Home / 2017 / Gennaio (Pagina 63)

Dopo Realmonte, parte anche a Porto Empedocle, la raccolta differenziata. Da lunedì 16 gennaio interesserà le utenze della ZONA A.

Partirà lunedì 16 gennaio,  il nuovo servizio “porta a porta” nel comune di Porto Empedocle che riguarderà, in questa prima fase, le utenze domestiche e commerciali della cosiddetta “Zona A”, che comprende contrada Bellavista, contrada Ciuccafa, contrada Pero, Lido Azzurro, contrada Marinella, contrada Caliato,  Zona Bassa da zona Cannelle a zona Stazione, Salita Spinola e Zona Vincenzella.
Il nuovo servizio, rientra nell’ambito del progetto denominato “Da stasera uscite separati” messo a punto dall’Aro Vigata – Scala dei Turchi, (che comprende anche il comune di Realmonte) e verrà assicurato dalle imprese Iseda-capofila, Icos ed Ecoin.
A tutti i cittadini utenti che si sono recati presso gli uffici messi a disposizione dall’Aro, sono già stati consegnati sia i contenitori di plastica di differenti colori che saranno utilizzati per effettuare la suddivisione dei rifiuti, sia i calendari giornalieri a cui dovranno attenersi.
“Un giorno prima dell’inizio del servizio – spiegano dall’Aro – ricordiamo che verranno tolti tutti i cassonetti dei rifiuti nelle zone interessate dal nuovo servizio, per cui invitiamo i cittadini che non lo hanno ancora fatto, a recarsi presso gli uffici di Via IV Novembre, al civico 8, per ritirare, a titolo assolutamente gratuito,  i contenitori  necessari per differenziare i rifiuti”.
I cittadini delle zone individuate dovranno esporre i contenitori di plastica precedentemente ritirati, all’esterno delle proprie abitazioni o dei condomini dalle 20 fino alle 6 del mattino. Il primo materiale ad essere conferito con il nuovo metodo, sarà il secco residuo.
Per tutti i cittadini che si avvicinano per la prima volta alla raccolta differenziata, c’è inoltre un nuovo sito web: www.differenziatavigata-scaladeiturchi.it a disposizione di chiunque voglia informazioni e chiarimenti sia sul servizio porta a porta, che sulle modalità di conferimento delle varie tipologie di rifiuti.
Il sito è stato realizzato proprio per creare un contatto quanto più immediato possibile tra cittadini e aziende per ottenere risposte personalizzate ai diversi tipi di dubbi che possono sorgere al momento dell’avvio di un nuovo servizio. All’interno del sito ci sono, fra l’altro, gli orari di apertura degli uffici Start-up e i calendari dei diversi conferimenti.
“Ancora una volta – evidenzia Giancarlo Alongi l’Amministratore delegato di Iseda  in rappresentanza di Icos e Ecoin – l’impegno delle nostre aziende associate, vuole essere fortemente indirizzato a garantire ai Comuni dell’Aro Vigata, pulizia, decoro urbano, rispetto per l’ambiente e un risparmio sui costi, incrementando, in tal modo, il benessere e la qualità della vita delle famiglie, delle attività commerciali e dei visitatori. Per farlo abbiamo messo in campo tutte le nostre forze per lo sviluppo di un piano organizzativo ampio e strutturato, capace di accompagnare in maniera efficace i cittadini nel passaggio al nuovo servizio di raccolta differenziata “porta a porta”.


Il Comune di Agrigento informa che sono stati riavviati i termini per la presentazione delle istanze relative al “Bonus idrico 2015” per coloro i quali non hanno, ad oggi, presentato l’istanza per la concessione dello stesso “bonus”. Infatti, sono ancora disponibili 90 mila euro, a causa delle poche richieste pervenute. L’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno ampliare la platea dei possibili richiedenti elevando alla soglia di 20 mila euro all’ anno il requisito del reddito ISEE entro cui è possibile accedere al contributo, a fronte del precedente limite massimo di reddito ISEE fissato a 14mila euro. Pertanto i cittadini interessati potranno presentare istanza su apposito modello, scaricabile dal sito web del Comune o reperibile presso gli Uffici comunali di Servizio Sociale, entro e non oltre il 10 febbraio 2017. I cittadini che hanno già presentato istanza non dovranno produrre alcuna ulteriore domanda.

