Home / 2017 / Gennaio (Pagina 56)

Il deputato nazionale di Forza Italia, Riccardo Gallo, ha presentato una interrogazione al ministro delle Politiche agricole, Martina, a seguito della perdurante ondata di maltempo e dei gravi danni subiti dal settore agricolo nel sud Italia e soprattutto in Sicilia. Gallo, tra l’altro, rileva : “Il gelo e le abbondanti nevicate hanno costretto in ginocchio i produttori siciliani. E tale condizione è aggravata anche dalle speculazioni in corso, ad esempio il costo triplicato del foraggio rispetto a poco più di una settimana addietro. In particolare, ingenti danni, in ampia parte irrimediabili, affliggono il settore degli agrumi, le coltivazioni di cereali e gli oliveti, a causa degli allagamenti e delle gelate. E’ pertanto urgente ed indispensabile, in considerazione dell’importanza socioeconomica e occupazionale che il comparto agroalimentare riveste per la regione Sicilia, che il Ministro adotti iniziative a rimedio, attraverso la dichiarazione dello stato di calamità in favore delle zone rurali siciliane colpite dall’ondata di freddo e gelo, al fine di sostenere il settore che rappresenta un comparto fondamentale ed indispensabile dell’intera economia isolana”.

Il coordinamento provinciale della Uil Pa Polizia penitenziaria di Agrigento, tramite il dirigente sindacale Calogero Speziale, ha segnalato al provveditorato regionale dell’ Amministrazione penitenziaria che nella casa circondariale Petrusa di Agrigento non funzionano i riscaldamenti. Calogero Speziale, tra l’altro, afferma : “Il carcere Petrusa di Agrigento è ghiacciato, con relativi posti di servizio del personale non adeguatamente riscaldati, e con continue infiltrazioni di acqua piovana, che compromettono la vivibilità della struttura. Tale problema è stato più volte sollevato, ma inutilmente. Attendiamo riscontro entro 15 giorni, altrimenti praticheremo ulteriori iniziative sindacali”.


Affidata a GINO CAVALERI la ricostruzione del Sindacato pensionati a FAVARA
RIATTIVATA LA “LEGA DEI PENSIONATI” A FAVARA

Lo SPI CGIL ha deciso di riattivare la Lega dei Pensionati di FAVARA.
Avvalendosi della collaborazione volontaria e gratuita del Prof. Gino CAVALERI,  verrà assicurata assistenza gratuita agli iscritti  e non su tutta la materia previdenziale ed assistenziale.
La sede della Lega è in Via Belgio, 30 presso la locale sede della CGIL.
Sarà aperta ai cittadini dalle  9.30 alle 12.30 e dalla e 16.30 alle 19 di tutti i giorni (escluso il sabato).
“E’ la prima “riattivazione” di una nostra presenza organizzata – dice il neo Segretario dello SPI Provinciale Enzo BALDANZA – adesso proseguiremo in tutti i Comuni della provincia al rafforzamento della nostra presenza nel territorio.
“Vogliamo far contare di più i pensionati, organizzarli, farli sentire meno soli, rappresentare meglio le loro istanze nei confronti dei Comuni e delle Istituzioni in genere con particolare riferimento alla condizione dei servizi socio-assistenziali.
Il Sindacato dei Pensionati ha dimostrato con le recenti conquiste in materia di pensioni (con cui si danno risposte ai pensionati e ai pensionandi con interventi sulla quattordicesima, sulla no tax area, sui lavori usuranti, sui lavoratori precoci e sulle ricongiunzioni onerose) che è  importante iscriversi al Sindacato, per lottare, per i diritti di tutti.”

Rimodulazione Patto per il Sud
Fontana: in arrivo oltre  3 milioni per il Teatro Akragas e per  la Torre Carlo V di Porto Empedocle
Il deputato agrigentino Vincenzo Fontana, interviene in merito alla rimodulazione del Patto per il Sud, commentando con soddisfazione e orgoglio, le somme che l’assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, Carlo Vermiglio, ha predisposto attraverso la modifica dell’Allegato B del Patto per il Sud – settore Beni Culturali, impegnando le risorse liberate  che provenivano dalla delibera di Giunta N. 301 del 1 settembre 2016.
“È un risultato straordinario – commenta Fontana – nello specifico sono stati destinati 2milioni al Parco Archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi per la “ricerca archeologica e fruizione dell’area del Teatro di Akragas – Agrigentum  e 1.152.874 euro alla Soprintendenza di Agrigento per il restauro della Torre Carlo V di Porto Empedocle. E quelli sono interventi importanti – continua Fontana – che serviranno a tutelare e rilanciare delle opere strategiche che possono arricchire ancora di più l’enorme patrimonio storico-culturale del nostro territorio”.
“Tutto ciò – sottolinea il deputato Ncd – è stato possibile grazie alle professionalità gestionali  del Commissario straordinario del Parco della Valle dei Templi, il dottor Bernardo Campo, e del Soprintendente di Agrigento, la dottoressa Gabriella Costantino, che hanno  prontamente attivato i propri uffici tecnici per la redazione delle complesse progettualità, dimostrando ancora una volta di porre attenzione al territorio, con proposte concrete nel settore dei Beni Culturali. Proposte che, attuate, consentono di far risaltare le eccellenze monumentali che oggi, grazie alla sensibilità dell’assessore Vermiglio, diventano realtà per la comunità agrigentina e per la crescita del turismo isolano in genere”.


