Home / In evidenza  / Girgenti Acque replica al sindaco di Naro sulla potabilità dell’acqua

Girgenti Acque replica al sindaco di Naro sulla potabilità dell’acqua

In riscontro alla nota del Comune di Naro nr. 2664 del 14/02/2018, a firma del Sig. Sindaco Dr. Calogero Cremona, avente come oggetto “interrogazione sulla potabilità dell’acqua destinata al consumo umano e turni anomali”  si rappresenta quanto segue.

La scrivente Società è attenta e vigile ad effettuare continui controlli sulla qualità dell’acqua distribuita nel rispetto dei requisiti minimi necessari per la potabilità dell’acqua erogata secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia. I decreti legislativi su cui si fa particolarmente riferimento sono il D.lgs. 31/01 e il D.lgs. 31/06 e ss.mm.ii..

I controlli sull’acqua distribuita effettuati nel comune di Naro, così come in tutti i Comuni gestiti dalla scrivente Società, sono numerosi e così classificabili:

 

  1. Controlli di routine previsti nel piano di campionamento;
  2. Controlli di verifica previsti nel piani di campionamento;
  3. Controlli periodici effettuati dall’ ASP di Agrigento – Distretto di Canicattì;
  4. Controlli effettuati su segnalazioni pervenute dagli utenti;
  5. Controlli effettuati a seguito di non conformità rilevate dell’acqua distribuita in rete.

Chiariamo le modalità e le tipologie dei campionamenti succitati.

 

  1. I prelievi di routine previsti nel piano di campionamento, che viene annualmente comunicato e confermato dall’ ASP di Agrigento, sono finalizzati a fornire, ad intervalli regolari, informazioni sulla qualità organolettica e microbiologica delle acque distribuite per il consumo umano, nonché, informazioni sull’efficacia degli eventuali trattamenti dell’acqua potabile (in particolare di disinfezione).

I controlli di routine da effettuare nel comune di Naro vengono quantificati facendo riferimento alla tabella B1 del D.Lgs 31/01 dove vengono stabilite le frequenze minime dei campionamenti e delle analisi da effettuare, in funzione dei volumi d’acqua distribuiti nel comune ed in funzione della popolazione servita.

Nello specifico nel comune narese vengono annualmente effettuati 18 campionamenti di routine come da piano di campionamento e precisamente nei punti:

 

  • Gennaio: Arrivo Serbatoio “Torretta”, Uscita Serbatoio “Torretta”;
  • Febbraio: Arrivo Serbatoio “Torretta”, Uscita Serbatoio “Torretta”, punto rete in via Madonna del Lume nr. 63D;
  • Marzo: Punto rete in via Messina nr. 5;
  • Aprile: Punto rete in Cortile Migliore nr. 19;
  • Maggio: Arrivo Serbatoio “Salita”, Uscita Serbatoio “Salita”, punto rete in via V. Veneto nr. 20;
  • Giugno: Punto rete via Umberto I° nr. 11;
  • Luglio: Punto rete via Aldo Moro nr. 41;
  • Agosto: Punto rete via Malfitano nr. 15;
  • Settembre: Punto rete via della Repubblica nr. 29;
  • Ottobre: Arrivo Serbatoio “Torretta”, Uscita Serbatoio “Torretta”;
  • Novembre: Punto rete in via V. Emanuele nr. 99;
  • Dicembre: Punto rete in via Piave nr. 77;

 L’esito dei campionamenti di routine vengono trasmessi periodicamente ad ogni singolo Distretto Sanitario di appartenenza nonché inseriti e consultabili sul sito istituzionale della scrivente che dedica ampia pagina di informazione.

 

  1. I controlli di verifica al pari dei campionamenti di routine, vengono comunicati preventivamente ogni anno attraverso la redazione del piano di campionamento. La loro determinazione numerica viene effettuata sempre come disposto nella tabella B1 del D.lgs. 31/01.

