Home / 2017 / Gennaio (Pagina 35)

Sarà il sindaco Lillo Firetto, lunedì mattina, 23 gennaio alle ore 10, allo stadio Esseneto, a dare il calcio d’inizio della partita della Solidarietà, “Un calcio al bullismo” organizzata congiuntamente dall’Akragas Calcio e dalla Fortitudo Basket in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con il patrocinio del Comune di Agrigento. All’iniziativa parteciperanno tutte le scuole della provincia. Scenderanno in campo formazioni miste. Si tratta di un evento, giunto alla seconda edizione, che intende unire sport, spettacolo e solidarietà. Dopo la partita seguirà un varietà musicale con gli artisti di “Amici” e la partecipazione di Marco Catalano.

A Palermo giovedì prossimo 26 gennaio, in via Roma 94, nella sede del Centro per lo sviluppo creativo “Danilo Dolci”, dalle ore 16 in poi si svolgerà l’evento finale del progetto EG – Europe Growing, all’interno del programma Erasmus per Giovani Imprenditori. Durante l’incontro saranno presentati i risultati raggiunti dal progetto. Si tratta di un programma di scambio transfrontaliero che offre ai nuovi imprenditori, o aspiranti tali, l’ opportunità di imparare i segreti del mestiere da professionisti già affermati che gestiscono piccole o medie imprese in un altro paese partecipante al programma. Altre informazioni sul sito www.erasmus-entrepreneurs.eu .

Roma, 19 Gennaio 2017 – “Con l’approvazione del testo unificato sugli ‘Home Restaurant’ si compie il primo passo verso la regolarizzazione di un fenomeno imprenditoriale in netta crescita”. Lo dice Azzurra Cancelleri, deputata alla Camera del Movimento Cinque Stelle e prima firmataria della proposta di legge nata per riconoscere le regole essenziali e tutelare quanti decidono di scommettere sui ristoranti casalinghi che oggi contano un volume d’affari milionario in Italia.
“Il ‘si’ in aula è solo il primo tassello – dice la Cancelleri -. Procediamo per un percorso che va migliorato ulteriormente con l’aiuto di tutti gli attori in causa: sulla base dei feedback di tutti gli attori in causa, dai consumatori ai gestori dei ristoranti casalinghi fino al settore della ristorazione tradizionale, siamo disposti a ritoccare la proposta di legge che seguiremo nel suo iter al Senato. Lo abbiamo già fatto in passato, dopo avere ascoltato in varie audizioni i soggetti interessati, com’è nello spirito del M5s”.
“Occorre trovare la giusta sintesi per fare in modo che le regole introdotte difendano gli interessi di consumatori e gestori senza sconfinare in una nuova burocrazia soffocante. È allora necessario colmare un gap normativo, introducendo l’identikit di ‘home restaurant’ o ‘home food’ e definendone le caratteristiche. Tra queste, un massimo di 500 coperti per anno solare, un guadagno non superiore a 5mila euro annui, l’uso di piattaforme digitali per l’organizzazione e prenotazione di eventi gastronomici, i requisiti igienico sanitari a tutela del consumatore, la priorità ad ingredienti a Km 0 in grado di favorire un’alimentazione sostenibile e valorizzare le tradizioni enogastronomiche locali, vere eccellenze dell’agroalimentare Made in Italy
Sullo stesso binario di questa sfida – conclude la Cancelleri – viaggiano anche la valorizzazione delle eccellenze agroalimentari del ‘Made in Italy’ e delle produzioni tipiche di molte regioni, che arrivano nei ristoranti e nelle tavole del mondo”.

