Home / In evidenza  / Maledizione Champions, la Juve stecca di nuovo!
   

Maledizione Champions, la Juve stecca di nuovo!

 


Dopo una lunga attesa e tanto agonismo messo dentro e fuori lo stadio i tifosi prendono atto che l’ossessione di questa coppa delle grandi orecchie rimane per tutto il mondo Juve. Tanta rabbia e delusione, con un cammino bello e appassionante ove la squadra ha fatto vedere di essere degna di partecipare a tale competizione e dove è in grado di stare tra i grandi d’Europa. La partita era iniziata  partita bene per la Juve e da subito aveva impegnato il portiere del Real un paio di volte, facendo vedere che poteva essere la serata giusta per dare le risposte definitive ai propri tifosi e raggiungere quel traguardo tanto sognato. Passata in svantaggio , ha trovato subito la reazione, ma al nuovo vantaggio Real, la squadra ha subìto un micidiale uno-due, trovandosi sotto di 3 gol in poco tempo e non trovando la reazione che una grande squadra dovrebbe avere. Il quarto gol è stato una semplice chiusura per una partita che il Real ha nettamente meritato nell’arco di 90 minuti.
Peccato, era l’anno in cui i tifosi pregustavano la vittoria , visto il lungo cammino che si è fatto, ove la squadra ha mostrato un bel gioco rispetto allo scorso anno e dove in tanti hanno apprezzato il gioco che ha dato Allegri ultimamente, rispetto agli anni passai e dove certamente la fortuna deve sempre accompagnare di pari passo le sorti della squadre. Triplete maledetto che rimane ancora un sogno per tutti, un sogno che si tenterà nuovamente di realizzarlo il prossimo anno, perché non ci si deve arrendere e ripartire e capire gli errori commessi. Arrivare fino in fondo è auspicabile per poche squadre, non basta partecipare soltanto o avere alibi che a volte servono solo per deviare situazioni o problemi in corso, chi lo fa,deve anche tentare di vincerla. La cocente delusione certamente rimane ,e ancora per qualche giorno rimarrà sugli occhi di tanta gente che sentiva la partita in mano. L’avversario ostico e cinico, con un Ronaldo che seppur ha toccato pochi palloni, non li ha certamente sbagliati, mentre la Juve ha preferito dettare e duettare tanto per arrivare in porta e questo alla lunga porta anche sacrifici che prima o poi si pagano. Un secondo tempo inguardabile a cui sono mancati gli uomini a cui la squadra si era attaccati durante tutto questo tempo, con una cocente delusione di tutta la squadra, tranne qualche singolo che ha dato il suo come sempre, ma poi trasportato dai propri compagni si è lasciato andare ad una non reazione che non ci si aspettava, visti anche i tempi e il risultato… Peccato !

NON CI SONO COMMENTI
  • Avatar
    FRANCO 4 Giugno 2017

    Agnelli ieri,affranto,si augurava per il futuro maggiore cattiveria da parte dei suoi giocatori.Forse alludeva alle bastonate che i suoi difensori dispensano a destra e a manca a quei poveracci delle squadre avversarie sotto lo sguardo comprensivo degli arbitri.Tipacci come Chiellini Bonucci tirano a scassare l’avversario,ma in campo internazionale la cosa non funziona e,di conseguenza,la “difesa piu’ forte del mondo”,vedi Sconcerti,si rivela per quello che e’:un accolita di scarponi che nel momento in cui non possono usare violenza all’avversario vengono ridicolizzati da tipi come Ronaldo che sbucava incontrastato da tutte le parti.Tutta una stampa provincialotta,vedi Tuttosport,dava per scontata la vittoria sul Real Madrid non contando Skysport,che ha fatto retrocedere l’Akragas,che con la cinguettante poi piangente D’amico metteva in difficolta’ regolarmente l’interlocutore che non fosse Juventino.Meno male che c’e’ un giudice a Berlino!Quadrado a seguito dei fallacci commessi, in Italia non sarebbe stato nemmeno ammonito.Caro Agnelli non si auguri che la squadra diventi piu’ cattiva,in campo internazionale verrebbero espulsi tutti comprese le riserve!

  • Avatar
    Agrigentino vero 4 Giugno 2017

    Articolo fazioso da direttore interista che su Facebook si lascia andare a certe frasi di cattivo gusto da un giornalista tanto proclamato se ha le palle direttore pubblichi questo commento ma lei le palle non ce l’ha ed usa il suo profilo per farsi sperto

    • Avatar
      Lelio Castaldo 4 Giugno 2017

      Premessa: l’articolo l’ha scritto una juventina incallita che si chiama Elisa Carlisi. Io avrei scritto molto, molto, molto di peggio e fatto rispecchiare un’altra realtà. Una realtà amara per la Juventus che con l’Europa, cioè con i grandi club mondiali, non ha nulla da spartire. E’ una questione di DNA. Detto questo non capisco se un direttore di un giornale tifa Inter è reato. Hai mai provato a leggere Tuttosport? Semplicemente vomitevole. Ho pubblicato il commento non per dimostrarti che ho i maroni, vali troppo poco per essere considerato. Non a caso mostri in tutta la sua essenza la tua viltà visto che ti celi dietro un nik name fasullo. Come te…

      • Avatar
        Elisa Carlisi 4 Giugno 2017

        Il giornale non è di parte, nè i giornalisti lo sono, soprattutto se si trattano argomenti di cronaca e di maggiore importanza, ovviamente il calcio non rientra tra questi! Aggiungerei che, fortunatamente, tifare, una squadra più delle altre, non significa essere “faziosi” ( che significa sostenere con intransigenza, senza obiettività il proprio partito o le proprie tesi; animato da spirito di parte: un giornale f.; un politico f.; un arbitro f…).. Essere tifosi ha una accezione certamente meno negativa e meno estrema. E’ chiaro inoltre che, essendo l’ultima partita e l’unica squadra italiana in campo internazionale, non si poteva parlare dell’Inter (tanto amata dal direttore), ma solo della Juve. Elisa Carlisi (juventina e soprattutto italiana!)

  • Avatar
    SIGNORA_CORIANDOLI 4 Giugno 2017

    Ed anche quest’anno la juve, ha fatto il triplete….

POSTA UN COMMENTO