Home / Secondo Piano  / Gli sbarchi di migranti “fantasma”: minaccia terrorismo
   

Gli sbarchi di migranti “fantasma”: minaccia terrorismo

 

Gli sbarchi di migranti “fantasma”, che si sono susseguiti soprattutto sulle coste agrigentine, preoccupano ancora, e in prospettiva, i vertici dell’Unione Europea. Oggi è intervenuto al Parlamento Europeo Fabrice Leggeri, il direttore della missione “Frontex”, che si occupa di contenimento e soccorso dell’immigrazione clandestina nel Mediterraneo. Leggeri, tra l’altro, ha affermato: “La minaccia terroristica resta alta, non è diminuita e dobbiamo essere certi che non vi siano attraversamenti delle frontiere dell’Unione Europea non intercettati, perché questo va a scapito della sicurezza europea. I velivoli di Frontex hanno rilevato flussi di migranti non intercettati da Algeria e Tunisia, che pongono preoccupazioni di sicurezza e su cui si sta lavorando. Non ci aspettiamo un aumento degli arrivi di migranti dalla Libia, almeno non per il momento. Dal primo gennaio ad ora sono stati 6000 i migranti illegali intercettati sulla rotta del Mediterraneo centrale, il 62% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017. Ma solo il 71% di questi è partito dalla Libia, rispetto al 95% del 2017, perché nel 2018 il 20% delle partenze dei migranti è avvenuto dalla Tunisia

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO