Home / 2017 / Gennaio (Pagina 53)

Al via la campagna “Accendi il risparmio” È partita oggi la campagna denominata “Accendi il risparmio”, promossa dal Comune di Lampedusa e Linosa in collaborazione con la locale società di produzione di energia elettrica. L’amministrazione comunale, infatti presentando un progetto per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, beneficerà a titolo gratuito di 1050 lampade a risparmio energetico a vapori di sodio che andranno a sostituire le vetuste ed energivore lampade a mercurio attualmente in uso. “Accendi il Risparmio” nasce grazie a professionisti del settore delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico che forniscono servizi destinati alle pubbliche amministrazioni e che sono accreditati presso l’AEEG, Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. Tutto questo si tradurrà per il nostro Comune in un risparmio del 30% sulla bolletta dell’illuminazione pubblica e allo stesso tempo fornirà la possibilità di uniformare l’illuminazione delle nostre isole. L’operazione di risparmio energetico porterà benefici di carattere ambientale, in termini di riduzione delle emissioni di C02 e non graverà in alcun modo sulle casse del Comune in quanto le lampade sono state concesse a titolo completamente gratuito, mentre l’installazione, avviata in data odierna, sarà eseguita dai tecnici della SELIS Lampedusa.

Riprende, domani sera, sabato 14 gennaio, la Stagione Teatrale del “Pirandello” con “Il divorzio dei compromessi sposi” con Rosalia Porcaro, scritto e diretto da Carlo Buccirosso e liberamente tratto dall’opera manzoniana,. La storia, pur mantenendo per sommi capi lo sviluppo del noto romanzo manzoniano, trova nei caratteri dei singoli personaggi, da Perpetua ad Agnese, da Don Rodrigo a don Abbondio, dai Bravi all’Innominato, l’originale chiave di lettura satiro-farsesca.
Sabato, inizio spettacolo alle ore 21. Replica domenica 15 gennaio alle ore 17 e 30.

Ad Agrigento è stato celebrato il 426esimo anniversario della fondazione dell’ Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso. Confrati e consorelle, con la propria divisa, si sono radunati nel coretto della Cattedrale partecipando alla Santa Messa celebrata dall’ assistente spirituale don Giuseppe Pontillo. Il superiore, Andrea Papia, commenta : “L’ Arciconfraternita Santissimo Crocifisso, con i suoi 426 anni di storia, è una delle più antiche della diocesi agrigentina. E con orgoglio ha svolto sempre bene il suo ruolo, sensibilizzando l’ animo dei fedeli con la pietà popolare, espressa con la cura dei riti della settimana santa e del triduo pasquale. Nello stesso tempo, ha portato avanti i valori di carità, di vario genere, per la pratica d’amore verso il prossimo. In occasione del 426esimo anniversario, abbiamo deciso di conferire un riconoscimento alle consorelle e ai confrati che quest’anno hanno compiuto 20, 30 e 40 anni di appartenenza, e anche ai portatori non confrati dei simulacri delle processioni mattutina e serale del giorno del venerdì santo. Una rappresentanza del Comitato del santissimo Crocifisso di Siculiana, diretta da Lillo Lo Presti, ha consegnato una targa ricordo per il giorno dell’ anniversario”.


Per consentire alla cittadinanza di donare con generosità il proprio sangue  l’A.D.A.S., effettuerà : una raccolta sabato 14 gennaio:
Castrofilippo V.le Bonfiglio dalle ore 8.00 alle ore 12.15;
una raccolte domenica 15 gennaio:
Aragona davanti la Parr.S.Francesco D’Assisi  dalle ore 8.00 alle ore 12.15.
A tutti i donatori saranno inviate a cura della stessa associazione le analisi cliniche  effettuate in occasione della donazione.

POST TAGS:

Ad Agrigento i consiglieri comunali di “Uniti per la città”, Angelo Vaccarello e Marco Vullo, si sono tempestivamente rivolti all’ assessore al traffico, Franco Miccichè, e hanno chiesto e ottenuto che i semafori del centro cittadino, in attesa che siano rimodulati, adeguandone i tempi, finora non adeguati, di accensione del verde e del rosso, fossero spenti. “Infatti – hanno sottolineato Vaccarello e Vullo – logica impone che, in attesa di correggere un difetto dannoso, lo stesso difetto sia reso innocuo, e non ancora dannoso”.

l deputato nazionale del Partito Democratico, Angelo Capodicasa, è il primo firmatario di una interrogazione parlamentare rivolta al Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, affinchè siano adottati interventi urgenti a favore del settore agricolo siciliano e, in particolare, per il settore della produzione dell’uva da tavola canicattinese “Italia”, pesantemente danneggiato dal maltempo. Lo stesso Angelo Capodicasa afferma : “In particolare, nella zona del Canicattinese, dove l’eccezionale evento calamitoso ha visto cadere oltre cinquanta centimetri di neve, vista la particolare tecnica di coltivazione “a tendone” dell’uva da tavola “Italia”, si é verificata la distruzione di parecchie centinaia di ettari di vigneto crollate sotto il peso della neve accumulatasi. La produzione di uva “Italia” costituisce una consolidata e cospicua fonte di reddito per la città di Canicattì e dei comuni del circondario, trattandosi di produzioni pregiate di un’ agricoltura evoluta e d’avanguardia. Si chiede, quindi, al Ministro Martina quali iniziative urgenti intenda assumere in seguito alla situazione di emergenza, e se vi sia l’opportunità, vista l’importanza del comparto e lo stato di crisi in cui versa da tempo, di individuare misure per garantire un sostegno economico al settore agricolo, danneggiato sia dalla crisi economica, sia dalla stessa situazione climatica che in questi ultimi giorni ha causato ingenti danni al settore”.

E’ prossimo all’ approdo in Corte d’Appello il processo a carico di un agrigentino di 49 anni, S G sono le iniziali del nome, di Agrigento, condannato lo scorso 20 luglio dal Tribunale di Agrigento a 5 mesi di reclusione, pena sospesa, per il reato di minaccia aggravata e lesioni personali a danno di un giovane neopatentato agrigentino, che, nel febbraio del 2009, ad Agrigento, lungo il Viale Emporium, avrebbe subito l’aggressione e le minacce a non denunciare l’aggressione perché reo di procedere troppo a rilento. Il neopatentato fu soccorso in ospedale con 7 giorni di prognosi, e presentò denuncia ai Carabinieri. La parte offesa si è costituita in giudizio parte civile tramite l’ avvocato Alfonso Neri.

I FONDI PER LA RICOSTRUZIONE POST NUBIFRAGIO NON POSSONO ATTENDERE OLTRE .
La parlamentare agrigentina del Partito Democratico Maria Iacono si è rivolta quest’oggi al Presidente della Regione sollecitando la sua attenzione rispetto all’ eccessiva lentezza nei tempi e nelle modalità di riconoscimento e di erogazione delle somme conseguenti alla dichiarazione dello stato di calamità, in seguito al nubifragio che ha colpito diversi Comuni della provincia, tra cui Sciacca , Ribera, Caltabellotta, Burgio , Bivona , alcune settimana addietro.
Secondo la parlamentare del Partito Democratico, il Governo della Regione, a cui pure va riconosciuta la massima sollecitudine nell’ essere intervenuto immediatamente in soccorso delle popolazioni colpite, dovrebbe a questo punto sollecitare tutte le autorità competenti affinché venga disposta nel più breve tempo possibile la materiale erogazione delle risorse necessarie ad iniziare la fase della ricostruzione dei territori maggiormente danneggiati, dando cosi ristoro alle comunità e alle attività produttive, i cui danni risultano incalcolabili.
“Vi sono comuni isolati ed intere zone del territorio agrigentino impraticabili” ha dichiarato questa mattina l’onorevole Iacono, secondo cui i tempi della ricostruzione non possono attendere oltre.
La deputata del Partito Democratico, raccogliendo il grido di allarme delle amministrazioni comunali, sempre più preoccupate, anche in considerazione del fatto che le esigue risorse municipali non sono sufficienti a far fronte alle entità dei danni arrecati dal nubifragio, evidenzia che occorre la massima sollecitudine nel mettere a disposizione dei Comuni le somme necessarie ad avviare i lavori.
L’onorevole Iacono ha chiesto pertanto al Presidente Crocetta di poter far sentire la propria voce presso le autorità competenti, mettendo a disposizione le sue interlocuzioni con il governo nazionale, in ragione del fatto che tale vicenda rappresenta una priorità assoluta che non può ulteriormente attendere.

Terminati i lavori di rifacimento dell’area esterna delle scuole Giovanni Paolo II e Santa Chiara in via dei Fiumi. La nuova pavimentazione consente adesso di potere usufruire di questo importante spazio di socialità e di didattica per tutti i ragazzi, nelle condizioni necessarie di sicurezza e di decoro. “Dopo lamentele e disagi durati per troppo anni – dichiara l’assessore all’ edilizia scolastica Beniamino Biondi – siamo riusciti a risolvere in modo definitivo il problema della sostanziale interdizione dell’area esterna della scuola ai bambini. Adesso sarà possibile vivere appieno questo spazio di gioco, prima impraticabile e poco sicuro, con grande soddisfazione dei bambini e dei genitori,anche per la serenità conquistata in termini di sicurezza e igiene, proseguendo così intenso lavoro che stiamo portando avanti sui temi della edilizia scolastica e della manutenzione straordinaria degli immobili.”

Il Lions Club Agrigento Chiaramonte “individua” nei Volontari di Strada l’associazione alla quale destinare la raccolta di indumenti e di generi alimentari, nell’ambito della Settimana Mondiale del Service per la Lotta alla Fame.
Per l’occasione, domani, sabato 14 gennaio 2017, alle 18, nella sede dell’Associazione dei Volontari di Strada di Agrigento, in viale della Vittoria, 313,  è in programma la cerimonia di consegna dei generi raccolti che saranno distribuiti alle famiglie bisognose. Previsto anche un incontro sul tema: “I Lions con le famiglie nel bisogno”.
“Rivolgiamo un forte ringraziamento al Lions Club Agrigento Chiaramonte, ed in particolare al Presidente Gaetano Salemi, al Presidente del Comitato dei Soci, Gioacchino Cimino e a tutti i dirigenti e soci – dichiara la presidente dei Volontari di Strada, Anna Marino – per avere scelto la nostra associazione, alla quale destinare la raccolta dei generi alimentari e di abbigliamento. Due realtà, Lions e Volontari di Strada, che, pur operando in contesti diversi, sono unite dall’obiettivo comune e congiunto di aiutare i più deboli, le famiglie bisognose e quanti vivono in condizioni di indigenza, senza alcuna distinzione. Sarà ovviamente cura dei volontari di strada procedere alla distribuzione alle famiglie bisognose di tutto il materiale raccolto grazie alla generosità e alla sensibilità dei soci del Lions Club Agrigento Chiaramonte”.

Il Lions Club Agrigento Chiaramonte “individua” nei Volontari di Strada l’associazione alla quale destinare la raccolta di indumenti e di generi alimentari, nell’ambito della Settimana Mondiale del Service per la Lotta alla Fame.Per l’occasione, domani, sabato 14 gennaio 2017, alle 18, nella sede dell’Associazione dei Volontari di Strada di Agrigento, in viale della Vittoria, 313,  è in programma la cerimonia di consegna dei generi raccolti che saranno distribuiti alle famiglie bisognose. Previsto anche un incontro sul tema: “I Lions con le famiglie nel bisogno”.“Rivolgiamo un forte ringraziamento al Lions Club Agrigento Chiaramonte, ed in particolare al Presidente Gaetano Salemi, al Presidente del Comitato dei Soci, Gioacchino Cimino e a tutti i dirigenti e soci – dichiara la presidente dei Volontari di Strada, Anna Marino – per avere scelto la nostra associazione, alla quale destinare la raccolta dei generi alimentari e di abbigliamento. Due realtà, Lions e Volontari di Strada, che, pur operando in contesti diversi, sono unite dall’obiettivo comune e congiunto di aiutare i più deboli, le famiglie bisognose e quanti vivono in condizioni di indigenza, senza alcuna distinzione. Sarà ovviamente cura dei volontari di strada procedere alla distribuzione alle famiglie bisognose di tutto il materiale raccolto grazie alla generosità e alla sensibilità dei soci del Lions Club Agrigento Chiaramonte”.