Per i prelievi e le relative Analisi di Verifica, Girgenti Acque si avvale al momento, con opportuna convenzione, della collaborazione del Laboratorio della Biosearch srl, operante nel rispetto delle procedure di qualità previste dall’applicazione delle norme e dei regolamenti vigenti (laboratorio accreditato in conformità alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 con il N. Accredia 0988).

Nello specifico nel comune narese vengono annualmente effettuati 2 campionamenti di verifica e precisamente nei punti:

 

  • Febbraio: Uscita Serbatoio “Salita”;
  • Giugno: Uscita Serbatoio “Torretta”;

Anche l’esito dei campionamenti di verifica vengono trasmessi periodicamente ad ogni singolo Distretto Sanitario di appartenenza.

 

  1. In riferimento ai controlli effettuati dagli Organi di Vigilanza (ASP) si fa presente che questi vengono effettuati periodicamente. Tali campionamenti vengono effettuati su punti (serbatoi e punti rete) decisi dallo stesso Organo di Vigilanza. È cura della scrivente società presenziare alle operazioni di prelievo dei campioni d’acqua per dare il giusto e opportuno supporto tecnico.

 

  1. La Girgenti Acque al fine di garantire un continuo controllo dell’acqua distribuita effettua anche dei controlli a seguito delle segnalazioni pervenute dagli utenti di “Verifica Potabilità Acqua Distribuita”. Ogni segnalazione pervenuta viene tempestivamente processata. Un nostro tecnico di laboratorio si reca insieme ad un addetto alla distribuzione nel punto rete dove è stata segnalata un’anomalia dell’acqua distribuita. Viene effettuato un campionamento dell’acqua presente nella vasca di accumulo dell’utente e un campionamento viene effettuato nel punto rete durante il turno di distribuzione idrica. I campionamenti vengono analizzati dal nostro laboratorio interno e i risultati ottenuti, con la emissione dei relativi rapporti di prova, vengono trasmessi all’ufficio tecnico, il quale in caso di esito non positivo (presenza di qualche anomalia) attiva le relative procedure correttive. Nello specifico, qualora il punto rete risulti essere non conforme alla normativa vigente in materia di potabilità si provvede alla chiusura dell’utenza. Inoltre, qualora l’acqua contenuta nella vasca di accumulo risulti essere anch’essa contaminata, si provvede ad effettuare lo svuotamento, la pulizia e la disinfezione della stessa vasca di accumulo dell’utente. Si tiene a precisare che, in questo caso, l’utente non sostiene alcun costo per tali operazioni. Ulteriori verifiche e controlli vengono successivamente estesi in tutta la via ed ulteriori informazioni vengono comunicate alle Autorità competenti in materia ASP e Sindaco del Comune Interessato.

Nel caso in cui, invece, le analisi di laboratorio rilevino parametri conformi nel punto rete e la presenza di una qualche contaminazione dell’acqua contenuta nella vasca di accumulo, l’ufficio tecnico della Girgenti Acque S.p.A provvede ad avvisare telefonicamente l’utente, il quale viene invitato ad eseguire la pulizia e disinfezione della sua cisterna. La stessa comunicazione viene anche trasmessa a mezzo raccomandata A/R.

In ogni caso gli utenti segnalanti sono sempre tenuti informati sui fatti e sulle azioni intraprese e da intraprendere.

Nel Comune di Naro è stata analizzata solo una segnalazione “Verifica Potabilità Acqua Distribuita”, richiesta dall’utente, in tutto il 2017 e nessuna nel corrente 2018.  

 

  1. L’eventuale individuazione di non conformità vengono gestite e risolte con azioni correttive atte al rispristino della sicurezza e della qualità delle acque primarie, così come previsto dall’Art. 10 del D.lgs. 31/01.

Le segnalazioni di non conformità possono pervenire:

  • dalla normale attività di controllo interno,
  • dall’attività di controllo esterno da parte degli Organi preposti,
  • da segnalazioni da parte degli utenti.

Il personale addetto prende in carica la non conformità e la gestisce mediante il trattamento della stessa al fine di tutelare la salute dei consumatori.

Successivamente viene effettuata l’analisi delle cause che hanno prodotto la non conformità e attuata un’azione correttiva.

Qualora, ad esempio, venga rilevata una contaminazione microbica in un punto della rete, il personale addetto provvede tempestivamente a chiudere l’erogazione dell’utenza/e interessata/e.

Il personale del laboratorio interno della società esegue dei controlli mirati a circoscrivere la zona interessata e informa la squadra tecnica al fine di rimuovere le cause dell’anomalia riscontrata. L’erogazione viene ripristinata solo dopo che i controlli analitici avranno dimostrato la risoluzione del problema e solo dopo aver concordato tutte le azioni con gli organi competenti in materia.

I risultati dei controlli analitici vengono conservati in appositi raccoglitori a disposizione delle autorità preposte al controllo, così come previsto dall’Art. 7 del D.lgs. 31/01.

Al fine di garantire la qualità dell’acqua distribuita vengono effettuai numerosi azioni di controllo, e di manutenzione degli impianti e delle reti gestite dalla scrivente tra questi si riporta:

 

  • Controllo impianti di sollevamento, saracinesche, pozzetti di ispezione, da effettuarsi con verifiche periodiche;
  • Controllo e manutenzione della condotta in caso di perdite o altri problemi;
  • Verifiche quotidiane dell’integrità dei mezzi di protezione dalle intrusioni nei serbatoi di accumulo;
  • Verifiche periodiche all’interno dei serbatoi, per accertare l’assenza o la presenza di situazioni anomale di qualunque tipo;
  • Pulizie all’interno dei serbatoi;
  • Svuotamento delle vasche dei serbatoi in caso di presenza di sporcizia, muffe, funghi, alghe o incrostazioni di qualsiasi genere e successive pulizie, disinfezioni con ipoclorito di Sodio e risciacquo;
  • Pulizie con l’eliminazione di arbusti, piante infestanti o altro in una fascia di rispetto adeguata.

 Al fine di assicurare la disinfezione delle acque erogate sono installati nei serbatoi dei sistemi di clorazione automatica a NaClO (ipoclorito di sodio).

In riferimento alle non conformità rilevate nel corso del 2017 si ricordano quelle riferite all’acqua in ingresso ai Serbatoi Comunali “Torretta” e “Salita”, proveniente dal Consorzio Acquedottistico “Tre Sorgenti”, per le quali si è provveduto ad effettuare continui campionamenti di controllo al fine di eliminare nel minor tempo l’inconveniente riscontrato.

Di tali attività sono state prodotte numerose comunicazioni e corrispondenze che certificano le problematiche riscontrate, come queste siano state risolte e come la scrivente in molti casi si è sostituita nelle attività necessarie di competenza del succitato Consorzio.

Si ribadisce che l’attività di controllo sulla qualità dell’acqua distribuita è continua, a testimonianza di ciò sono i 99 campionamenti effettuati, analizzati con la redazione dei relativi Rapporti di prova  nel 2017 nell’intero Comune di Naro.

In riferimento ai “turni anomali” del servizio di distribuzione idrica si ribadisce quanto già riportato nella ns. nota nr. 8572 del 30/01/2018, e si riporta in appresso:

“Il comune di Naro viene approvvigionato da un unico Acquedotto denominato “Tre Sorgenti”, gestito dall’omonimo Consorzio. In questi ultimi giorni, purtroppo,  i guasti lungo l’acquedotto “Tre Sorgenti” si sono verificati a ripetizione, provocando l’interruzione della fornitura idrica per un periodo, prolungatosi in modo inatteso, che ha determinato l’inevitabile allungamento della turnazione idrica nel Comune di Naro, così come lamentato dallo stesso Sindaco.

