Home / 2017 / Gennaio (Pagina 70)

La Fortitudo Moncada basket Agrigento ha vinto in casa, al PalaMoncada, contro la Virtus Roma, 95 a 83, e si tratta della sesta vittoria consecutiva nel campionato di serie A2. La Fortitudo Agrigento ha recuperato Evangelisti e De Laurentiis, e la loro presenza sul parquet dal primo minuto è stata preziosa. Piazza e Buford hanno costruito punti e vantaggio. Il primo periodo di gioco è stato dalla parte della Fortitudo. Nel secondo quarto, la partita si è giocata punto a punto, con Brown protagonista.

Il 6 gennaio, giorno dell’ Epifania, è storicamente il giorno dell’ estrazione dei premi della Lotteria Nazionale. Ebbene, la Sicilia è stata baciata timidamente dalla fortuna, incassando premi solo per 325 mila euro dalla lotteria Italia, nonostante un montepremi da 6 milioni e 250 mila euro solo per i biglietti di seconda e terza categoria senza considerare i premi milionari di prima fascia. In Sicilia è stato staccato un solo biglietto vincente di seconda categoria, ovvero da 50 mila euro, a Catania, e poi 11 di terza categoria, ovvero vincite da 25 mila euro ciascuno, anche a Ribera e a Sciacca nell’ agrigentino.

L’Assemblea regionale siciliana è in cima alla graduatoria dei Consigli regionali per i fondi che i gruppi parlamentari percepiscono ogni anno. Su un totale di 70 milioni di euro all’ anno, l’ Assemblea siciliana è al primo posto con 12,6 milioni di euro, seguita in classifica dalla Lombardia con 11 milioni, dal Lazio con 8,9 milioni, e dal Piemonte con 7,5 milioni. L’Umbria e la Val d’Aosta sono le Regioni più virtuose, con cifre che si aggirano sul mezzo milione di euro. L’ Assemblea regionale vince anche il confronto per gli stipendi dei suoi consiglieri deputati. Nonostante alcuni tagli ai costi della politica risalenti al 2011, per pagare gli stipendi il Parlamento siciliano spende circa 21 milioni all’anno. Da febbraio 2016, la retribuzione media di un deputato semplice, che non ha cariche suppletive nel consiglio di presidenza o in una delle 9 commissioni, è di 9 mila e 787 euro al mese netti. La busta paga comprende: l’indennità di base netta pari a 5.101 euro, la diaria di 3.500 euro netti (per pagare ad esempio le spese di segreteria), concessa anche a chi vive a Palermo, le spese di trasporto ferroviario, aereo e marittimo pari a 841 euro e le spese telefoniche per un ammontare di 345 euro. Con varie indennità aggiuntive il netto in busta aumenta anche fino a 18mila euro.

“Anno nuovo e disservizio vecchio. Sembra ormai normale che le cose, anche le più banali, in provincia di Agrigento diventino complesse e causa di notevole confusione e disagio. A certificare tale situazione vi è la segnaletica verticale posta sulla SS 640 che per chi la conoscesse in gergo comune, seppur non corretto, è lo scorrimento veloce Agrigento – Caltanissetta ormai diventato, all’altezza della Casa Circondariale Petrusa, l’incubo degli automobilisti”.
Sono state decine e decine le segnalazioni pervenute da diversi automobilisti costretti a fare giri lunghissimi per riuscire a raggiungere Agrigento, il quartiere di Fontanelle e soprattutto la zona dove sorge l’ospedale San Giovanni di Dio. Per non parlare poi del grave pericolo che scaturisce dai sempre più numerosi autisti che per non allungare notevolmente il tragitto effettuano la pericolosissima inversione ad U nel tratto tra contrada Casena e contrada Petrusa, tratto a doppio senso di circolazione.
Ad intervenire in merito alla problematica è il Vicesegretario Provinciale di Sicilia Futura, Nuccia Palermo, che ammonisce la confusionaria installazione della segnaletica stradale, evidentemente causa di confusione e di disservizi, sollecitando le amministrazioni comunali ad interporsi, poiché la problematica ricade sul loro territorio di competenza, con l’Anas al fine di sollecitarne un immediato intervento”
“Ci sembra assurdo, tra le altre cose, aver complicato il raggiungimento sia del Carcere Petrusa che dell’Ospedale San Giovanni di Dio – insiste il Vicesegretario Provinciale – il cui raggiungimento anche da parte degli operatori stessi risulta tortuoso e ricco di disagi.”
Siamo consapevoli della competenza strettamente legata all’Anas ma ci preme sottolineare come sia fondamentale da parte dei Sindaci dei comuni interessati, nello specifico Agrigento e Favara, intervenire e sollecitare l’ente competente al fine di risolvere il disservizio fino ad oggi presente. E’ inaccettabile che un pendolare o un agrigentino venga tradito da una segnaletica equivoca che ti induce ad allungare il tragitto di circa 12 km . E nell’attesa che un apparente semplice intervento di sistemazione della segnaletica avvenga – conclude il Vicesegretario Nuccia Palermo – sarà nostra premura interrogare i vertici dell’Anas per conoscere le reali tempistiche entro le quali i primi 34 km della SS640 verranno realmente riaperti al traffico”.

La neve, la musica tipica delle novene, le luci suggestive emanate dallo splendido
borgo, è stato questo lo scenario che ha accolto ieri l'arrivo dei Re Magi al Presepe
Vivente di Montaperto. I visitatori per nulla scoraggiati dalle temperature vicino allo
zero, hanno voluto, insieme ai Magi, rendere omaggio alla Sacra Famiglia situata
nella suggestiva grotta sita nel cuore del Presepe. Grande novità di questo
penultimo appuntamento di questa IX edizione la presenza degli allievi
dell'Accademia di belle arti che hanno fatto riscoprire la tecnica "raku", un antico
metodo di lavorazione della ceramica risalente al XVI secolo. Il resto del percorso,
rimasto invariato, ha come sempre soddisfatto il palato e i sensi dei tanti avventori.
Sarà possibile visitare il Presepe Vivente di Montaperto anche domenica 8 gennaio,
grande giorno conclusivo di questa nona edizione.

Arrivati i Magi al “Presepe Vivente di Montaperto”
La neve, la musica tipica delle novene, le luci suggestive emanate dallo splendido
borgo, è stato questo lo scenario che ha accolto ieri l'arrivo dei Re Magi al Presepe
Vivente di Montaperto. I visitatori per nulla scoraggiati dalle temperature vicino allo
zero, hanno voluto, insieme ai Magi, rendere omaggio alla Sacra Famiglia situata
nella suggestiva grotta sita nel cuore del Presepe. Grande novità di questo
penultimo appuntamento di questa IX edizione la presenza degli allievi
dell'Accademia di belle arti che hanno fatto riscoprire la tecnica "raku", un antico
metodo di lavorazione della ceramica risalente al XVI secolo. Il resto del percorso,
rimasto invariato, ha come sempre soddisfatto il palato e i sensi dei tanti avventori.
Sarà possibile visitare il Presepe Vivente di Montaperto anche domenica 8 gennaio,
grande giorno conclusivo di questa nona edizione.

L’ Akragas calcio tenta di rimediare alla crisi societaria vendendo alcuni giocatori di pregio. Ad esempio, probabilmente il capitano, Marino, sarà ceduto al Fondi. L’ amministratore delegato dell’Akragas, Peppino Tirri, conferma : “L’offerta che abbiamo ricevuto è troppo importante. Non siamo nelle condizioni di poterla rifiutare. Il difensore centrale lascerà dopo un anno e mezzo la squadra di cui era diventato capitano e si trasferirà nel Lazio”. Sui social network i tifosi dell’ Akragas non nascondono preoccupazione. E l’ amministratore Tirri aggiunge : “Adesso mi auguro che ci siano le condizioni per allargare la base societaria o almeno fare entrare altre risorse finanziarie. In caso contrario saremo costretti a fare altre operazioni importanti in uscita”.

I consiglieri comunali di Agrigento, Giorgia Iacolino e Salvatore Falzone, ritengono opportuno un freno all’ ingresso di immigrati, e affermano : “La presenza massiccia di migranti irregolari in giro per la nostra città ed in tutta la Sicilia, fa a pugni con il desiderio di sicurezza della comunità agrigentina. E ciò soprattutto in un momento di aggravamento della violenza criminale di natura terroristica. Non siamo contro all’idea governativa di piccoli Centri di identificazione ed espulsione, sparsi in tutta Italia per rendere più rapidi i rimpatri dei migranti irregolari. Chiediamo, tuttavia, al sindaco Firetto di impedire la riapertura della tensostruttura di Porto Empedocle-inadeguata ed insicura, da dove i migranti, negli anni scorsi, fuggivano rendendosi invisibili alle forze dell’ordine. Forza Italia è contraria ad iniziative che prevedano la riapertura della tensostruttura di Porto Empedocle o di altre a stretto contatto con il nostro territorio, che ha già recentemente pagato imperdonabili errori nella gestione dei flussi migratori relativa a chi non essendo profugo o rifugiato deve essere immediatamente rimpatriato nel proprio Paese”.

A Porto Empedocle i poliziotti del locale Commissariato, diretto dal vice questore, Cesare Castelli (nella foto), hanno compiuto numerosi controlli soprattutto in sale gioco e locali frequentati dai giovanissimi. E’ stata, tra l’altro, elevata anche una sanzione da 2 mila euro per mancata affissione di avvisi vari e per mancanza di alcuni tipi di licenza. Inoltre, nel corso dei controlli, un sorvegliato speciale è stato sorpreso insieme a dei pregiudicati, ed è stato segnalato all’ autorità giudiziaria per l’aggravamento della misura preventiva.

A Palermo, in occasione delle prossime amministrative a maggio, il Movimento 5 Stelle è pronto a lanciare la votazione su internet per la scelta del candidato sindaco tra 5 aspiranti, che sono Giulia Argiroffi, Giancarlo Caparrotta, Tiziana Di Pasquale, Ugo Forello e Igor Gelarla. Gli stessi 5 in corsa lunedì prossimo, 9 gennaio, saranno protagonisti di un confronto con il pubblico ai Cantieri culturali della Zisa, al Cinema De Seta, dalle ore 20 in poi. Nel frattempo, prosegue il pressing del Partito Democratico per la ricandidatura dell’ attuale sindaco, Leoluca Orlando. Si ritiene però che sia improbabile che Orlando accetti di ricandidarsi con i simboli dei partiti.

A Casteltermini, in periferia, un libero professionista ha scoperto la propria casa in campagna del tutto devastata, tra arredi e suppellettili, e poi un uccello con un bossolo nel becco innanzi all’ ingresso. Il proprietario ha presentato una denuncia contro ignoti negli uffici della Questura di Agrigento. Ignoto, al momento, il movente di tale raid intimidatorio.