Home / In evidenza  / Apre i battenti “Una fiera per costruire” al centro commerciale Città dei Templi

Apre i battenti “Una fiera per costruire” al centro commerciale Città dei Templi

“Una sinergia tra aziende, imprenditori, professionisti: tutti insieme a vantaggio della città”.

E’ stata definita così “Una fiera per costruire” che questa mattina, al centro commerciale Città dei Templi, ha battezzato la sua seconda edizione, insieme con le aziende che fino a domenica prossima esporranno nella galleria del Centro commerciale, con i presidenti degli Ordini e dei Collegi professionali, con i rappresentanti di Inarsind e Cna, durante la cerimonia di inaugurazione guidata dalla blogger di Lettera D, Denise Inguanta.
“Questa Fiera – ha detto Elisa La Rocca, direttrice del Città dei Templi, presente alla cerimonia di inaugurazione insieme con Alessia Naccari, vicedirettrice del Centro commerciale – è per noi un evento insito nel piano marketing e sigla una sinergia con le imprese e i professionisti agrigentini per contribuire alla loro crescita e a quella del territorio”.
Opinione, quella di La Rocca, che ha trovato riscontro in Raimondo Zambuto, della Fondazione Architetti nel Mediterraneo, che ha affermato: “Le fiere sono sempre state il volano per l’economia soprattutto quando, con in questo caso, si accompagnano da eventi formativi. Ecco che la fiera diventa un luogo di formazione e informazione”.
“E raggruppa in un solo evento liberi professionisti, Ordini professionali, categorie di settore – ha aggiunto Giuseppe Bellia, dell’Inarsind – Tutti attenti ai nuovi materiali e alle nuove proposte offerte dal settore”.
“La fiera come cuore pulsante di artigiani e imprese – ha detto Daniela Pisano della Cna – molti dei quali nostri associati che troviamo qui, oggi. Noi abbiamo organizzato un seminario formativo sull’Ecobonus e sul Sismabonus e un evento pratico sul montaggio e smontaggio dei ponteggi”.
Dalla Fiera intesa come sinergia a vantaggio della città, ai problemi infrastrutturali che, purtroppo, attanagliano il nostro territorio.
“Come il viadotto Morandi – ha affermato Epifanio Bellini, vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri – che occupa una posizione utile alla cittadinanza. Noi abbiamo chiesto l’intervento dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente per la razionalizzazione delle nostre infrastrutture. Grazie agli espositori e ai produttori che oggi sono qui, perché se oggi registriamo una crescita esponenziale di materiali, tecnologie, impianti, … lo dobbiamo a chi ha investito nella ricerca e nello sviluppo”.
Dopo l’intervento di Bellini, si è alzato forte il grido di Elisa La Rocca, agrigentina d’adozione da sette anni: “Date valore a questa città – ha detto – perché è un diamante grezzo. Amo Agrigento pur non essendo agrigentina e per questo sposo questa causa e invito voi tutti a fare altrettanto”.
“Tutela del territorio e recupero dei fabbricati: aspettiamo risposte dalla classe politica che, però, non presta la giusta attenzione alle nostre esigenze – ha dichiarato Roberto Lo Cicero, dell’Ordine dei Geologi – E’ giunta l’ora che ognuno di noi dia il proprio contributo alla crescita di questa terra”.
Vincenzo Bellavia, presidente del Collegio dei Geometri, ha fatto riferimento all’importanza dei seminari formativi “che trattano temi di grande importanza. Prendiamo, ad esempio, la sicurezza sui luoghi di lavoro: ogni giorno muoiono 3 persone per incidenti sul lavoro; oppure il decoro e l’arredo urbano non tenuti in debita considerazione o anche il recupero del patrimonio. Noi ci crediamo e per questo abbiamo aderito all’istituzione dell’Osservatorio provinciale sui centri storici, promosso dall’Ordine degli Architetti, perché si lega al recupero e al riuso”.
“Noi lavoriamo su tutti i fronti – ha detto Giuseppe Grimaldi, vicepresidente dell’Ordine degli Architetti –per la rigenerazione urbana, certo, ma anche per incentivare la semplificazione dell’iter burocratico. Prendiamo il Sue, ad esempio, a parte il “taglio del nastro”, i Comuni non si sono ancora attrezzati per lo Sportello Unico dell’Edilizia. Nel frattempo, le aziende sono in crisi anche se si notano timidi segnali di risveglio”.

La cerimonia di inaugurazione è proseguita con l’aperitivo di benvenuto e alle 17 con il primo seminario formativo sul tema “Arredo e decoro urbano” con le relazioni degli architetti Lillo Giglia e Daniele Gucciardo.
Il secondo seminario, previsto domani, sempre alle 17, verterà sul tema “Riqualifichiamo il territorio – Recupero del patrimonio edilizio, un’opportunità di sviluppo” a cura della Cna mentre sabato si discuterà di “Sicurezza nei luoghi di lavoro Conoscere per prevenire…” insieme con l’architetto Lorenzo Violante e l’esperto in sicurezza Salvatore Galiano.

L’ingresso per visitare la Fiera è gratuito ed è previsto negli orari di apertura del centro commerciale Città dei Templi.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO