Home / In evidenza  / 13 ore di attesa al pronto soccorso
   

13 ore di attesa al pronto soccorso

 

Il pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, nonostante le tante recenti assunzioni di personale ospedaliero annunciate dal commissario Gervasio Venuti, rende ancora un’altra, l’ennesima, testimonianza di gravi disservizi a danno del cittadino. L’imprenditore agrigentino, Giovanni Parisi, è stato vittima di un vero e proprio calvario: 13 ore di attesa per una radiografia. Parisi afferma: “Dopo un banale incidente con la moto sono arrivato in ospedale, con l’ambulanza, e mi hanno posteggiato su una lettiga in corridoio, con altri 100 pazienti, in attesa di una visita. Senza nessuna visita, e dopo le radiografie, mi hanno dimesso, dopo 13 ore. Vergogna, ormai siamo davvero un popolo destinato a far parte del terzo mondo. Ho provato grande pena per la gente presente priva di assistenza, in attesa di una visita. Due medici e due infermieri non possono gestire il pronto soccorso di un ospedale che ha un bacino di circa 200 mila persone. Chiedo al management inadeguato, con stipendi da favola, se i loro congiunti hanno lo stesso trattamento”.

2 COMMENTI
  • Avatar
    giovanbattista perasso 3 Maggio 2018

    Mercoledì il personale del reparto di Nefrologia e Dialisi ha fatto miracoli, una dottoressa sola ha dovuto badare ai dializzati, ai pazienti dell’ambulatorio e anche accorrere il altro reparto per almeno 2 volte causa emergenza e per evadere le necessità dei pazienti dell’ambulatorio, il personale medico e paramedico si è dovuto sobbarcare di molte ore lavorative supplementari. Alle 16:00 circa erano esausti. Il mese scorso i medici in servizio in quel reparto erano molti di più e sono andati a prendere servizio negli ospedali dove li hanno assunti a tempo indeterminato. E’ evidente che non può continuare questo andazzo, non è più sopportabile un tale carico di lavoro sulle spalle di poche unità. Cosa aspetta l’asp ad allinearsi alle altre realtà siciliane assumendo il personale necessario? Mi associo al concittadino Giovanni Parisi nel sollecitare i dirigenti dell’azienda e la rappresentanza politica agrigentina a darsi da fare per rimpinguare gli organici e nel contempo elogiare il personale in servizio per l’impegno profuso a servizio dei sofferenti.

  • Avatar
    Allucinante 3 Maggio 2018

    Non vorrei esagerare ma se a qualcuno scappa la pazienza e passa alle vie di fatto che si fa???

POSTA UN COMMENTO