La criticità, dunque, è stata determinata dal ripetersi, imprevisto ed imprevedibile, dei guasti, sempre, peraltro, riparati in via sostitutiva dalla scrivente, in considerazione dell’impossibilità del Consorzio Tre Sorgenti di provvedere in merito; non appare superfluo, a tal riguardo, fare osservare che il continuo verificarsi dei guasti è anche da addebitare alla totale mancanza di manutenzione dell’Acquedotto da parte del Consorzio, che, ormai, non è nelle condizioni di effettuare alcun intervento di manutenzione e/o riparazione, tanto da costringere la scrivente, al solo scopo di garantire l’approvvigionamento idrico dei comuni gestiti, ad intervenire continuamente in sostituzione dell’effettivo gestore dell’acquedotto in parola.

Durante il corso delle ultime riparazioni, in particolare, è stato accertato che, in corrispondenza dei molti pozzetti di scarico, la relativa saracinesca era stata eliminata e sostituita da flangia cieca, con la conseguenza di rendere enormemente più complesse, lunghe e persino pericolose le manovre per scaricare la condotta; anche in relazione di tali circostanze, i tempi necessari per le riparazioni si dilatano notevolmente, con il consequenziale prolungamento dei disservizi nella distribuzione e dei disagi alla collettività.

Per tali motivi nel comune di Naro è stata sospesa la fornitura idrica, nel solo mese di Gennaio, dall’ 11 al 16 e dal 23 al 26.

A tali problematiche si è aggiunto il 21 Gennaio lo spegnimento del Sollevamento idrico a servizio dei Serbatoi del Comune di Naro causato da un furto di circa 800 mt. di cavi elettrici, che comunque la scrivente ha provveduto a ripristinare nella stessa giornata.

Tanto premesso, la scrivente, con la speranza della regolarizzazione del funzionamento dell’ Acquedotto “Tre Sorgenti”, sta provvedendo ad effettuare il regolare ripristino della turnazione idrica nel Comune di Naro. È il caso di chiarire che, visti i numerosi giorni di sospensione della fornitura idrica, per il normalizzarsi del servizio di distribuzione idrica sarà necessario il rispetto dei necessari tempi tecnici.

Si precisa che durante la sospensione della fornitura idrica la scrivente ha provveduto ad effettuare un servizio sostitutivo con autobotti in piazza e diverse utenze sono state rifornite anch’esse con autobotte”.

Dal 29 gennaio, c.a., superata la fase critica dei guasti lungo l’ Acquedotto “Tre Sorgenti” e quindi di interruzione della fornitura idrica, la turnazione idrica nel comune narese risulta essere regolare.

Infine, alla scrivente non risulta chiara l’interrogazione posta: “Se e da quando viene immessa nella rete idrica comunale acqua non trattata bypassando il potabilizzatore”; poiché non risulta la presenza di un potabilizzatore nel Comune di Naro, l’unica acqua immessa nella rete cittadina è quella proveniente dall’ Acquedotto “Tre Sorgenti”. Si specifica che in data odierna non è stata riscontrata nessuna discarica nelle adiacenze dei serbatoi, altresì la coibentazione dei serbatoi non permette nessuna infiltrazione con eventuali acque meteoriche esterne ed in ogni caso i controlli periodici dell’Autorità Sanitaria, non hanno mai rilevato nessuna anomalia presso i serbatoi.

Cogliamo positivamente l’interesse mostrato dalle forze politiche sul tema della potabilità dell’acqua, perché hanno offerto alla Girgenti Acque, come in questo caso, la possibilità di divulgazione maggiore delle attività svolte a tutela della salute dei cittadini, che in ogni caso sono già contenute sul sito di Girgenti Acque nella sezione “Qualità dell’acqua” e specificatamente nella “Scheda Comune”.

 

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO