Home / Agrigento  / Firetto sulla democrazia partecipata
   

Firetto sulla democrazia partecipata

 

NOTA DEL SINDACO LILLO FIRETTO SU SONDAGGIO “DEMOCRAZIA PARTECIPATA”
“L’istituto della “democrazia partecipata” trae spunto da una previsione normativa regionale che dà la possibilità di un utilizzo condiviso del 2% dei trasferimenti regionali attraverso forme di consultazione popolare.
Il coinvolgimento dei cittadini, quindi, è essenziale perché si dia seguito a quanto voluto dal parlamento regionale, ma ciò era ed è anche un obiettivo programmatico di questa amministrazione.
Abbiamo ritenuto che lo strumento del sondaggio attraverso il web potesse essere un metodo rapido ed efficace di consultazione popolare. Laddove sono state riscontrate anomalie nei report di voto abbiamo prontamente ritenuto di rivedere le modalità tecniche di voto, riproponendo il sondaggio con sistemi correttivi delle possibilità di alterazione del voto e della volontà popolare.
Diverse segnalazioni su anomalie di funzionamento del sistema ancora da perfezionare, provenienti da consiglieri comunali, giornalisti, cittadini facebookiani, ci inducono a riflettere ancora una volta ma, soprattutto, ci mostrano la volontà dei cittadini di partecipare all’azione di questa amministrazione. Se l’obiettivo dell’istituto della democrazia partecipata è questo, le reazioni degli agrigentini sono il segno forte e chiaro della direzione di marcia da mantenere.
Ovviamente un sondaggio telematico, valido ed efficace, resta sempre un sondaggio aperto a coloro che hanno la possibilità tecnica di utilizzare uno strumento adatto, ed una parte della popolazione questa possibilità non ce l’ha. Queste ragioni spingono ad affiancare al sondaggio stesso forme di partecipazione attiva mediante incontri aperti da concludere, con un’espressione di voto con metodo da stabilire”.

20170214-132339.jpg

NON CI SONO COMMENTI
  • Simona 14 Febbraio 2017

    Caro Sindaco prendiamo atto che nel sito vi sono state delle anomalie!
    Attendiamo di conoscere le risposte alla Interrogazione Gibilaro
    Gibilaro : Quali sono i provvedimenti amministrativi che hanno definito le sei opzioni dell’avviso Democrazia Partecipata e gli eventuali studi che hanno portato all’individuazione delle scelte proposte?
    Agrigento lì 13.02.2017
    Oggetto: INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA ai sensi dell’Art.30.- Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale-.
    * * * * * * *
    Lo scrivente Consigliere Comunale ai sensi dell’Art.30- Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale-,nell’esercizio delle funzioni di sindacato e di controllo che interessano l’attività dell’Ente e la collettività,con la presente, rivolge al Sindaco, richiesta di informazioni , inerente l’Avviso pubblico “Il coinvolgimento della cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune”,avente ad oggetto la destinazione dei fondi di cui all’art. 6, comma 1 della L.R. n. 5/2014 (come modificata dal comma 2 dell’art. 6 della L.R. 9/2015, la quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana a questo Ente, per l’anno 2016, pari ad € 55.944,00 dovrà essere spesa con forme di “Democrazia Partecipata utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza per la scelta dia azioni di interesse comune”
    Pertanto,l’Interrogante, con la presente chiede alla S.V. in modo chiaro e conciso, di conoscere i provvedimenti politico o amministrativi che hanno definito le sei opzioni ( Parco Giochi bambini al Villaggio Mosè,Area Fitness lungomare Falcone e Borsellino,Interventi Arredo urbano varie aree cittadine,Promozione Agrigento capitale della Cultura 2020,Sostegno alla povertà,Organizzazione eventi “Estate Agrigentina), poste a votazione attraverso l’avviso pubblico e i parametri nonché gli studi propedeutici che portato all’individuazione delle scelte proposte.
    Certo di un Vostro riscontro, nei modi e nei termini stabiliti dallo Statuto del Comune di Agrigento e del Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale,l’occasione è gradita per augurare un proficuo e sereno lavoro.
    Il Consigliere Comunale
    Gerlando Gibilaro

  • Angela Maria 15 Febbraio 2017

    l’ennesimo fallimento di un fallimento amministrativo totale.

POSTA UN COMMENTO