Ad Agrigento all’ ospedale San Giovanni di Agrigento è morto appena dopo il ricovero un ragazzo di 21 anni di Villaseta, trasportato con urgenza al pronto soccorso da un’ambulanza del 118 perché colto da un improvviso e grave malore all’addome, tale da impedirgli quasi di respirare. E infatti, tra il tragitto e l’arrivo in ospedale, è intervenuto un arresto cardio – respiratorio. Indagini sono in corso per accertare le cause che hanno provocato la prematura morte del ragazzo.

Il Tribunale di Agrigento ha condannato a 6 anni di reclusione un uomo di 50 anni di Porto Empedocle imputato di avere abusato, per tanti anni, della nipote della propria compagna. Alla presunta parte offesa, che si è costituita parte civile tramite l’avvocato Serena Gramaglia, il giudice ha riconosciuto un anticipo sul risarcimento del danno. L’ imputato è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Agrigento il 17 aprile del 2014 a seguito della denuncia della madre della presunta vittima degli abusi. Lo stesso imputato, difeso dall’avvocato Pierina Gucciardo, si è sempre difeso affermando di non avere mai abusato della ragazzina, e che a lui sono state rivolte solo menzogne. A conclusione della requisitoria, la pubblico ministero Brunella Sardoni ha invocato la condanna a 8 anni per violenza sessuale

L’ estate scorsa l’ assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, preparò una proposta di nuovo piano della rete ospedaliera in Sicilia. E la consegnò ai manager responsabili delle Aziende sanitarie provinciali, affinchè la valutassero, mantenendo il riserbo sul progetto. E invece, la mappa che avrebbe ridisegnato la rete sanitaria in Sicilia fu presto tra le mani di sindacalisti, dirigenti medici, politici e amministratori. E scoppiò un pandemonio. Tutti, o quasi, contro, tanto che l’ assessore Gucciardi, in fretta e furia, ai primi di settembre, quando Renzi intervenne nella Valle dei Templi ad Agrigento, smentì : “Non vi è nessuna nuova rete, è solo una bozza”. Adesso invece, gennaio 2017, il nuovo piano, probabilmente modificato secondo e seguendo le reazioni negative di pochi mesi addietro, è pronto. L’ assessore Gucciardi lo ha presentato ai sindacati, e la prima novità, la più attesa, interessa l’ ospedale “Giglio” di Cefalù, che non sarà declassato a presidio di base, come nelle intenzioni estive, ma sarà confermato come ospedale di primo livello, conservando tutti i reparti. E poi, nel piano non vi è più traccia dei cosiddetti ospedali di comunità, solo con servizi di riabilitazione e lungodegenza, privilegiando invece la scelta degli ospedali riuniti dove ogni struttura mantiene la propria autonomia. Ad esempio, all’ospedale Civico di Palermo si affiancheranno il Policlinico Paolo Giaccone e gli ospedali riuniti Villa Sofia – Cervello. E di conseguenza, i 100 posti letto in meno al Policlinico e gli altrettanti 80 in meno a Villa Sofia – Cervello, sono scongiurati. Poi, tra gli ospedali di primo livello, oltre il Giglio a Cefalù, sono confermati anche l’ospedale Buccheri La Ferla a Palermo, e poi a Trapani il Sant’Antonio Abate, riunito con gli ospedali di Salemi e di Marsala. E poi, nel bacino Agrigento – Caltanissetta – Enna, l’ ospedale Sant’Elia a Caltanissetta è stato promosso a dipartimento di emergenza – urgenza di secondo livello, e sarà quindi riferimento per tutti gli altri ospedali dello stesso bacino. Un gradino più sotto, tra gli ospedali di primo livello vi sono Agrigento, gli ospedali riuniti di Sciacca e Ribera, il Vittorio Emanuele di Gela e l’Umberto primo di Enna. Tra le strutture di base, invece, vi sono gli ospedali di Canicattì, Licata, Piazza Armerina e Nicosia. Sono invece ospedali di zona disagiata Mussomeli, Mazzarino e Leonforte. I sindacati apprezzano e commentano : “Apprezziamo il coraggioso impegno con cui l’assessore ha portato avanti la riorganizzazione del sistema sanitario regionale. Il prossimo passo però sono le assunzioni, fondamentali per assicurare servizi efficienti e per rendere la riorganizzazione veramente efficace. Il piano della rete ospedaliera non farà perdere pezzi alla sanità siciliana. Anzi, in alcuni casi, apportando le giuste modifiche, potrebbe persino migliorarne la gestione. Inoltre, ma solo dopo il via libera da Roma, si aprirebbero finalmente le porte a concorsi e assunzioni”.
fonte teleacras

