meno le chiacchiere. Oggi, Licata ha una certezza: un Sindaco concreto e moderato, sostenuto da un gruppo politico ben guidato dall’On. Pullara”.

Interviene così il Sindaco di Licata Pino Galanti che risponde alle polemiche degli ultimi giorni, con un resoconto dell’attività amministrativa svolta negli ultimi 12 dodici giorni.

“Il comunicato del gruppo politico di opposizione che, oggi, mi attacca esordisce “Dopo 12 giorni”. Bene, credo che questo la dica lunga sul reale intento di questo gruppo politico, che rappresenta la compagine amministrativa uscente. In 12 giorni ho rimesso mano alla pianta organica del comune, ho riorganizzato le squadre del verde pubblico, ho firmato un protocollo d’intesa con la prefettura per procedere all’installazione dei sistemi di video sorveglianza, ieri, ho gestito la prima emergenza del mio mandato evitando che Licata fosse sommersa dall’acqua come nel passato. Ancora, ho avviato la pulizia dei canaloni di sfogo della Playa, ho notificato la diffida alla provincia per la pulizia delle spiagge per sostituirmi alla stessa. Da qualche giorno la mia amministrazione vigila sulla situazione ambientale, assistendo durante i rilievi dell’Arpa al fine di valutare e monitorare la “salute” delle acque costiere, a seguito del forte flusso proveniente dal Salso e dai canaloni che si è riversato in mare. Ancor più importante, ho avviato delle riunioni tecniche con l’Apea e la Srr per far sì che più uomini e mezzi per la raccolta rifiuti venissero assegnati a Licata e ciò è stato fatto. Oggi, inoltre, è iniziata la pulizia e la scerbatura in diverse zone della città, tra cui la villetta della Vittoria incendiata sabato. In somma sto rispondendo con impegno e concretezza alla fiducia che i miei concittadini mi hanno voluto accordare. Sul fronte assessori è vero che i primi due nominati sono già a fianco a me, per prepararsi al lavoro che verrà per i prossimi 5 anni di impegno e sacrificio, non vedo nulla di strano in questo. Gli altri sono stati comunicati a quasi tutta la compagine che mi ha sostenuto (io dialogo con i consiglieri e sono pronto a informare e dialogare anche con l’opposizione, anche in questo desidero essere diverso da chi mi ha preceduto) e presto mi coadiuveranno. Posso già anticipare che per la maggior parte la mia giunta non sarà di matrice politica, a riprova del fatto che il gruppo che mi ha sostenuto sa che abbiamo a cuore solo una cosa: la rinascita di questa città. E posso altresì garantire la preparazione e l’efficienza di tutti coloro i quali sono stati scelti per far parte della mia squadra”.

“Non si offendano i chiacchieroni se non sto su Facebook ad attaccare briga come accaduto agli amministratori del recente passato, io ho una città da amministrare e invito per l’ennesima volta, con grande umiltà e disponibilità i miei oppositori, dall’ex Sindaco…a chiunque altro ne abbia voglia, a venirmi a trovare in Comune per contribuire con impegno alla crescita del territorio e della comunità Licatese. Il mio invito a loro è “Più lontano da Facebook e più vicini alle esigenze vere della gente e a chi è pronto ad accogliervi per lavorare insieme”! Al di là dei mediocri attacchi social chiedo uno slancio di responsabilità che vada oltre l’umiliante, per chi lo scrive, conteggio dei giorni e delle ore dal mio insediamento. Iniziamo a parlare di contenuti”, conclude Galanti.

Primo Consiglio comunale ieri sera a Castrofilippo per l’insediamento dopo le recenti elezioni amministrative. Alla presenza del sindaco Franco Badalamenti, degli assessori che lo collaboreranno e dei consiglieri, si è proceduto ai passaggi tecnici che daranno il via alla nuova legislatura. Il Consiglio, ha votato all’unanimità il consigliere Salvatore Graci, eletto nella lista “SI Amo Castrofilippo”, alla carica di presidente del Consiglio. Il sindaco Franco Badalamenti ha anche presentatogli assessori che lo collaboreranno in questa nuova esperienza amministrativa. Si tratta di Lillo Savatteri che ha anche la delega di vicesindaco, di Tatiana Pletto e di Salvatore Alessi. Il nuovo Consiglio comunale di Castrofilippo, è composto da 8 consiglieri di maggioranza e 4 di minoranza.

Rotazione di funzionari alla Questura di Agrigento. Luca Pipitone e Francesco Sammartino, come già pubblicato, si sono insediati rispettivamente a capo del Commissariato di Sciacca e della Squadra Volanti di Agrigento. Nel frattempo, su disposizione del Questore, Maurizio Auriemma, dal prossimo 2 luglio il vice Questore Cesare Castelli, dopo una lunga permanenza a capo del commissariato di Porto Empedocle, sarà a capo del commissariato di Canicattì, al posto del vice Questore Valerio Saitta, adesso in pensione. A capo del Commissariato di Porto Empedocle sarà la vice Questore aggiunto, Chiara Sciarabba, già all’Ufficio Personale della Questura. E ad assumere la direzione dell’Ufficio Personale sarà il commissario Livio Argento. Poi, Vincenzo Sprio, già al commissariato di Palma di Montechiaro, assumerà la dirigenza dell’Ufficio Tecnico Logistico Provinciale della Questura, in sostituzione della vice Questore Patrizia Nicastro, a giorni in pensione.

