Home / 2017 / Febbraio (Pagina 101)

CONTINUA A PRENDERCI PER I FONDELLI
“Questi ‘fenomeni’ dell’Ue continuano a prenderci per i fondelli, con il governo Renzi/Gentiloni a tappetino e a prendere schiaffi. ‘L’Italia non e’ piu’ sola’ dice Avramopoulos, una litania che ascoltiamo da tre anni. E oggi lancia le sue mirabolanti proposte: ma che dobbiamo farci con 500 milioni di euro in quattro anni (quindi circa 125 milioni l’anno) quando per il ministro Padoan la nostra spesa per l’emergenza immigrazione e’ di 4 miliardi annui. Che ci facciamo con mille ricollocamenti al mese quando si prospetta quest’anno un esodo di 200 mila migranti/clandestini?”. Lo domanda Alessandro PAGANO, deputato della Lega dei Popoli-Noi con Salvini, che aggiunge: “Tra l’altro, senza considerare i tempi biblici dei vertici Ue, dove non si decide mai nulla, il fatto che in Libia non si trova la quadra. Dall’Europa i soliti buoni propositi per lavarsi la coscienza, mentre aumentano i morti in mare. E soprattutto mentre l’Isis si fa piu’ pericolosa con i trafficanti di essere umani, diventati la loro primaria fonte di finanziamento, che iniziano a farsi sempre piu’ violenti non facendosi scrupoli ad attaccare e sparare, come e’ emerso oggi, alla guardia costiera libica”.
(DIRE) Roma, 31 Gennaio 2017.

20170131-204904.jpg

Il leader di “Cantiere Popolare”, Saverio Romano, ha nominato Denis Sottile (nella foto) quale Responsabile dei Rapporti Istituzionali, Comunicazione e Attuazione del Programma Politico della Provincia di Caltanissetta. Lo stesso Sottile commenta : “Ringrazio l’onorevole Saverio Romano per l’incarico affidatomi. Saluto tutto il Partito, la deputazione regionale e tutti i simpatizzanti di Cantiere Popolare”.

SICILIA; BILANCIO: CIMINO (SICILIA FUTURA), STOP A TATTICISMI PER
APPROVARE RAPIDAMENTE BILANCIO REGIONE
PALERMO – “L’approvazione del bilancio della regione, che auspico
possa avvenire in tempi rapidi dopo il passaggio e le modifiche in
commissione II, non va considerata come un favore fatto al governo
Crocetta ma come un dovere ed anche un beneficio a vantaggio dei
siciliani. I tatticismi non servono alla Sicilia pertanto è opportuno
che la coalizione si concentri sul lavoro già avviato in commissione
Bilancio dell’Ars per giungere al varo della finanziaria e del
bilancio”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce e deputato regionale
di Sicilia Futura.

Parolino, l’atleta e l’imprenditrice, l’evento in suo onore al Rotary Club Serata di felicità, “gratificata e orgogliosa” Canicattì. È arrivata la celebrazione tanto attesa della pluricampionessa Giusi Parolino. Accaduta sabato sera, nella sede del Rotary Club di Canicattì, la grande festa dedicata all’atleta, splendida protagonista dello scenario del mondo dell’atletica e imprenditrice affermata, che porta alto il nome di Agrigento e provincia. È raggiante e non nasconde la felicità Giusi. «Personalmente per me è sempre un grande onore quando si dà con la mia persona, attenzione al mondo dell’atletica››. Dopo la consueta presentazione, come prevede il protocollo, del Presidente del Club Giuseppe Scimè, in sala si proietta un video sulla vita agonistica e professionale di Giusi, che illustra alla platea dei soci la sua notevole esperienza, “senza alcuna possibilità di smentita Giusi è da considerarsi il fiore all’occhiello per tutta la comunità agrigentina – commenta a caldo il Presidente a fine proiezione – ciascun cittadino, ma soprattutto amministratore pubblico deve ritenersi orgoglioso che una concittadina affrontando notevoli sforzi riesce a raggiungere livelli significativi nella propria specialità che si badi bene non è una disciplina di nuova epoca ma che già negli antichi anni dell’umanità ha tratto i significativi sfarzi”. E la stessa non si sottrae, accogliendo le diverse domande e curiosità avanzate dai soci, con la sua magica spontaneità, coinvolge il pubblico riuscendo a trasferire il vero significato del suo quotidiano impegno agonistico e professionale. Pochi infatti sono a conoscenza della carriera professionale della Parolino, che non raccoglie trofei solo in campo sportivo: è chiamata nel 2005 al Parlamento Europeo a “Rappresentare i giovani imprenditori emergenti”, nel 2009 ritira il prestigioso premio “Food & Italy” ed è la prima donna in Sicilia al comando di una piattaforma di distribuzione. Organizza il vernissage della mostra di Modigliani con il comune di Catania e nel prossimo mese di aprile 2017 ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2110 SICILIA E MALTA CLUB DI CANICATTÌ Anno rotariano 2016-2017 www.rotarycanicatti.it inaugurerà a San Leone (Agrigento) un nuovo punto vendita dedicato all’enogastronomia con prodotti di alta qualità tutti made in Italy e soprattutto provenienti da ogni angolo della Sicilia. Il Presidente, a fine serata, le consegna un trofeo che raffigura l’atleta nel momento del lancio del giavellotto con l’auspicio che altri Club Service seguano anche meglio questo esempio tracciato. “Siamo orgogliosi – conclude Scimè – e a Lei va il nostro ringraziamento per l’impegno, la sensibilità e la forza con la quale porta a compimento ogni progetto nel nostro territorio, da vera e autentica agrigentina”.

Mercoledi 1 febbraio 2017 presso l’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale di Viale Regione Siciliana 33 inizia lo sciopero della fame e della sete di Costantino Guzzo operatore dello IAL Sicilia  e di altri colleghi: Pietro Lucchese, ( operato alla testa e con gravissimi problemi di salute ha riferito ché non assumerà piu’ nessun tipo di farmaco ) Giuseppe Sanfilippo, Filippo Cannata, Salvatore Conte , Giovanni Zanca e Aldo Maimone.
A supporto di questa iniziativa contro la macelleria sociale ai danni di tutti gli operatori della Formazione Professionale siciliana e,degli inutili proclami del governatore Crocetta e degli assessori Marziano e Miccichè la categoria sciopera e protesta. Le vite lavorative di migliaia di operatori sono state distrutte in nome di lotte tra fazioni avverse di partiti politici danneggiando migliaia di utenti a cui è stato negato il diritto alla formazione. Le revoche dell’accreditamento in mancanza di sentenze passate in giudicato hanno causato la cancellazione di migliaia di posti di lavoro e, come al solito, hanno pagato soltanto i lavoratori che oggi si vedono abbandonati senza alcun strumento di sostegno al reddito.
Siamo stanchi delle brioches di Marziano che sciorina numeri e cifre omettendo che migliaia e migliaia di operatori non saranno riassorbiti dagli Enti che non hanno alcun obbligo di assunzione nei confronti di coloro che sono stati espulsi dal sistema.
Basta con le CHIACCHIERE!
Basta con gli inutili proclami!
Pretendiamo il rispetto delle leggi e della normativa che l’amministrazione Crocetta ha deliberatamente ignorato e omesso.