Carmelo Pace e gli altri Sindaci emettano ordinanze contingibili e urgenti in grado di vietare al Gestore idrico il distacco dei collegamenti fognari per le utenze in stato di morosità.
I primi cittadini non hanno più scusanti soprattutto ora che il TAR, sul punto, ha dato torto a Girgenti Acque. Si tratta di una battaglia per la difesa della dignità e dei diritti fondamentali delle fasce più deboli della popolazione oltre che per la tutela della salute pubblica. Chi, quasi sottomesso, non ha ascoltato il grido di dolore dei cittadini più deboli e disagiati ed ha lasciato che fosse lesa la loro dignità ha il dovere di assumere decisioni serie. Non comprendo, ad esempio, come mai il Vicesindaco di Ribera, presente nel dicembre scorso all’Assemblea Territoriale Idrica di Agrigento, non abbia informato i cittadini che in quella sede si era discusso di distacchi fognari e, soprattutto, non abbia ritenuto opportuno intervenire e far sentire forte e vibrante la voce dei tanti riberesi indignati che avrebbe dovuto rappresentare. Carmelo Pace e la sua maggioranza sapevano?
Alla luce del perpetuarsi delle minacce di distacco dalla rete fognaria dei morosi da parte di Girgenti Acque, avvenute fino a qualche giorno fa, mi chiedo quale credibilità e funzione abbia un ente di controllo (l’ATI) che vede completamente snobbate e disattese, dal Gestore controllato, le proprie richieste di astensione da tale odiosa pratica.
Esorto, quindi, Carmelo Pace e tutta l’assemblea dei Sindaci costituente l’ATI, in particolare i sindaci di Sciacca, Licata, Agrigento, Santa Elisabetta e Villafranca Sicula, facenti parte questi ultimi del Consiglio Direttivo, ed il Presidente Lotà, Sindaco di Menfi, ad esercitare un ruolo più fermo e incisivo rispetto a quanto fatto ad esempio dall’ATO idrico in passato. Non è accettabile che il controllato sia totalmente indifferente alle richieste del controllore.
Colgo l’occasione, inoltre, per ricordare la grandissima opportunità che possono rappresentare il nuovo regolamento e la nuova carta dei servizi che normeranno in futuro il servizio idrico nella nostra provincia.  In pochi forse sanno che tali documenti sono attualmente in fase di discussione. E’ assolutamente indispensabile che vengano inserite e sancite in modo inequivocabile e perentorio alcune tutele per i cittadini più deboli, quali ad esempio il minimo vitale garantito di acqua a ciascun utente, il divieto di distacco dalla rete fognaria, la mitigazione dei costi del servizio per le prime case.
Chiederò al Sindaco Pace, al fine di evitare che si ripeta l’errore del 2011 quando fu adottata la delibera dell’ATO idrico che ha compromesso la serenità economica di tante famiglie, di relazionare al Consiglio Comunale in modo dettagliato ed esaustivo sui temi sopra citati.

Ribera: FP CGIL soddisfatta per l’avvio del servizio di Assistenza
all’Autonomia e alla Comunicazione Scolastica .
La F.P. CGIL di Agrigento esprime la propria soddisfazione per l’avvenuta soluzione del disagio creato agli studenti diversamente abili  e alle proprie  famiglie  per i ritardi dovuti  all’avvio del servizio di Assistenza all’ Autonomia e alla Comunicazione scolastica nelle scuole elementari e medie inferiori del Comune di Ribera. Al momento il servizio è garantito  per il periodo Gennaio-Marzo 2017, annunciano Alfonso Buscemi e Matteo Lo Raso adesso è opportuno continuare a lavorare per trovare subito la soluzione per arrivare alla fine dell’anno scolastico senza ulteriori interruzioni nel tentativo furbesco di risparmiare qualche soldo tra una interruzzione e l’altra. Certamente , i risparmi non possono essere fatti su questo tipo di servizio rivolto a soggetti svantaggiati. Questo, oltre a garantire serenità alle famiglie  degli studenti contribuisce  anche, a dare una buona dose di serenità agli operatori dipendenti delle Cooperative Sociali che garantiscono tale servizio seppur non in maniera continuativa e con stipendi minimi. Il nostro appello adesso è rivolto a tutti gli altri comuni che ancora sono fermi.

” L’ordinanza del TAR Sicilia n.85/2017 ha accolto l’istanza del comune di Agrigento di sospensione del DDG del 2/12/2016 che imponeva per l’ennesima volta nella seconda metà del 2016 di portare i rifiuti solidi urbani della città fino alla discarica di Lentini. Si tratta di un provvedimento particolarmente importante perché, già in questa fase preliminare, riconosce la totale assenza di motivazioni del provvedimento del Dipartimento regionale Acque e Rifiuti. Assenza ovvia dal momento che si tratta di un provvedimento abnorme ed esplicitamente contrario alle previsioni normative di qualunque livello. Tutte le norme, infatti, da quelle europee a quelle regionali impongono che il trattamento dei rifiuti avvenga presso gli impianti più prossimi al luogo in cui vengono prodotti. Ed essendo all’epoca aperto e funzionante l’impianto di Siculiana non era possibile mandare da un’altra parte i rifiuti dei comuni territorialmente più vicini come Agrigento e Cattolica per sostituirli con quelli di comuni più lontani.
Che il TAR abbia riconosciuto questa violazione già in questa fase preliminare, è particolarmente importante soprattutto in vista della richiesta di risarcimento in sede civile che l’amministrazione di Agrigento porterà avanti a tutela degli interessi della nostra comunità, pesantemente penalizzata dalle scelte compiute dalla Regione Siciliana nella seconda parte del 2016. Scelte tendenti a nascondere l’assenza di una politica di gestione del sistema integrato dei rifiuti e a scaricare sui comuni siciliani il costo di tali inefficienze.”

E’ stato recuparto il cadavere del marinaio disperso nel naufragio del peschereccio Giacomo Maria. A recuperare il cadavere ad una profondità di circa 60 metri sono stati i sommozzatori della Guardia costiera giunti appositamente da Messina. Il marinaio, Francesco Solina, 51 anni, era disperso da diverse settimane dopo l’affondamento della barca, affondamento che vide tre superstisti. Nei giorni scorsi si era tentato il recupero ma le condizioni proibitive meteo marine lo avevano impedito.

Con l’ausilio dello spalaneve operai e cantonieri del Libero Consorzio Comunale di Agrigento hanno riaperto al transito la SP n. 25 Soria-Mussomeli, bloccata nel tratto in quota a causa delle abbondanti nevicate degli ultimi due giorni. I lavori coordinati dal geom. Totò Cacciatore e dal capo cantoniere Luigi Nocera sono proseguiti sulla SP n. 24B San Giovanni Gemini-Santo Stefano di Quisquina, ove la neve aveva superato abbondantemente l’altezza dei  guardrail, e che è di nuovo percorribile ma con l’obbligo di catene a partire dal Ristorante “Filici” per i residui di neve che nelle ore serali potrebbe ghiacciare rendendo pericoloso il tracciato. Liberata anche la SPC n. 32 nel territorio di Cammarata, e transito tutto sommato agevole anche sulla SP 26A Cammarata-Castronovo di Sicilia.
Si raccomanda in ogni caso  prudenza, soprattutto a quanti dovessero mettersi in viaggio nelle ore serali per raggiungere Santo Stefano o, dalla SP n. 25, l’ospedale di Mussomeli, ricordando che in ogni caso è obbligatorio tenere le catene a bordo dei veicoli.

“E’ una legge inaccettabile, la peggiore che si
potesse immaginare. Dal confronto parlamentare sugli emendamenti emerge
chiarissima la volonta’ da parte del Pd e del M5S di accettare in toto
questo provvedimento che, di suo, e’ quanto di piu’ barbaro ci possa
essere”. Cosi’ il deputato della Lega dei Popoli-Noi con Salvini, Alessandro
Pagano, intervenuto oggi durante il dibattito in commissione Affari sociali.
“Per intenderci, la prima versione olandese era molto piu’ light. Vogliono
privare l’alimentazione e l’idratazione al paziente, la responsabilita’ del
medico non c’e’ piu’, vogliono una sorta di eutanasia passiva, con chiara
apertura anche a quella sui minori. Il Pd vuole portare avanti questa
cultura di morte, e il fatto che ci siano pure i cinque stelle e’ la
dimostrazione che c’e’ un partito radicale di massa che vuole andare fino in
fondo. I sedicenti moderati nonche’ cattolici che sono al governo, Gentiloni
in testa, non se la possono cavare facendo i pesci in barile come se la cosa
non gli appartenesse, perche’ la loro accondiscendenza sarebbe evidente. Non
ingannerebbero nessuno. La Lega fara’ le barricate su ogni singolo
emendamento contro questa legge nefasta per la societa’”. (ANSA).

Si avvicina il giorno di Reggina – Akragas e i biancoazzurri proseguono il lavoro di preparazione alla partita presso l’impianto di gioco di Fontanelle. Questa mattina Zanini e compagni hanno lavorato con la massima determinazione e la giusta concentrazione alternando le diverse fasi di gioco in vista della sfida salvezza di sabato 21 gennaio, alle ore 16,30, allo stadio “Granillo”. E’ tornato a lavorare con il gruppo l’attaccante Guido Gomez. Ha svolto lavoro personalizzato, invece, l’altro attaccante, Salvatore Cocuzza.
Domani mattina, venerdì 20 gennaio, i biancoazzurri svolgeranno la consueta rifinitura tecnica, che si svolgerà a porte chiuse, prima della partenza per il ritiro pre gara a Reggio Calabria.
Sempre domani, alle ore 12, i calciatori Zanini e Carillo incontreranno i giornalisti per presentare la sfida contro la Reggina. La conferenza stampa si terrà nella sala stampa dello stadio Esseneto di Agrigento.