Ad Agrigento non si è ancora compreso quale criterio seguano le operazioni di scerbatura. Ad esempio, in via De Gasperi e via San Vito, regolarmente spazzate ogni giorno, sono state rimosse le sterpaglie. Nella confinante via Picone invece lo spazzamento è atteso dallo scorso 19 febbraio, e non è stata rimossa nemmeno una sola sterpaglia. I residenti della via Picone rivolgono una sola parola ai responsabili della grave e recidiva omissione: “ciarlatani”. Ecco, signori, il marciapiede della via Picone…

“Il demanio marittimo deve essere occasione di sviluppo per la Sicilia, inammissibile questa situazione di stallo che si è creata.” – a parlare è l’On. Giusi Savarino presidente della IV Commissione Territorio Ambiente e Mobilità durante l’audizione congiunta con la III Commissione attività produttive, avente ad oggetto le concessioni demaniali marittime e l’applicazione della direttiva Bolkestein. – “Serve un quadro normativo chiaro e procedure snelle per l’adozione dei PUDM. Innanzitutto va eliminato l’equivoco sull’applicabilità al settore della Bolkestein” – prosegue la presidente Savarino- “in verità gli stabilimenti balneari non svolgono un servizio pubblico, ma bensì un servizio privato su un bene pubblico e pertanto dovrebbero essere esonerati dall’applicazione della direttiva. Ma è indubbio che alcuni principi comunitari dovranno essere recepiti nella normativa, quali trasparenza, pubblicità, pluralismo e libera concorrenza.”
Al termine della commissione congiunta, i Presidenti On. Savarino e On. Ragusa si dichiarano soddisfatti per il lavoro svolto e assumono degli impegni. “Abbiamo deciso di portare in aula una mozione che impegni il Governo Nazionale a varare una celere riforma della normativa sul demanio, tenendo conto delle nostre indicazioni e delle sollecitazioni venute dal settore, oltre 3000 aziende siciliane” 
E ancora: “Contemporaneamente lavoreremo per modificare la nostra normativa regionale e snellire le procedure.”
L’on. Ragusa dichiara “Saremo a fianco delle imprese che vogliono investire, aprendo a tutti e facendo delle nostre spiagge volano di sviluppo e lavoro.”
La Savarino aggiunge “È nostro obiettivo quello di garantire la trasparenza ed il pluralismo nell’affidamento delle concessioni, evitando il crearsi o il perpetuarsi di qualsiasi forma di monopolio. Meglio dare più concessioni da massimo 3000 mq a più soggetti che intere spiagge ad un solo che poi le sub concede ad altri. La libera concorrenza migliora i servizi. Il nostro lavoro continuerà nelle prossime settimane occupandoci specificamente anche dei porti.”
Nel corso dell’audizione e’ anche emerso l’ipotesi di ammanchi nell’ultimo quinquennio che ammonterebbero a centinaia di milioni di euro frutto di canoni non riscossi. “Abbiamo chiesto un report sui canoni inevasi. Incalzeremo gli uffici competenti affinché’ si attivino ad incassare e recuperare celermente queste somme che costituirebbero un grave danno per una regione in crisi economica come la nostra.”

Non sono passati inosservati i dati relativi alla differenziazione dei rifiuti che vede Agrigento, con il suo 69.37 per cento, il capoluogo di provincia più virtuoso della Sicilia. “Speciale Tg1” della Rai, infatti, si sta occupando in queste ore del brillante risultato ottenuto dalla città di Agrigento in materia di raccolta differenziata dei rifiuti. La troupe della Rai, in queste ore in città, ha registrato diverse testimonianze tra gli abitanti e l’inviato del Tg1 ha intervistato il sindaco Lillo Firetto sui meccanismi che nel giro di pochi mesi dall’avvio della differenziata, hanno portato la città dei templi ad essere la prima città capoluogo in Sicilia. Lo “Speciale” andrà in onda sulla Rete ammiraglia della Rai nelle prossime settimane   

La Lega si organizza anche a Ribera

Il Segretario provinciale della Lega Salvini Premier di Agrigento, Anna Sciangula, esprime soddisfazione per la richiesta di adesione strutturata al partito di alcuni amici, professionisti ed esponenti politici locali di Ribera. Si tratta di Alessandro Dinghile, Gaetano Montalbano, Barbara Randisi, Claudio Rizzo, Giovanni Sola, Giuseppe Urso e Paolo Vacante.
“Il messaggio politico della Lega e soprattutto del nostro leader Matteo Salvini ispira sempre più fiducia in provincia di Agrigento dove la Lega cresce sempre più e con soddisfazione infoltisce la propria classe dirigente con donne ed uomini che con grande passione politica vogliono impegnarsi per il bene della propria città e della propria provincia.
Impegno politico è presenza sul territorio per interpretarne le esigenze e nel nostro caso la voglia di cambiamento. Questo il nostro principio ispiratore di cui molti si stanno facendo interpreti e sostenitori” così Anna Sciangula.
“Ho dato mandato alle suddette persone di organizzare una manifestazione ufficiale del partito su Ribera, alla quale presenzierà anche il deputato Alessandro Pagano, nel corso della quale sarà ufficializzato il ruolo di Commissario cittadino di Ribera all’ing. Claudio Rizzo e saranno individuate le ulteriori figure a supporto dello stesso.”
“Auguro proficuo lavoro agli amici di Ribera, grata della fiducia accordata a me, al partito ed al nostro leader, consapevole che sapranno sicuramente farsi interpreti dell’impostazione politica della Lega vocata al territorio e che lavoreranno nell’interesse esclusivo della città e dei propri concittadini,”