Home / In evidenza  / Sicilia: 300 portaborse all’Ars, domani capigruppo in Corte Conti
   

Sicilia: 300 portaborse all’Ars, domani capigruppo in Corte Conti

 

Domani e’ il ‘Portaborse day’. E non sara’ una festa. L’infornata all’Assemblea regionale siciliana di 300 collaboratori dei 70 deputati regionali e’ al vaglio della magistratura contabile. Alle 10.30 alla Corte dei Conti si presenteranno i capigruppo per motivare le loro scelte. Numeri e costi abnormi: si calcola almeno 4 milioni di euro l’anno. Ogni deputato ha un budget annuale di 58 mila euro da attivare su questo capitolo. Un appannaggio che viene utilizzato per intero e allegramente, a quanto pare, anche secondo la Sezione di controllo della Corte dei Conti dove domani saranno sentiti i presidenti dei gruppi. Tra le contestazioni, l’assenza spesso di un collegamento tra la cifra ragguardevole, le competenze e le qualifiche dei portaborse: tra gli ottanta ‘stabilizzati’ dei gruppi ve ne sono molti che arrivano a guadagnare fino a 60 mila euro, anche a fronte di un diploma di terza media. Incidono pesantemente pure i contratti esterni, sottoscritti in massa in queste settimane di inizio legislatura. Anche la presidenza dell’Ars non si e’ sottratta alla ‘regola’. E il presidente Gianfranco Micciche’ ha promesso che avrebbe presto messo mano alla spinosa pratica: “All’Ars – ha gia’ affermato – sono state fatte molte ‘assunzioni’ di collaboratori dei deputati con fattispecie contrattuali inaudite”, promettendo “una riforma radicale di tutto questo sistema che ha ben tre bacini di precari: gli stabilizzati, i cosiddetti portaborse e i collaboratori previsti dal decreto Monti che destina 58 mila euro ad ogni singolo parlamentare per circondarsi di ulteriori esperti. Cosi’ non puo’ andare. Questo sistema deve essere cambiato”.
Read more at http://www.grandangoloagrigento.it/sicilia-300-portaborse-allars-domani-capigruppo-in-corte-conti/#H4FmRcOUf6jvmHLD.99

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO