Home / In evidenza  / Imputato di aggressione e minacce di morte, finisce in tribunale. Nel frattempo…muore

Imputato di aggressione e minacce di morte, finisce in tribunale. Nel frattempo…muore

Era finito sotto processo per una aggressione ai danni di un pensionato avvenuta tre anni fa, ad Agrigento.

Proprio l’altra mattina, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Enzo Ricotta, il racconto in aula della vittima, picchiato e minacciato di morte con una zappa in una villetta di Zingarello il 14 marzo 2015: “Gli avevo prestato cinque mila euro ma ogni volta che chiedevo per riaverli mi rimbalzava: un giorno abbiamo fissato un appuntamento per discutere di questa vicenda e, quando mi sono presentato davanti la sua abitazione, mi ha aggredito a pugni, ha strappato gli assegni e con una zappa in mano mi ha minacciato di morte”.
L’imputato era risultato “libero non presente” all’appello del giudice ma, qualche attimo dopo – con sorpresa di tutte le parti (compresa la vittima) – si è saputo della sua morte avvenuta l’anno scorso.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO