Home / In evidenza  / Nel “Giorno del ricordo” Fratelli d’ Italia, dà voce alle vittime del comunismo più bieco

Nel “Giorno del ricordo” Fratelli d’ Italia, dà voce alle vittime del comunismo più bieco

Agrigento, rinnova oggi, 10 febbraio, la memoria delle vittime dell’ eccidio perpetrato ai danni di 20.000 nostri fratelli Italiani che sono stati torturati, uccisi e gettati nelle foibe dalle milizie asservite a Mosca e dai partigiani della Jugoslavia di Tito, nonché dei 350.000 italiani dell’ Istria, di Fiume e della Dalmazia costretti all’esodo.

Una pagina di storia che la sinistra italiana per molti anni ha cercato di eclissare minimizzandone la portata.

Solo nel 2004 venne istituito il “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria di quelle vittime e di far emergere una verità sottaciuta per sessant’anni a causa del servilismo e della tacita complicità della sinistra italiana.

Fratelli d’ Italia, il partito dei patrioti, vuole essere, oggi, la voce di quegli Italiani relegati al silenzio per decenni, vittime del comunismo più bieco.

 

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO