Home / In evidenza  / Di Napoli dopo Catania. "Il campionato la nostra priorità. Tifosi stateci vicini"

Di Napoli dopo Catania. "Il campionato la nostra priorità. Tifosi stateci vicini"


Al termine della partita contro il Catania di Coppa Italia, il tecnico Raffaele Di Napoli dichiara: “Siamo molto dispiaciuti per la società e per i nostri tifosi. Mi dispiace anche personalmente la sconfitta contro il Catania. Chiediamo pubblicamente scusa a tutti i nostri tifosi. Il punteggio finale è mortificante per i colori biancoazzurri ma abbiamo affrontato un’ottima squadra, con un organico di gran lunga superiore al nostro. Aver giocato tanto tempo in inferiorità numerica ha sicuramente influito sul punteggio finale. Chi è sceso in campo ha dato il massimo, ma non è bastato per fermare il Catania. Siamo tristi e amareggiati, ma già da stanotte dobbiamo rialzare la testa e guardare avanti. La Coppa Italia è servita per migliorare la condizione atletica della squadra, ma anche per provare schemi e uomini da adattare al Campionato, che è e rimane il nostro principale obiettivo. Vogliamo disputare una grande stagione e regalare la terza salvezza di fila ai tifosi del Gigante. Il nostro obiettivo da adesso in avanti sarà sbagliare meno possibile e per farlo abbiamo necessariamente bisogno anche del sostegno dei nostri tifosi. Vi chiediamo di aver pazienza e starci vicino.  Siamo tosti e questa sconfitta ci darà la spinta necessaria per fare meglio le prossime partite. Andremo avanti con tanta grinta e reagendo nel migliore dei modi per ottenere buoni risultati e portare avanti il progetto della squadra e della società, ovvero la valorizzazione dei giovani e la permanenza nel calcio professionistico. La società ha operato sul mercato come meglio poteva fare, consapevoli di un budget molto ristretto, com’era a conoscenza di tutti. Ciò nonostante lotteremo per raggiungere la salvezza perché non sono le partite come quelle di questa sera che contano per noi, ma quella di sabato con il Rende dove cercheremo di vincerla a tutti i costi. Sapevamo tutti già prima dell’iscrizione al campionato le difficoltà che avremmo incontrato ed abbiamo accettato di buon grado pur di partecipare al torneo di serie C. Gli sforzi che sta facendo la società per mantenere la categoria sono enormi. La proprietà va elogiata e serve stare tutti uniti per raggiungere la salvezza, altrimenti tutto diventa più difficile”

NON CI SONO COMMENTI
  • Avatar
    Ciccio nobile 30 Agosto 2017

    Caro MISTER nessuno a niente da dire ai giocatori questi vanno rispettati come vanno rispettati i tifosi e la città di Agrigento x ché rispetto merita rispetto ieri sie toccato il fondo non x la sconfitta ma x tutto altro non c’è organizzazione e’ questo si vede mancano le figure professionali ma tutto questo giavarini lo sa penso proprio di no o il problema ero io che difendo la mia città e la maglia ma non o mai offeso nessuno personalmente anzi sono stato usato ma x il bene del akragas sono stato zitto l anno scorso l abbiamo salvata noi l akragas

  • Avatar
    giurgintanu vero 31 Agosto 2017

    oggi la squadra non e stata presenta alla città come mai vergogna la deroga non ce fino ad oggi leveque dato al torino grazie al fratello del mister x che a leveque l anno fatto ieri il contratto come non anno fatto il contratto a tutti 99 in rosa sveglia giavarini e alessi il fratello del mister non a preso niente mentre qualcuno a portato giocatori di amici di procuratori suoi e poi gira voce che ora ce un grosso club x un tesserato del akragas che non a mai giocato tranne a catania nel secondo tempo ormai siamo alla fine chi a presso certi giocatori che non anno giocato neanche in d ecc non certo l allenatore chi sono i loro procuratori non certo il fratello di di napoli forse il procuratore che il direttore conosce benissimo ormai il vaso e pieno si può partire alle 15-45 x andare a giocare a catania parliamo di professionismo ma se non ce una figura professionale dal segretario al direttore sportivo ecc secondo me giavarini tutte queste cose non li sa.stavano facendo giocare salvemini con la sicula leonzio ed era squalificato qualche uccellino li avvisati vero direttore ma eri in conferenza stampa e sie rischiati di fare ridere tutto il mondo nessuno può smentire questo a fatto la rifinitura con i titolari e il giovedi aveva giocato a campofranco pero a giavarini dicono tutto apposto qua. sa chi se ne accorto press giavarini si proprio colui che lei odia ma che ama l akragas questo e amore si faccia spiegare tutto dal direttore dirà sono bugie lo dica alla persona che non ricordo il nome ma e sempre al campo quello del melfi e stato lui ad avervi salvato la faccia dopo che quello che lei odia <ma noi akragantini amiamo<< a dato l indicazione sveglia cosi farà solo brutte figure in continuazione alessi a giorni andrà via sicuramente resterà solo il direttore, di napoli fai come rigoli buttalo fuori dallo spogliatoio a detto che i giocatori li ai presi lei pero a gli amici suoi dice il contrario che sono giavarini e alessi a portare certi giocatori lui non conosce i procuratori che l anno scorso avevano giocatori qua buon divertimento giavarini e alessi

POSTA UN COMMENTO