TEATRO DELLA POSTA VECCHIA
“ricordando MARIUCCIA LINDER”
presenta

ALICE FERLITO e FRANCESCO BERNAVA
in

VISIONI
scene e costumi: Vincenzo La Mendola
Ricerca musicale: Giampaolo Terranova

SABATO 14 GENNAIO 2017 ORE 21
DOMENICA 15 ORE 18
INGRESSO € 10
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI TEL. 0922 26737

Il testo e` insidioso e pieno di trabocchetti. Il delirio naturalistico e minimale, ambientato in una miserabile Italietta degli anni Sessanta, a una lettura poco attenta puo` sembrare scarsamente dotato di una vena originaria limpida e necessaria; ma a uno sguardo piu` accorto non sfugge la mostruosa e depravata sottocultura piccolo-borghese che invade ogni respiro del dramma, incarnandosi in una donnina in apparenza docile e insignificante. L’intelligenza dell’autore sta nel nascondere, dietro la follia della normalita`, un processo culturale drammatico che ha vissuto il nostro paese: la protagonista del dramma porta in se´ la miseria degli anni in cui divenne importante avere piuttosto che essere.
La scena e’ nelle sue linee molto essenziale ma al tempo stesso tende ad evidenziare e sottolineare l’indole ossessiva della protagonista.
Gli elementi presenti più che descrivere un ambiente servono ad evocare e suggerire un’atmosfera evanescente e rarefatta.
Un sapiente gioco di luci, mai piene ma sempre lievemente soffuse, aiuta a creare una leggera penombra, spazio ideale dove possono prendere corpo le fantasie di Anna.

Le bufere di neve dello scorso 6 gennaio, giorno dell’ Epifania, hanno reso difficoltosi, se non impossibili, i collegamenti verso Agrigento, e, di conseguenza, non si è svolto l’ annunciato concerto dei Jumpin’up. Ebbene, il concerto si svolgerà ad Agrigento, nello spazio Temenos della Chiesa di San Pietro, in via Pirandello, domenica prossima, 15 gennaio, alle ore 21. I Jumpin’up, gruppo composto da 8 musicisti siciliani, rievocheranno ad Agrigento i linguaggi musicali a base di swing e rock appartenenti all’epoca d’oro americana, e anche italiana, degli anni 40 e 50. La direzione artistica dell’evento è di Osvaldo Lo Iacono. Il biglietto costa 20 euro. Ridotto 15 euro per studenti e sopra 65 anni di età. Informazioni allo 0922 29742 o sul sito www.spaziotemenos.it .

Il primo agosto 2014, ad Aragona, in via Elio Vittorini, nel centro abitato, una donna, una impiegata pubblica, a bordo di una Nissan Micra, forse perché abbagliata dal sole, ha investito 3 pedoni : un’anziana, una 50enne e un’altra donna di 46 anni. L’automobile ha sfiorato anche due ambulanti di prodotti ittici, padre e figlio. Le 3 ferite, colte a camminare verso il furgone carico di pesce, sono state soccorse in Ospedale ad Agrigento. L’ anziana. Poi, 10 giorni dopo, il 10 agosto, l’ anziana investita, Gesua Cipolla, 79 anni, di Aragona, è morta all’ ospedale di Agrigento. Adesso, la giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha rinviato a giudizio la donna al volante che ha investito i 3. La famiglia di Gesua Cipolla si è costituita in giudizio parte civile tramite gli avvocati Sebastiano Bellanca e Simona Fulco.

Ad Agrigento, nella camera mortuaria dell’ ospedale San Giovanni di Dio, un medico in servizio al Cannizzaro di Catania, su incarico della Procura di Agrigento, ha eseguito l’autopsia sul cadavere del giovane di 21 anni residente a Villaseta morto la sera di domenica scopra vittima di un improvviso malore e di un arresto cardio – respiratorio. Gli esiti dell’esame saranno resi noto entro 60 giorni. Anche l’ Azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha disposto una indagine diagnostica al fine di ricercare la causa della prematura morte.

“Il recupero della Cattedrale è sempre più vicino.
Il 30 Dicembre scorso è stato firmato il Decreto (in allegato) del Direttore Generale dell’Assessorato Infrastrutture che, sostanzialmente, unifica i due finanziamenti della Curia e della Regione per mettere in sicurezza la Cattedrale di Agrigento.
Adesso occorre che gli uffici siano celeri ed efficienti nel rispetto delle date previste. Infatti, entro 90 giorni, dovrà essere espletata la gara e consegnati i lavori alla ditta aggiudicataria.
Vigileremo che il Comune invii subito gli atti all’UREGA o proceda direttamente alle operazioni di gara, considerato che l’importo dell’appalto, consente agli uffici comunali di espletare la gara in forma più celere  visto  i tempi biblici dell’UREGA.”
Pietro Vitellaro
Capogruppo “Agrigento Cambia”