Interrogazione Borsellino su misure correttive,presentazione in aula,rinvio,trattazione,pareri negativi e passo indietro dell’amministrazione Firetto.Ad un mese dalla presentazione della suddetta Interrogazione,che di fatto costrinse l’Amministrazione attiva a fare un passo indietro,visto il palese insabbiamento alla città delle su citate misure correttive,ancora oggi non adottate, visti i ritardi della presentazione in aula e visti i pareri negativi dei Revisori dei Conti,oggi ad un mese dal quel 9 dicembre 2016 ,data in cui protocollammo l’atto ufficiale e pubblico(Interrogazione),io ed i miei concittadini ci aspettavamo una risposta che non c’è stata!Di fatto con l’anno nuovo,ancora le cose non cambiano.Nessuna risposta,Misure Correttive non adottate,ed è passato un mese ed un giorno dal 9 Dicembre.Ci auguriamo che quest’anno sia l’anno della svolta,l’anno della marcia in più,l’anno di un’ Amministrazione Firetto, finalmente incisiva e più vicina ai cittadini,l’anno della riscossa,l’anno delle promesse che diventano risposte.Concludiamo augurando un ottimo e proficuo lavoro.Lo dichiara il Consigliere Comunale di Sicilia Futura e Presidente della Prima Commissione Consiliare Permanente Allo Sviluppo Economico Salvatore Borsellino

20170110-083523.jpg

“Mi addolora leggere che il presidente dell’Enac, Vito Riggio, siciliano, affermi che l’Aeroporto del Mela non serva”. A commentare la vicenda è il deputato nazionale Angelo Attaguile, vicepresidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, che aggiunge: “siamo di fronte ad un’infrastruttura di vitale importanza per lo sviluppo turistico ed economico della parte Nord-Orientale della nostra Isola. Un’area  -aggiunge l’on. Angelo Attaguile- che vede le proprie potenzialità limitate dai deficit infrastrutturali. L’iniziativa della società indiana, che si è dichiarata disponibile a realizzare l’opera con fondi interamente privati, merita attenzione e va approfondita e, se non vi dovessero essere ostacoli tecnici, va supportata. Quale componente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati sono disponibile a sentire il presidente Panchavaktra per conoscere gli aspetti tecnici dell’iniziativa. Mi dispiace -conclude l’on. Angelo Attaguile- che il governatore Crocetta non sia ancora intervenuto sul punto, ma per fortuna il suo mandato volge al termine. Questa iniziativa sarà una proposta qualificante del nostro programma per le imminenti elezioni regionali che per quanto riguarda le infrastrutture mira ad un adeguamento dei trasporti siciliani agli standard del nord Italia.”

La Società Akragas Città dei Templi comunica che il giovane attaccante portoghese Diego Garcia è stato ceduto, a titolo definitivo, al club Seregno Calcio che milita nel campionato di Serie D, girone B.
La Società tutta ringrazia Diego Garcia per l’impegno profuso e la professionalità dimostrata in questi mesi di permanenza all’Akragas ed augura allo stesso un futuro ricco di soddisfazioni, e le migliori fortune personali e professionali.

Da ieri i biancoazzurri hanno lasciato le festività natalizie alle spalle e indossato gli indumenti atletici per riprendere la preparazione invernale. Anche oggi mister Raffaele Di Napoli ha fatto svolgere ai giocatori una doppia e intensa seduta di allenamento sul manto erboso dell’Esseneto.

Velocità e potenziamento muscolare al mattino, tecnica e tattica nel pomeriggio con tante partitelle a tema.

Non hanno partecipato alla seduta Longo, Blandina e Mazza, influenzati. Lavoro personalizzato, invece, per Gomez, le cui condizioni fisiche non destano particolari preoccupazioni. Anche Cocuzza ha svolto un allenamento differenziato. Pienamente recuperati, invece, Zanini e Salvemini che hanno saltato le recenti ultime sfide di campionato per infortunio.
Si sono aggregati alla prima squadra, su esplicita richiesta dell’allenatore Di Napoli, i giovani della “Berretti”, Giarrusso, Attardo, Sarcuto che si vanno ad aggiungere ai compagni di categoria, Rotulo, Caternicchia e Leveque, già in pianta stabile nelle fila della prima squadra, e i giocatori della formazione “Allievi”, Petrucci e Minacori.
La preparazione proseguirà anche domani con una doppia seduta di allenamento allo stadio Esseneto. La squadra si allenerà alle ore 9.30 e alle ore 14.30.