Home / In evidenza  / Raccolta differenziata a rischio, dal 16 aprile lavoreranno solo per le ore del contratto

Raccolta differenziata a rischio, dal 16 aprile lavoreranno solo per le ore del contratto

Dal prossimo 16 aprile, gli operatori ecologici di Agrigento, incroceranno le braccia un minuto dopo la fine del loro turno di lavoro. I sindacati Cgil FP, Fit Cisl e Uiltrasporti, hanno infatti proclamato uno sciopero dello straordinario per protesta contro il blocco delle ferie e gli straordinari non ancora pagati.

“I lavoratori – scrivono nel documento i sindacalisti Enzo Iacono, Umberto Nero e Nino Stella – hanno accumulato oltre 60 giorni di ferie arretrate e si sono visti allungare i turni di lavoro per evitare che alcune zone della città rimanessero prive di servizio. Ad aggravare la situazione – continua il documento sindacale – c’è stata la scellerata scelta dell’amministrazione comunale di Agrigento, di ridurre drasticamente il numero dei lavoratori addetti allo spazzamento con la loro utilizzazione per i servizi di raccolta e trasporto. Inoltre, in molti punti della città, si continuano ad accumulare rifiuti ad opera di incivili. Criticità che sono cresciute con l’estensione del servizio porta a porta in tutta la città e causate dalla miope politica di riduzione di personale con il peggioramento della qualità e dell’efficacia del servizio. Il tutto ha provocato un evidente peggioramento della qualità del servizio, il blocco delle ferie dei lavoratori e continue prestazioni di lavoro straordinario non sempre remunerato”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO