Home / In evidenza  / Aragona, continua la lotta di Antonella Zammito, insegnante-coraggio
   

Aragona, continua la lotta di Antonella Zammito, insegnante-coraggio

 

Continua la sua lotta per far valere i suoi diritti e quelli del figlio malato, affetto da una rara patologia neurodegenerativa, Antonella Zammito, l’insegnante di Aragona, paesino alle porte di Agrigento, che è “costretta” a lavorare a Catania, dove deve recarsi quotidianamente, pur avendo la necessità di un trasferimento per accudire Andrea, il figlio 19enne.
Antonella Zammito insegna dal 2004, anno di entrata in ruolo, e deve tutti i giorni fare andata e ritorno dal capoluogo etneo dove le hanno assgnato una cattedra.
Al momento tra leggi cervellotiche e burocrazia non è stato possibile assegnare una sede lavorativa più vicina alle esigenze dell’insegnante. Si spera che le norme possano cambiare, o forse sarebbe meglio dire, vengano cambiate, e consentire a questa mamma coraggiosa di poter essere più vicina al figlio.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO