Home / In evidenza  / C.P.I.A. di Agrigento per il progetto “Le brutte anatroccole”

C.P.I.A. di Agrigento per il progetto “Le brutte anatroccole”

Così come anticipato durante la cerimonia dell’8 novembre 2017, si sta svolgendo presso la sezione femminile della Casa Circdndariale Petrusa di Agrigento, il progetto extracurriculare di laboratorio teatrale intitolato “Le Brutte Anatroccole” organizzato dal CPIA Agrigento in collaborazione con la Caritas Diocesana Agrigento ed il Soroptmist di Agrigento.
Il progetto sta avendo un inestimabile successo dal punto di vista umano e formativo: quasi il 50% della popolazione ristretta femminile ha aderito con entusiasmo, impegno, partecipazione, voglia di imparare e le prove si svolgono in un clima di totale armonia.
Il progetto è articolato in più laboratori:
– dizione
– coro
– sartoria
– estetica
Il CPIA Agrigento, ente promotore anche dei corsi scolastici di alfabetizzazione di lingua italiana per stranieri e di corsi di primo livello per il conseguimento della licenza media presente nella Casa Circondariale Petrusa di Agrigento già da tempo, ha pianificato l’attività con risorse interne (1 docente coordinatore e 2 docenti) e una rete esterna che ha contribuito con le attrezzature per il laboratorio di sartoria (Caritas Diocesana Agrigento) e le volontarie del Soroptmist.
Le Brutte Anatroccole, titolo liberamente ispirato alla favola di Andersen, si fonda sul lavoro di gruppo che mira alla consapevolezza, conoscenza e svelamento di identità in cui l’isolamento, la rabbia, la violenza, la spersonalizzazione (cinque sorelle a cui non viene dato nemmeno un nome ma solo un numero), dopo una serie di esperienze negative, cedono il passo alla consapevolezza che ciò che importa veramente non è solo quello che dicono o vedono gli altri, bensì quello che sentono e vedono loro stesse…. e per la prima volta guardandosi in uno stagno vedranno riflesso lo “specchio dell’anima” che rivelerà la loro vera identità.
Il progetto prevede la rappresentazione 1’8 marzo 2018 alle ore 10.00 alla presenza del Cardinale Montenegro, delle autorità regionali e locali, del corpo docenti, dei familiari delle ristrette partecipanti al progetto, di una delegazione del Soroptmist, di una delegazione della Caritas Diocesana Agrigento e di tutte le rimanenti ristrette della sezione femminile.
Nel caso in cui gli addetti alla stampa, fossero interessati ad essere presenti alla manifestazione, sono invitati a farsi autorizzare contattando direttamente la Casa Circondariale Petrusa di Agrigento.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO