Home / In evidenza  / Vertici Consorzio autostrade siciliane indagati e sospesi

Vertici Consorzio autostrade siciliane indagati e sospesi

Sviluppi nell’ambito dell’inchiesta avviata a seguito della frana che il 5 ottobre del 2015 ha interessato un ampio tratto dell’autostrada A18 Messina/Catania, nel comune di Letojanni. I Carabinieri della Comando provinciale di Messina hanno eseguito tre misure interdittive emesse dal Gip del tribunale di Messina, su richiesta della Procura, nei confronti di due dirigenti del Consorzio Autostrade Siciliane, che sono stati sospesi dalla carica, e di un imprenditore, inibito dall’esercizio d’impresa. Per tutti le accuse sono disastro ambientale, peculato e falsità ideologica in atti pubblici. Altre tre persone sono indagate, ma nei loro confronti non sono state emesse misure. Sono stati sospesi dall’esercizio del pubblico ufficio per 12 mesi il direttore generale del Consorzio Autostrade Siciliane, Salvatore Pirrone, ed il dirigente dell’area tecnica, Gaspare Sceusa. Il provvedimento di divieto di esercitare l’attività di impresa, per 8 mesi, è stato notificato invece all’imprenditore di Letojanni, Francesco Musumeci.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO